Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 01-03-2010 Agricoltura periurbana - Workshop Internazionale

01-03-2010

Agricoltura periurbana - Workshop Internazionale

 

Si è tenuto alla Camera di Commercio di Perugia il Workshop internazionale “Agricoltura periurbana: esperienze a confronto tra Francia e Italia”, organizzato dalla Camera di Commercio di Perugia e dal Dipartimento di Scienze Economiche Estimative e degli Alimenti nell’ambito del Dottorato di Ricerca in "Sviluppo Rurale Sostenibile, Territorio e Ambiente".
Il workshop ha contribuito in modo originale al dibattito scientifico attualmente in corso sulla necessità di integrare le politiche di sviluppo rurale e le politiche di pianificazione, unendo la tradizione degli studi francesi sulle analisi territoriali agricole e gli studi degli economisti agrari italiani sulle analisi aziendali. Tematica che è stata affrontata dallo studio co-finanziato dalla Camera di Commercio, e coordinato dalla Prof.sa Biancamaria Torquati della Facoltà di Agraria di Perugia, sul comprensorio della Valle Umbra Nord volto proprio alla comprensione delle “Dinamiche delle aree rurali in rapporto alle esigenze espresse dai poli urbani. Studio pilota condotto nel sistema locale del lavoro di Assisi”.
Il Workshop, nell’ambito del quale sono stati presentati i risultati raggiunti durante il primo anno di ricerca, ha costituito un importante momento di dibattito e di riflessione grazie alla partecipazione di differenti soggetti direttamente coinvolti nelle politiche di sviluppo rurale e di pianificazione quali: gli amministratori comunali; le organizzazione professionali agricole Coldiretti, Cia e Confagricoltura partners attivi nella realizzazione dello studio; il mondo accademico e i dirigenti regionali sia italiani che francesi.
Dopo la presentazione della ricerca, che ha interessato i comuni di Assisi, Bastia Umbra, Cannara e Bettona, da parte di Biancamaria Torquati e Giulia Giacchè, ricercatori del Dipartimento di Scienze Economiche Estimative e degli Alimenti, sono interventi il Professor André Fleury e il Professor Roland Vidal docenti di Agricoltura Urbana e di Agriurbanismo presso la Scuola Nazionale Superiore di Paesaggio di Versailles. Il Professor Fleury ha riportato alcune delle riflessioni che stanno emergendo in Francia in merito alla integrazione delle politiche agricole con le politiche di pianificazione del territorio, considerando anche la complessità degli spazi rurali e la molteplicità degli attori che lì vivono e lavorano, mentre il Professor Vidal ha fornito una interessante chiave di lettura, basata su dati scientifici, della “sostenibilità” della filiera corta e dell’agricoltura biologica.
Subito dopo sono intervenuti la Dott.sa Sandra Chiarato della Coldiretti Veneto e il Dott. Filippo Antonelli della Confagricoltura di Roma che hanno riportato rispettivamente le loro esperienze di successo in merito alla filiera corta e all’agricoltura biologica. Come rappresentante della CIA è intervenuta la Dott.sa Paola Santeramo, Presidente della Cia di Milano e Lodi, che ha presentato la “Carta dell’Agricoltura periurbana” elaborata nel 2006 in cui sono stati fissati i principi di comportamento a cui devono ispirarsi le Amministrazioni Pubbliche rispetto all’utilizzo delle aree agricole e l’ISTVAP, Istituto per la Tutela e Valorizzazione delle Aree Perturbane.
Importanti elementi conoscitivi sono stati apportati dalla Prof.sa Lionella Scazzosi e dalla Dott.sa Paola Brandiuni del Politecnico di Milano che da anni lavorano nell’area periurbana milanese per cercare di valorizzare le risorse economiche, patrimoniali e culturali che sono presenti in questi territori dando però giusto valore ed importanza agli imprenditori agricoli, attori principali di questi spazi. Infine come rappresentanti delle pubbliche amministrazioni sono intervenuti il Dott. Jean Marie Stephan, per la Regione Île-de-France che ha riportato l’innovativa esperienza francese dell’analisi funzionale volta a comprendere il funzionamento degli spazi agricoli e naturali in modo tale da assicurarla e favorirla, e l’Arch. Maria Carbone per la Regione Umbria che ha parlato dell’esperienza della Regione nella partecipazione al Progetto europeo PAYS.DOC INTERREG IIIB MEDOC conclusosi l’anno scorso e rifinanziato con il progetto Pays.Med.Urban proprio con la finalità di approfondire le aree di interfaccia urbano-rurale.
Il workshop è il secondo appuntamento, dopo il seminario organizzato dalla Facoltà di Agraria nel maggio 2009, sulle tematiche inerenti lo sviluppo sostenibile delle aree rurali con particolare attenzione a quelle periurbane, che pone la Camera di Commercio di Perugia in primo piano rispetto ad un argomento di grande attualità e interesse per la pianificazione territoriale.
“L’idea di fondo del lavoro – ha detto nel suo intervento il Segretario Generale della Camera di Commercio di Perugia Dr. Andrea Sammarco - è che la società intera deve riconoscere alle aree agricole periurbane un valore che va al di là della capitalizzazione di un reddito agrario potenziale, in quanto sono aree produttrici di esternalità e di beni pubblici per tutti i cittadini. Da ciò ne deriva la necessità di individuare percorsi di pianificazione tesi a valorizzare nel medio e lungo periodo le risorse territoriali creando valori privati e collettivi non lesivi degli interessi delle generazioni future”.
L’attenzione della Camera di Commercio di Perugia rispetto a tali tematiche ha permesso di inglobare nello studio degli spazi rurali le problematiche del settore agricolo e i temi della pianificazione, e di realizzare uno strumento GIS che semplifica la convergenza tra pianificatori e imprenditori agricoli.

 

 

 

 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.9/5 (56 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia