Home > Bandi > Bandi aperti > Bando Voucher Digitali I4.0 Misura A - Anno 2018

Bando Voucher Digitali I4.0 Misura A - Anno 2018

 

Nel quadro del progetto Punto Impresa Digitale (PID), la Camera di commercio di Perugia ha pubblicato il nuovo Bando "VOUCHER DIGITALI I4.0 - Misura A" per l'anno 2018.

 

A chi è rivolto 

Possono beneficiare delle agevolazioni le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese come definite dall’Allegato I al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione europea, aventi sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Perugia e in regola con il pagamento del diritto annuale. Le imprese beneficiarie devono essere attive, in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese.

 

Soggetti destinatari dei voucher:

  • i voucher sono unitari e concessi direttamente alla singola impresa, la quale deve tuttavia partecipare ad un progetto aggregato proposto da un unico proponente
Obiettivi 
  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell'utilizzo delle tecnologie I4.0, in una logica di filiera produttiva, di aggregazione e condivisione delle tecnologie e attraverso la realizzazione di progetti in grado di mettere in luce i vantaggi ottenibili attraverso il nuovo paradigma tecnologico e produttivo;
  • promuovere l'utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0;
  • a lungo termine, stimolare la domanda di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall'applicazione di tecnologie I4.0.
Caratteristiche del contributo 

Lo stanziamento complessivo delle risorse, interamente a carico della Camera di Commercio, è di 45.000 euro:

  • il contributo massimo del voucher è pari a 5.000 euro (oltre la premialità per il rating della legalità prevista all’art.12)
  • investimento minimo richiesto  2.000 euro

Spese ammissibili 

  • servizi di consulenza relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2 del Bando
  • attività di formazione specialistica complementare alla consulenza, erogata direttamente dal fornitore principale dei servizi o tramite soggetto individuato dal fornitore principale stesso (in tal caso tale soggetto deve essere specificato in domanda). Le spese per formazione sono ammissibili esclusivamente se essa riguarda una o più tecnologie tra quelle previste dall’art. 2, Elenco 1, della parte generale del Bando  

 

Nel caso della formazione il 60% dei costi ammissibili se beneficiarie sono medie imprese; il 70% dei costi ammissibili, se beneficiarie sono micro o piccole imprese.

Nel caso dei servizi di consulenza in materia di innovazione il 50% dei costi ammissibili, elevabili fino al 75%, a condizione che l’importo totale degli aiuti per servizi di consulenza in materia di innovazione non superi  200.000 euro per beneficiario nell’arco di tre anni.

 

Il contributo viene concesso in misura fissa ed è erogato al raggiungimento dell’investimento minimo previsto sulla base delle spese effettivamente sostenute.

Tutte le spese devono essere sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda ed entro 180 giorni dalla data della determinazione dirigenziale di approvazione delle domande ammesse.

 

Modalità di presentazione delle domande 

Le domande, firmate digitalmente, dovranno essere inviate esclusivamente in modalità telematica tramite la piattaforma Web Telemaco (http://webtelemaco.infocamere.it ) - Servizi e-gov - Contributi alle imprese - a partire dalle ore 8.00 del giorno 15 ottobre 2018 fino alle ore 21.00 del 20 novembre 2018.

 

Per informazioni e supporto nella compilazione della domanda 

PID Punto Impresa Digitale

pid@pg.camcom.it

Tel 075 5748262

 

U.O.S. Accesso al credito, contributi per manifestazioni ed eventi 

contributi@pg.camcom.it  
Tel 075 5748366-211-247
 
Documentazione
 
 

 

La pratica telematica di contributo, generata tramite il modulo base di Telemaco, è un file con estensione .xlm generato dal sistema da scaricare e firmare digitalmente Istruzioni webtelemaco


Note:
Il legale rappresentante dell’impresa deve essere dotato di dispositivo di firma digitale.
L’impresa deve avere una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) attiva.
L’impresa deve aver aderito alla convenzione Telemaco Pay o in alternativa il legale rappresentante può incaricare un soggetto terzo indicandolo nell’apposito modulo predisposto dalla Camera. Eventuale incarico è relativo esclusivamente alla presentazione e invio telematico della pratica. Nelle fasi successive l’interlocutore sarà necessariamente l’impresa.
 

Si consiglia di effettuare l’inoltro telematico delle domande dalle ore 8.00 alle ore 21.00 dal lunedì al venerdì e dalle ore 8.00 alle ore 14.00 il sabato. Nei giorni festivi e al di fuori di questi orari nei giorni feriali non è garantito il corretto funzionamento del servizio in caso di sospensione per manutenzione. Il sistema Telemaco respinge le pratiche con allegati di dimensioni complessive superiori a 20 MB. Si consiglia di scansionare i documenti in gradazioni di grigio o bianco e nero e di adottare una risoluzione non superiore ai 200 dpi. Per assistenza sulla pratica telematica, è possibile contattare il numero di Infocamere 049 2015215. 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 5.0/5 (2 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria TouringSARIdiritto annualeBenvenuta ImpresaUnica Umbriaimpresa italia