Home > Comunicazione e Informazione > News > Sostenibilità: ritorna il Premio Impresa Ambiente, il più alto riconoscimento italiano per le aziende green

Sostenibilità: ritorna il Premio Impresa Ambiente, il più alto riconoscimento italiano per le aziende green

 

A cinque anni dall’ultima edizione ritorna il Premio Impresa Ambiente, il più alto riconoscimento italiano per le imprese private e pubbliche che si siano distinte in un’ottica di sviluppo sostenibile, rispetto ambientale e responsabilità sociale.

 

Dal 1° agosto al 30 settembre 2020 sono aperte le candidature all'ottava edizione del Premio Impresa Ambiente sul sito www.premioimpresambiente.it

 

Promosso dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo, con la collaborazione di Unioncamere e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, il bando dell’ottava edizione del Premio si rivolge a imprese, enti pubblici e privati italiani che abbiano contribuito con progetti, soluzioni o prodotti a migliorare l’impatto economico, sociale e ambientale in Italia.

 

Porta d’accesso per l’European Business Awards for the Environment (EBAE), promosso dalla Commissione Europea (DG Ambiente), il premio ritorna in un momento particolare per le imprese italiane alle prese con la ripartenza post Covid-19, con l’obiettivo di valorizzare e incentivare modelli di sviluppo sostenibile, stando al passo con la tabella di marcia disegnata dal Green Deal europeo e dagli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

 

Attivo dal 2006 il Premio Impresa Ambiente è stato assegnato finora a 32 imprese, tra cui 5 giovani imprenditori e dirigenti d’azienda under 40 e un’azienda - la Sotral SpA di Torino - che si è aggiudicata l’EBAE 2006. Più di 60 sono le realtà imprenditoriali italiane che hanno ricevuto una menzione speciale per essere riuscite a cogliere i cambiamenti e le opportunità dell’economia green e sviluppare soluzioni e tecnologie utili all’ambiente e alla società. 

 
Possono partecipare al Premio Impresa Ambiente tutte le imprese regolarmente iscritte alla Camera di Commercio (microimprese, piccole, medie e grandi imprese) e in particolare le organizzazioni che:
  • hanno sede legale, o una sede operativa, nel territorio italiano;
  • sono in regola con gli obblighi contributivi di cui al Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.);
  • non siano in stato di liquidazione volontaria, né sottoposti ad alcuna procedura concorsuale;
  • non abbiano riportato condanne definitive negli ultimi cinque anni in sede penale in materia di ambiente, salute e sicurezza sul lavoro;
  • non abbiano procedimenti penali in materia di ambiente, salute e sicurezza sul lavoro, avviati negli ultimi due anni.
 
  Fonte Camera di Commercio di Venezia Rovigo  -  Unioncamere

Voci collegateambiente, green economy, sviluppo sostenibile

Esprimi il tuo voto:

Rating: 4.3/5 (12 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia