Home > Comunicazione e Informazione > News > Assegni bancari e circolari: pagamento in forma elettronica. Protesto e constatazione equivalente richiesti solo con modalità telematica

Assegni bancari e circolari: pagamento in forma elettronica. Protesto e constatazione equivalente richiesti solo con modalità telematica

 

E’ stato pubblicato, sulla G.U. n. 54 del 6 marzo 2015, il Decreto 3 ottobre 2014 n. 205, che regolamenta la presentazione al pagamento in forma elettronica degli assegni bancari e circolari.

 

Il regolamento del Ministro dell’Economia e delle Finanze, emanato ai sensi dell’art. 8, comma 7, lettere b), c), d) ed e) del D.L. n. 70/2011, contiene le disposizioni attuative volte a rendere operativo il nuovo regime dei pagamenti elettronici.

 

Il Decreto Legge 13 maggio 2011, n. 70, convertito con legge 12 luglio 2011, n. 106, ha introdotto infatti alcune rilevanti modifiche al R.D. n. 1736 del 21 dicembre 1933 (cd. “Legge Assegni”), riconoscendo piena validità giuridica alle copie informatiche degli assegni cartacei e introducendo la possibilità di effettuare in modalità elettronica sia la presentazione al pagamento degli assegni sia i relativi atti di constatazione del mancato pagamento (protesto e constatazione equivalente).

Si ha presentazione in forma elettronica quando il trattario o l’emittente ricevono dal negoziatore l’immagine dell’assegno, unitamente alle informazioni che saranno individuate dal regolamento della Banca d’Italia di cui si attende l’emanazione (art. 2).

Inoltre il suddetto Decreto fornisce specifiche indicazioni relative al protesto, prevedendo che, in caso di mancato pagamento dell’assegno presentato in forma elettronica, il protesto o la constatazione equivalente possono essere richiesti esclusivamente con modalità telematiche, secondo le modalità che saranno stabilite dalla Banca d’Italia. In tali casi il Pubblico Ufficiale o la Banca d’Italia effettueranno il protesto o la constatazione equivalente esclusivamente sulla base dell’immagine dell’assegno e delle informazioni ricevute in modalità telematica (art.4).

Per completare il quadro normativo di riferimento, si attende ora il regolamento della Banca d’Italia che detti le regole tecniche per l’attuazione del provvedimento ministeriale.

 

Scarica il testo del Decreto n. 205/2014 

 

Per informazioni:


Ufficio Protesti

Sede di Via Cacciatori delle Alpi, 42 - Perugia

Orario di apertura al pubblico

da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00

protesti@pg.camcom.it

protesti@pg.legalmail.camcom.it  

Voci collegateassegno, invio telematico

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.0/5 (18 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria TouringSARIdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia