Home > Comunicazione e Informazione > Primo piano > Excelsior, i programmi occupazionali delle imprese rilevati dal sistema delle Camere di commercio

Excelsior, i programmi occupazionali delle imprese rilevati dal sistema delle Camere di commercio

uploaded/Immagini/Icone/logo_piccolo_colori.jpg

 

Lavoro in provincia di Perugia: 1.740 le assunzioni previste dalle imprese nel mese di agosto 2020. Nello stesso mese in Umbria le assunzioni saranno 2.270.


L'arretramento è forte rispetto a un anno fa, sia su base provinciale Perugia - 16,7%, che su base regionale Umbria - 17,5%.


La circoscrizione Centro Italia è la migliore e riesce a contenere il calo della domanda di personale a - 15,9% contro il meno 20% del Nord Ovest, il meno 17,6% del Sud e delle Isole, il meno 16,2% del Nord Est.


Meglio di un punto percentuale rispetto alla media nazionale la flessone delle previsioni occupazionali per agosto ’20, in provincia di Perugia: - 16,7% contro -17,7%. Fa leggermente peggio l’Umbria, che si attesta sulla media nazionale: - 17,5% contro - 17,7%.

 

Giorgio MencaroniPresidente della Camera di Commercio di Perugiaha presentato i dati dell’indagine Excelsior sui programmi occupazionali delle imprese Umbre e della provincia di Perugia per il mese di agosto 2020: “C’era grande attesa per questo dato, che segna il punto sulle necessità occupazionali delle imprese, rispetto all’attività che si prevede di poter realizzare. Non è una risposta positiva”.

 
“La flessione delle entrate al lavoro previste dalle imprese resta a doppia cifra: in un anno - 16,7% per la provincia di Perugia, - 17,5% per la regione Umbria. Minimo conforto viene dal fatto che in provincia di Perugia andiamo meglio di un punto percentuale rispetto alla media nazionale (-17,7%)”.
 
“Ma nonostante tutto, la risposta delle imprese c’è stata e la tendenza va letta in miglioramento. Rispetto allo scorso mese di luglio, infatti, le previsioni occupazionali delle imprese umbre sono passate da un calo del 40,4% a uno del 17,5%. Un segno sempre negativo, ma molto meno netto e pesante. In risalita rispetto al fondo toccato un mese fa”.
 
Per l’autunno tuttavia predomina ancora un clima di incertezza: sono infatti 7.320, le assunzioni programmate dalle imprese considerando l’intero trimestre agosto-ottobre. Mancano 2.580 posti di lavoro rispetto allo stesso trimestre di un anno fa (-26,6%). Ma quelli erano veramente altri tempi e quindi la creazione di 7.320 nuovi posti di lavoro va comunque letta come una prova di grande volontà di ripresa e di fiducia dopo una tragedia le cui dimensioni forse non abbiamo ancora a pieno realizzato”.
 
I dati Excelsior dicono che ad agosto delle 1.740 entrate al lavoro il 25% saranno stabili, ossia con contratto a tempo indeterminato o di apprendistato.
 
Il 17% sarà destinato a dirigenti, specialisti e tecnici, quota superiore alla media nazionale (16%).
Per una quota pari al 34% le assunzioni interesseranno giovani con meno di 30 anni, mentre il 10% delle entrate previste sarà destinato a personale laureato.
 
In 38 casi su 100 le imprese prevedono di avere difficoltà a trovare i profili desiderati.
Le previsioni di assunzione si concentreranno per il 63% nel settore dei servizi e per il 66% nelle imprese con meno di 50 dipendenti.

 

 

Voci collegateexcelsior, mercato occupazionale

Esprimi il tuo voto:

Rating: 4.5/5 (2 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria TouringSARIdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia