Home > Web per le imprese > Fatturazione elettronica verso PA, imprese e privati

Fatturazione elettronica verso PA, imprese e privati

 

News: Fatturazione elettronica, novità a livello nazionale ed europeo 


 

La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa spedizione e conservazione.

  

La fattura elettronica ha lo stesso valore legale della versione cartacea, ma si differenzia dalla precedente versione per il formato in cui le fatture elettroniche devono essere prodotte, trasmesse, archiviate e conservate. Si tratta di un formato digitale chiamato XML (eXtensible Markup Language), un linguaggio informatico che consente di definire e controllare il significato degli elementi contenuti in un documento, verificando così le informazioni ai fini dei controlli previsti per legge.

 

Le piccole e medie imprese possono adeguarsi alla nuova realtà digitale utilizzando lo strumento di fatturazione elettronica messo a loro disposizione, in forma completamente gratuita, dal Sistema Camerale.

 

La piattaforma dedicata alle piccole e medie imprese si è ora arricchita di nuove funzionalità, per gestire la fatturazione elettronica non solo verso la Pubblica Amministrazione, obbligatoria ormai dal 31 marzo 2015, ma anche verso le imprese e i privati. Il sostegno per la fatturazione elettronica ha attivato un nuovo livello del servizio, completo di tutte le funzionalità PA (fatturazione verso le amministrazioni) e B2B (fatturazione tra privati) senza il limite attuale delle 24 fatture per impresa. Un servizio a costo zero per assistere le imprese nelle fasi di compilazione online, invio e conservazione delle fatture digitali,  indipendentemente dal loro numero, non solo verso la Pubblica Amministrazione ma anche tra  imprese.

 

La manovra 2018 ha definito infatti il percorso che porterà alla obbligatorietà della Fatturazione Elettronica anche nei rapporti tra privati, imprese e professionisti:

  • dal 1° luglio 2018 l’obbligo scatterà per le cessioni di benzina o gasolio per motori e per le prestazioni di subappaltatori nel contratto di appalti pubblici  
  • dal 1° gennaio 2019 fatturazione elettronica per tutti gli scambi commerciali B2B(Business to Business) tra imprese e anche professionisti
 
Indicazioni pratiche 

Per poter compilare, firmare, trasmettere e conservare la fatture nel nuovo formato elettronico è necessario dotarsi di alcuni strumenti:

La firma digitale 

La firma digitale, equivalente elettronico della tradizionale firma autografa su carta, consente di scambiare in rete documenti con piena validità legale garantendone autenticità e integrità. Possono dotarsi di firma digitale tutte le persone fisiche: cittadini, amministratori e dipendenti di società e pubbliche amministrazioni.

SPID

Spid è il Sistema Pubblico di Identità Digitale, la soluzione per accedere a tutti i servizi online della pubblica amministrazione e dei privati con un’unica Identità Digitale. Il sistema SPID assicura la piena protezione dei dati e garantisce la privacy. 

 
Conservazione a norma

Il sistema di conservazione garantisce nel tempo le caratteristiche di autenticità, integrità, affidabilità, leggibilità e reperibilità dei documenti informatici, come previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale. Le modalità operative per realizzare l’attività di conservazione sono definite dall’Agenzia per l’Italia Digitale, che gestisce anche l’elenco dei conservatori accreditati.  

 Per il fornitore

Tutti i fornitori delle Pubbliche Amministrazioni devono emettere, trasmettere e conservare le fatture verso le PA, esclusivamente nel formato e nelle modalità elettroniche previste dalla legge.

 

Per verificare i dati relativi ad un Ente statale è possibile consultare l'IPA, Indice delle Pubbliche Amministrazioni www.indicepa.gov.it, dove si trovano le informazioni fondamentali per la predisposizione della fattura elettronica; in particolare il codice univoco assegnato agli uffici deputati alla ricezione delle fatture elettroniche il cui inserimento nelle fatture emesse nei confronti delle pubbliche amministrazioni è obbligatorio.

 

Il fornitore che deve emettere una fattura nei confronti di un soggetto diverso dalla PA può compilare, conservare a norma e inviare tramite PEC le fatture emesse verso soggetti privati. Dal 1° Gennaio 2017 il Sistema di Interscambio (SdI), gestito dalla Agenzie delle Entrate, è messo gratuitamente a disposizione dei contribuenti anche con riferimento alle operazioni effettuate nei confronti di privati (e non solo della PA). I contribuenti possono scegliere di trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate tutte le fatture attive e passive e le relative variazioni. 

 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.2/5 (10 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria TouringSARIdiritto annualeBenvenuta ImpresaUnica Umbriaimpresa italia