Home > La nascita dell'impresa > Iscrizione > Albo imprese artigiane

Albo imprese artigiane

 

Principali riferimenti normativi

Legge quadro per l’artigianato 08 Agosto1985 n. 443.

Legge Regionale 13 Febbraio 2013 n. 4 “Testo Unico in materia di Artigianato”

 
Cos’è
 
L’Albo delle Imprese Artigiane è istituito presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato  e Agricoltura competente territorialmente. La Camera di Commercio, oltre alla tenuta e all’aggiornamento dell’Albo, svolge le seguenti funzioni: 
  • rilascio dei certificati, atti e visure secondo le risultanze dell’Albo
  • riconoscimento dei requisiti di mestiere artistico tradizionale e dell’abbigliamento su misura di cui al D.P.R. 25 maggio 2001 n. 288
  • attività di accertamento e controllo sulla sussistenza della qualifica artigiana in capo alle imprese iscritte all’Albo
  • accertamento degli illeciti amministrativi a seguito violazione del disposto normativo (omessa o ritardata presentazione di comunicazione di iscrizione – modifica  – cessazione) e della notifica dei relativi verbali sanzionatori

Definizione artigianato

 
Chi deve iscriversi
 
L’scrizione nell’Albo è obbligatoria per le imprese artigiane e per le società, anche cooperative, con esclusione delle Spa, delle Srl pluripersonali e delle Società in accomandita per azioni.
  • In caso di società, la maggioranza dei soci deve prestare la propria opera, anche manuale, nell’ipotesi di società con due soci è sufficiente la prestazione lavorativa di uno dei due.
  • Le Srl pluripersonali possono, invece, essere iscritte solamente su richiesta e qualora la maggioranza dei soci, ovvero uno nel caso di due soci, svolga in prevalenza lavoro personale, anche manuale, nel processo produttivo e detenga la maggioranza del capitale sociale e degli organi deliberanti della società.
  • I consorzi e le società consortili, anche in forma di cooperativa, sono iscritti all’Albo delle imprese artigiane nel caso in cui il numero delle imprese artigiane consorziate non sia inferiore ai due terzi e queste ultime detengano la maggioranza dell’organo deliberante.
  • Tutte le imprese aventi i requisiti di cui agli art. 2, 3, 4 della L. n. 443/85 sono tenute ad essere iscritte all’Albo imprese artigiane, ad eccezione dei soggetti che svolgono attività quale lavoratore subordinato superiore alle 20 ore settimanali, o altre attività per le quali il soggetto è già sottoposto a pagamento contributivo obbligatorio (libero professionista, commerciante, coltivatore diretto ecc.).

N.B. L’iscrizione comporta l’inserimento automatico negli elenchi previdenziali (INPS) per il titolare, i soci partecipanti al lavoro ed eventuali familiari collaboratori.

 

Modalità di iscrizione e comunicazione variazioni
 
Ai fini dell’avvio dell’attività artigianale l’interessato deve presentare con modalità telematiche (Applicativo Comunica > Piattaforma Starweb) la comunicazione unica per la nascita dell’impresa.
La comunicazione unica attesta il possesso dei requisiti di qualifica artigiana previsti e definiti dagli art. 7 – 8 – 9 del T.U. L.R. 13 febbraio 2013 n. 4 e determina l’iscrizione dell’impresa nell’Albo Imprese Artigiane a decorrere dalla data di presentazione della comunicazione stessa.
L’iscrizione all’Albo Imprese Artigiane è condizione per:
  • la concessione delle agevolazioni a favore delle imprese artigiane
  • l’adozione da parte dell’impresa nella denominazione/ditta/insegna/marchio della qualifica “artigianale”
  • gli effetti previdenziali, assistenziali ed assicurativi (all’iscrizione del titolare dell’impresa, dei familiari coadiuvanti, di tutti i soci che partecipano all’attività negli Elenchi Nominativi degli esercenti attività artigiana consegue la trasmissione telematica dei dati da parte dell’Ufficio Artigianato all’Inps che procede all’apertura di una posizione previdenziale dei soggetti sopra indicati).
Ogni variazione relativa all’impresa (attività, sede, posizioni previdenziali, ecc.), la cancellazione dall’Albo per perdita dei requisiti artigiani o per cessazione dell’attività deve essere  trasmessa mediante ComUnica, (Starweb) entro 30 giorni dall’inizio dell’attività artigiana o dal verificarsi delle variazioni dei dati iscritti.
 

Funzioni di accertamento e controllo

 

La Camera di Commercio esercita una attività di accertamento e controllo sulla presenza dei requisiti di impresa artigiana dichiarati in sede di comunicazione di avvio, di modifica o di cessazione dell’attività di impresa.

Qualora l’accertamento dia esito negativo la Camera di Commercio intima all’interessato di conformare - entro 30 gg. - la propria attività alla normativa regionale vigente e, qualora l’interessato non provveda, adotta motivati provvedimenti di cancellazione dall’Albo, ovvero in caso di accertato possesso dei requisiti artigiani, procede all’iscrizione d’ufficio dell’impresa che ha omesso la comunicazione di iscrizione.
 
Ricorso
 
Avverso i provvedimenti adottati dalla Camera di Commercio in tema di iscrizione, modifica, cancellazione dall’Albo, è ammesso ricorso in via amministrativa alla Commissione Regionale per l’Artigianato (inserire il link alla pagina http://www.regione.umbria.it/attivita-produttive-e-imprese/commissione-regionale-per-l-artigianato )entro 60 gg. dalla notifica del provvedimento stesso.
 
 
Per saperne di più 

Voci collegatealbo imprese artigiane, artigianato

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.4/5 (118 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia