Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Osservatorio congiunturale manifatturiero e commercio - IV trimestre 2010

11-04-2011

Osservatorio congiunturale manifatturiero e commercio - IV trimestre 2010

 

 

Positiva la chiusura 2010 per la manifattura industriale della provincia di Perugia: per il settimo trimestre consecutivo Produzione, Fatturato e Ordinativi sono in crescita e riavvicinano le posizioni pre crisi.


Bene Meccanica, le Industrie Alimentari e delle Bevande, Industrie della Carta, Stampa, Editoria, le Industrie Macchine Elettriche ed Elettroniche. In affanno Tessile, Abbigliamento, Cuoio e Calzature e le Industrie che trattano Minerali non metalliferi.

 

 

A spingere la ripresa le imprese più grandi, con il segno meno quelle più piccole fino a 9 dipendenti. E meglio di tutte le altre vanno le imprese che fanno export, +1,5% su III trim. 2010.


Ancora in difficoltà il Manifatturiero Artigiano, ma con un buon + 2,7% nelle esportazioni.

 

Commercio: vendite in territorio negativo, ma in risalita rispetto al III trimestre 2010.



Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia: “L’economia provinciale dimostra dinamismo e vitalità e, pur a velocità contenuta, si riavvicina ai livelli pre crisi. Il nostro Manifatturiero, tuttavia, appare meno competitivo sia rispetto a quello delle altre regioni del Centro, che al resto d’Italia, dove la crescita è più forte e differenziata. Una condizione che deve indurre a tenere alta la guardia sul fronte della politica economica a favore del sistema economico provinciale”.

  

Osservatorio Congiunturale sul Manifatturiero e sul Commercio realizzato dalla Camera di Commercio di Perugia in collaborazione con Unioncamere nazionale su due campioni di 298 aziende rappresentative delle piccole e medie imprese provinciali (fino a 500 dipendenti) del Settore Manifatturiero, industriale e artigianale e di 121 aziende del commercio al dettaglio della provincia di Perugia.

 

 

Il IV trimestre 2010 è il settimo consecutivo di crescita per il Manifatturiero della provincia di Perugia: Produzione, Fatturato e Ordinativi sono tutti in progresso e si riavvicinano alle posizioni pre crisi.


“E’ un nuovo passo avanti per il nostro sistema produttivo impegnato a sostenere l’impatto con una delle peggiori crisi di sempre, ad un tempo finanziaria ed economica. Ma non mancano le situazioni di disagio: le imprese di più piccole dimensioni che non riescono ad intercettare la ripresa; la manifattura artigiana che pur dando qualche segnale di vivacità, resta in territorio negativo; il Commercio, che nel periodo più proficuo dell’anno – l’ultimo trimestre appunto – resta al di sotto dei valori del 2009 riuscendo a malapena ad aumentare le vendite rispetto ai tre mesi precedenti”.


E’ questo il commento del presidente della Camera di Commercio di Perugia Giorgio Mencaroni ai risultati dell’Osservatorio Congiunturale sul Manifatturiero e sul Commercio relativi al IV trimestre del 2010, realizzato dalla Camera di Commercio in collaborazione con Unioncamere nazionale.


“Non deve essere comunque sottovalutato – ha precisato Mencaroni - il buon risultato del Manifatturiero nel suo complesso, che nel IV trimestre 2010 ha messo a segno un nuovo passo avanti verso il ritorno alla situazione pre crisi. Semmai desta preoccupazione quella che io giudico una perdita di competitività da parte del nostro sistema manifatturiero rispetto al Centro Italia e alla media Italia: in entrambi i casi la crescita è superiore alla nostra”. “E’ il ripetersi di un fenomeno cui abbiamo già assistito in passato” ha notato il presidente Mencaroni. “Il sistema economico provinciale, per le sue particolari caratteristiche, entra in crisi più tardi, ma più tardi ne esce. E la ripresa – come quella attuale – risulta squilibrata e disomogenea tra settori e dimensioni di impresa”. “Ci confortano – ha continuato Giorgio Mencaroni – le previsioni per la prima parte del 2011 espresse dai nostri imprenditori, che restano improntate ad un moderato ottimismo”.

 

I risultati dell’Osservatorio - Manifatturiero IV Trimestre 2010

 

Nel IV trimestre dell’anno si rafforza ulteriormente la ripresa della Produzione manifatturiera provinciale, dopo il miglioramento del III trimestre; la variazione tendenziale registra un +1,6% a fronte dello 0,4% del trimestre precedente, ma la crescita provinciale è inferiore a quella delle regioni del Centro (+1,9%) e soprattutto a quella nazionale (+3,3%). La crescita del Fatturato delle imprese manifatturiere in chiusura d’anno si consolida e arriva a +1,5%, a fronte del +0,2% del III trimestre dell’anno. In questo caso, il dato è in linea con quello del Centro, ma è meno della metà rispetto alla media nazionale (+3,2%).
+ 2,0% tendenziale (rispetto allo stesso periodo del 2009) per gli Ordinativi delle imprese manifatturiere della provincia, migliore del +0,6% dello scorso trimestre. Il valore provinciale appare, tuttavia, resta al di sotto di quello del Centro, pari a +2,4%, e della media nazionale, che si attesta a +3,2%.

 

La crescita è spinta dalle imprese di maggiori dimensioni. Ricompare, infatti, il segno positivo per la variazione tendenziale delle imprese da 10 a 49 dipendenti: +1,7% per la Produzione, +1,2% per il Fatturato e +2,3% per gli Ordinativi. Ancora più positivo l’andamento delle imprese con più di 49 dipendenti, che fanno registrare +2,1% nella Produzione, +2% nel Fatturato e +2,4% negli Ordinativi. Perdono terreno le migliaia di piccole imprese manifatturiere, quelle con meno di 10 dipendenti, che registrano flessioni in tutte le categorie considerate: - 1,7% la Produzione, - 1,3% il Fatturato, - 0,7% gli Ordinativi. 

 

I settori più dinamici

A livello settoriale la crescita maggiore del manifatturiero si evidenzia nelle Industrie meccaniche e dei mezzi di trasporto (Produzione +6,7%, Fatturato +7,4% e Ordinativi +7,3%), segue il comparto delle macchine elettriche ed elettroniche (Produzione +3,5%, Fatturato +5,8% e Ordinativi +5,6%) e le Industrie alimentari e delle bevande, (Produzione +4,3%, Fatturato +4,2% e Ordinativi +4,9%). Bene anche le Industrie dei metalli e minerali metalliferi, e l’Industria della stampa, carta e editoria.
Ancora in difficoltà appaiono le Industrie del trattamento dei minerali non metalliferi (Produzione –2,1%, Fatturato –2,3% e Ordinativi -1%), l’Industria Chimica e Farmaceutica (Produzione –0,9%, Fatturato –6,1% e Ordinativi –2,1%).

 

La domanda è debole e i prezzi sul mercato interno scendono

A fine anno si ripresenta il fenomeno della deflazione, a conferma del permanere di una domanda ancora debole. I prezzi praticati nel mercato interno scendono, infatti, dello 0,3% rispetto allo stesso trimestre del 2009, a fronte del + 0,3% del trimestre precedente. Più accentuato il decremento per i prezzi dei prodotti artigianali della provincia, che scendono del 1,2%.

 

 

 

Bene l’export, ma in rallentamento sul trimestre precedente

Ancora positiva, ma in rallentamento, la variazione delle esportazioni: +1,5% la crescita tendenziale dell’export manifatturiero nel IV trimestre 2010, a fronte del +2,9% dello scorso trimestre. La crescita provinciale, inoltre, si colloca nettamente al di sotto della media nazionale (+5%).
La sorpresa viene dalle imprese artigiane che realizzano una quota di export superiore del 2,7% tendenziale, in netto miglioramento rispetto al – 1,3% del III trim. 2010.

 

Aumenta il numero di imprese perugine esportatrici, ma scende il peso delle esportazioni.

La quota delle imprese esportatrici, infatti, passa dall’11,4% del III trimestre 2010 al 13,5% del IV. La media nazionale (23,4%) ci supera di quasi dieci punti percentuali.
Diminuisce, invece, il peso delle esportazioni: nel IV trimestre 2010 l’export rappresenta il 31,9% del fatturato a fronte del 39,1% del trimestre precedente e ancora al di sotto sia del valore Italia (48%) che del Centro (45%).

Restano improntate all’ottimismo le aspettative degli imprenditori perugini. Sono, infatti, caratterizzati dal segno positivo i valori delle previsioni per il I trimestre 2011 e, per di più, quasi tutti superiori alla media nazionale.
A Perugia la percentuale di imprese che prevedono un incremento della Produzione è superiore a quelle che si attendono una diminuzione (saldo +5, superiore rispetto al dato nazionale (+1). Il saldo del Fatturato è pari a +6, in linea con le previsione delle scorso trimestre, e con quelle a livello nazionale. Per gli Ordinativi Interni, il saldo, + 6, è in aumento rispetto al +1 del precedente trimestre e migliore del + 3 nazionale. Stabili le previsioni per gli Ordinativi Esteri.

 

I risultati dell’Osservatorio – Il Commercio IV Trimestre 2010

 


Ancora altalenanti le vendite del settore del Commercio della provincia di Perugia. Dopo la flessione delle vendite evidenziata nel III trimestre del 2010, nell’ultima parte dell’anno si registra un recupero su questa posizione (quasi due punti percentuali), ma resta negativo il confronto rispetto a dodici mesi prima: - 1,1%.
“Preoccupa un andamento che vede il Commercio ancora incapace di recuperare le posizioni della fine del 2009” ha dichiarato il Presidente Mencaroni. “E anche la ripresa delle vendite registrata sul III trimestre 2010, deve essere letta alla luce del fatto che l’ultima parte di ogni anno è il periodo più intenso per ogni attività commerciale. E ancora una volta dobbiamo registrare le maggiori difficoltà del commercio al dettaglio rispetto alla Grande Distribuzione che in provincia di Perugia riesce ad allinearsi ai trend moderatamente positivi del livello nazionale”.

 

La variazione tendenziale delle vendite delle imprese commerciali in provincia, registra, dunque, una flessione del 1,1% nel IV trimestre 2010, rispetto all’analogo periodo del 2009. Stavolta, al contrario che nel Manifatturiero, le variazioni provinciali sono migliori sia rispetto a quella registrata a livello nazionale (-1,9%) sia rispetto a quella delle regioni del Centro (-2,1%).
Il bilancio in rosso delle vendite provinciali è da ricondurre ai risultati negativi conseguiti dalle imprese del commercio al dettaglio di prodotti alimentari (-2,2% a fronte del -4,3% dello scorso trimestre) e non alimentari (-1,3%, migliore del -3,5%, del III trimestre 2010). La GDO (Grande Distribuzione), invece, evidenzia una crescita del +0,7%, in lieve miglioramento rispetto allo scorso trimestre (+0,5%). I dati provinciali sono migliori della media nazionale, per quanto riguarda il commercio al dettaglio, mentre la grande distribuzione nella provincia registra risultati perfettamente in linea con la media nazionale (+0,7%)

 

Commercio: le previsioni

 

Sono negative le previsioni relative alla prima parte del 2011 formulate dalle imprese commerciali della provincia. La percentuale di imprese che prevede un incremento delle vendite è inferiore a quella che si attende una diminuzione: il saldo, pertanto, è negativo (-2) e in netto peggioramento rispetto al +29 del III trimestre 2010, anche se il valore provinciale risulta in linea con il dato nazionale. Il saldo negativo è determinato dal commercio al dettaglio, infatti, il commercio di prodotti non alimentari si attesta a -9 e il commercio di prodotti alimentari a –4. La grande distribuzione, all’opposto, evidenzia un saldo positivo pari a +11.
I commercianti prevedono che entro un anno il mercato rimarrà stabile. Le previsioni ad un anno, infatti, nel 67% dei casi segnalano vendite stazionarie, la percentuale risulta in lieve aumento rispetto allo scorso trimestre (64%). Il 30% prevede che il mercato registrerà uno sviluppo, in lieve attenuazione rispetto al 33% del III trimestre 2010. Infine il 2% si aspetta una contrazione dell’attività. Previsioni più incoraggianti si evidenziano per la grande distribuzione, con l’85% delle imprese che prevede un mercato in espansione, in lieve aumento rispetto al 81% del precedente trimestre.

 

Scarica il comunicato completo di tabelle
 

 

 




 

 

Allegati

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.6/5 (43 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia