Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Piano della Performance e Programma triennale per la Trasparenza presentati oggi al Consiglio Camerale

22-07-2011

Piano della Performance e Programma triennale per la Trasparenza presentati oggi al Consiglio Camerale

 

C’è una Pubblica Amministrazione che cambia davvero.

 

Presentati al Consiglio della Camera di Commercio di Perugia il Piano della Performance 2011 e il Programma triennale per la Trasparenza e l’Integrità, già approvati e resi esecutivi dalla Giunta Camerale.

Strumenti che portano la Camera di Commercio di Perugia in prima fila nel recepimento e nell’attuazione dei principi di riforma della Pubblica Amministrazione dettati dal decreto legislativo 150 del 2009.

 

Trasparenza, Valutazione, Merito: un percorso che cambia la Pubblica Amministrazione e la rende strumento al servizio del cittadino e dell’impresa.

 

Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio: “La nostra Camera non si è fermata alle enunciazioni di principio: qui stiamo realizzando la trasparenza, intesa come “accessibilità totale” alle attività e ai risultati da queste conseguiti. Ed è proprio questa pressione sui risultati che si viene a creare da parte dell’opinione pubblica, l’elemento di reale novità della riforma”.

 

I contenuti operativi del Piano camerale della Performance 2011 e il Programma per la Trasparenza e l’Integrità sono stati illustrati al Consiglio camerale dal Segretario Generale Mario Pera e dal Responsabile della Comunicazione Paola Buonomo.

 

Il Consiglio della Camera di Commercio, espressione delle categorie economiche, aperto alla rappresentanza dei consumatori e degli utenti, ha dedicato la sua ultima seduta all’analisi del Piano camerale della Performance 2011 e del Programma per la Trasparenza e l’Integrità, già approvati e resi operativi dalla Giunta ad inizio anno, in ottemperanza a quanto stabilito dal Decreto legge 150 per la riforma della Pubblica Amministrazione.


“La nostra Camera di Commercio non si è fermata alle enunciazioni di principio – ha ricordato il presidente dell’ente Giorgio Mencaroni. Qui la riforma sta procedendo concretamente e stiamo dando sostanza al concetto di trasparenza, intesa come “accessibilità totale” alle attività e ai risultati da queste conseguiti. Ed è proprio questa pressione sui risultati che si viene a creare da parte dell’opinione pubblica, l’elemento di reale novità della riforma”.


Il DL 150 del 2009, che reca la Riforma della Pubblica Amministrazione, ha segnato l’avvio di un percorso complesso e articolato per le organizzazioni pubbliche, che afferma o riafferma con decisione concetti chiave quali trasparenza e integrità, valutazione delle performance, merito e premialità. Concetti ai quali la Camera di Commercio di Perugia ha dato concreta attuazione con il varo del Piano delle Performance 2011 e del Programma per la Trasparenza e l’Integrità.


Ed è il valore della trasparenza a fare da filo conduttore dei due strumenti operativi. “Solo attraverso la gestione della trasparenza – ha detto ancora Mencaroni - si può sviluppare un elevato livello di orientamento ai risultati da parte degli stessi dipendenti pubblici, e di partecipazione da parte dei referenti esterni alla pubblica amministrazione. Allo stesso modo la trasparenza rafforza e legittima il processo di misurazione e valutazione delle performance e permette di gestire il sistema della selettività e della premialità. In questo modo si è aperta la strada a un concetto nuovo di trasparenza, che scardina il tradizionale approccio a senso unico, concessione da parte della Pubblica Amministrazione, secondo cui si aveva diritto ad accedere alle informazioni solo in presenza di determinate condizioni e specifici interessi”.
Ancora il presidente Mencaroni: “Voglio rimarcare che l’intera materia non deve essere considerata solo un adempimento formale. Essa deve costituire anche un’importante occasione per esplicitare e rafforzare il legame che sussiste fra i bisogni della collettività, la nostra missione istituzionale, le priorità politiche, le strategie, gli obiettivi e gli indicatori di risultato della nostra amministrazione”.


Il processo di attuazione della riforma è stato completato dalla Camera di Commercio perugina con l’istituzione dell’Organismo Indipendente di Valutazione, già nominato dalla Giunta camerale con propria delibera, composto da tre professionisti di chiara fama: il prof. Gianfranco Cavazzoni, l’ing. Sergio Cimino e l’avv. Antonio Coaccioli.
“L’evoluzione all’orizzonte – ha annunciato Mencaroni - è di fare della trasparenza uno strumento di relazione e coinvolgimento dei propri referenti per avvicinare sempre più la singola amministrazione pubblica alla collettività e, attraverso una attenta strategia di ascolto, coglierne i suggerimenti per migliorare la qualità delle prestazioni”.


Il presidente Mencaroni ha poi ricordato le priorità politiche sulle quali la Camera ha voluto focalizzare la propria azione per il prossimo triennio:
 

  • innovazione e miglioramento dei servizi amministrativi alle imprese, puntando prevalentemente su e-government, automazione dei servizi e semplificazione delle procedure, per supportare la competitività del sistema economico
  • promozione e sviluppo dell’economia locale e del territorio, attraverso leve e azioni differenziate quali l’internazionalizzazione delle imprese, la promozione delle produzioni tipiche e di qualità, il sostegno all’innovazione e al miglioramento delle infrastrutture
  • interventi specifici in settori ritenuti “strategici” per il territorio, in particolare, il turismo e le produzioni agroalimentari
  •  

Il Segretario Generale Mario Pera ha illustrato al Consiglio il Piano della Performance e il suo stato di avanzamento al 1° quadrimestre 2011.


“La Camera di Perugia – ha detto Mario Pera – ha già attivato il “ciclo di gestione della performance”, che ha consentito di razionalizzare e integrare l’impianto di pianificazione, gestione e controllo esistente, in modo da orientare l’azione dell’ente a favore dei bisogni delle imprese e del territorio per il miglior utilizzo delle risorse a disposizione. Esso fonda le proprie basi su tre concetti-chiave:
 

  • la Performance: si tratta del contributo, cioè del risultato e delle modalità di raggiungimento del risultato, che le varie componenti organizzative (individui, gruppi di individui, unità organizzative, ente nel suo complesso) apportano attraverso le proprie azioni al raggiungimento delle finalità e degli obiettivi dell’ente ed, in ultima istanza, alla soddisfazione dei bisogni della collettività in vista dei quali l’Ente è stato costituito;
  • la Premialità (il merito): esprime il collegamento tra la misurazione e la valutazione delle performance organizzative e la misurazione e la valutazione delle performance individuali. Si tratta di un fondamentale collegamento destinato all’utilizzo degli strumenti di incentivazione e di sviluppo delle professionalità che operano nell’ente;
  • la Trasparenza: pone in rilievo il processo attraverso il quale l’ente rende realmente accessibile il proprio operato agli utenti e a tutti i soggetti portatori di interesse. La trasparenza è infatti intesa come accessibilità “delle informazioni concernenti ogni aspetto dell’organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all’utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dell’attività di misurazione e valutazione”.

 

Il Segretario Generale ha concluso ricordando come, nel perseguire i propri obiettivi, l'Ente camerale si rapporta con altri attori della scena istituzionale, tessendo relazioni funzionali con la Regione e gli altri Enti locali, con le Associazioni imprenditoriali, il sistema delle banche e dei confidi, con il mondo dell'Università e della ricerca, e con altre strutture locali che operano nel territorio, oltre che con i livelli regionali e nazionali del sistema camerale (Unioni Regionali e Unioncamere) e con il Centro Estero Umbria.


Paola Buonomo, responsabile della Comunicazione, ha illustrato il Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità e il relativo stato di attuazione.


“Le principali disposizioni sulla trasparenza nelle pubbliche amministrazioni introdotte dal decreto di riforma – ha detto Paola Buonomo - possono essere ricondotte alla creazione e all'aggiornamento continuo di un'apposita sezione sul proprio sito internet (denominata Trasparenza, Valutazione e Merito), che contiene tutte le informazioni concernenti l’organizzazione, gli andamenti gestionali, l’utilizzo delle risorse per il perseguimento dei risultati, nonché l’attività di misurazione e valutazione, favorendo forme diffuse di controllo interno ed esterno, anche da parte del cittadino; all’’adozione del Programma triennale per la Trasparenza e l’Integrità, da pubblicare anch'esso on line, unitamente al suo stato di attuazione. E all’organizzazione di apposite Giornate della Trasparenza”.


“L’adozione del Programma da parte della Giunta camerale di Perugia – ha concluso la Responsabile della Comunicazione della CCIAA - è stata preceduta da un processo interno di check-up dei dati da pubblicare on line, finalizzato alla individuazione delle strutture interne “fonti” dei dati, alla verifica della effettiva disponibilità degli stessi e della loro periodicità di aggiornamento, alla definizione delle modalità di pubblicazione”.


Già consultabili dal sito istituzionale della Camera www.pg.camcom.gov.it i contenuti previsti dalla normativa, quali ad esempio, i dati relativi a: organizzazione e procedimenti, personale, incarichi e consulenze, bandi di gara, pubblicità legale (provvedimenti adottati dagli organi), sovvenzioni, contributi, crediti e sussidi, gestione dei pagamenti.

 

 



 

Voci collegatecomunicazione, performance, trasparenza

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.8/5 (64 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia