Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 18-02-2010 Da Savsky Venac, comune dell'area metropolitana di Belgrado, e Novi Sad in visita a Perugia per stabilire rapporti di cooperazione in campo sociale, economico e culturale

18-02-2010

Da Savsky Venac, comune dell'area metropolitana di Belgrado, e Novi Sad in visita a Perugia per stabilire rapporti di cooperazione in campo sociale, economico e culturale

 

Savsky Venac, municipalità della città di Belgrado e Novi Sad più vicine a Perugia e all’Umbria.
Un protocollo di intesa tra il Comune di Perugia e le corrispondenti amministrazioni serbe è stato sottoscritto ieri a Perugia e per i prossimi 3 anni favorirà la realizzazione di progetti e iniziative congiunti con l’obiettivo di approfondire la reciproca conoscenza, favorire il dialogo tra le popolazioni, incoraggiare rapporti di partnerariato tra le diverse istituzioni locali. In particolare saranno stimolati e favoriti scambi culturali e scientifici, attività di formazione, seminari e visite di studio, mostre, festival e sul, fronte economico, forme di collaborazione e cooperazione tra imprese.
E quest’ultimo aspetto legato alle relazioni commerciali tra i due sistemi produttivi è stato analizzato e approfondito alla Camera di Commercio di Perugia nel corso di un incontro tra il presidente dell’ente Giorgio Mencaroni e la rappresentanza delle città serbe rappresentate dal presidente della municipalità di Savsky Venac Tomislav Djordjevic e dal sindaco del comune di Novi Sad Igor Pavlicic. Presenti all’incontro anche gli altri componenti della delegazione serba gli assessori allo sviluppo e agli spettacoli di Savsky Venac Nemanja Petrovic e Vladimir Djordjevic e il capo di gabinetto e consulente del sindaco di Novi Sad Aleksandar Basic e Goran Bolic.
Il presidente della Camera di Commercio Giorgio Mencaroni ha sottolineato quanto importante sia in un momento come l’attuale, la ricerca di nuovi partner per imprese che hanno forte necessità di produrre e allargare i propri orizzonti commerciali. “Le imprese della nostra provincia stanno resistendo all’impatto con una crisi tutt’altro che superata ma sono pronte a stringere forme di cooperazione commerciale con le imprese serbe di Savsky Venac e Novi Sad”.
Per di più – come hanno fatto notare i rappresentanti della delegazione – la situazione economica della Serbia, pur coinvolta anch’essa nella crisi globale - offre opportunità interessanti e soltanto nel 2009 ha attirati dall’estero investimenti diretti per 2 miliardi di dollari. Inoltre – e anche questo è un fatto che incoraggia l’avvio più stretti e intensi rapporti commerciali – l’Unione Europea ha deciso di scongelare l’accordo commerciale transitorio con la Serbia, che, a sua volta, ha deciso di presentare domanda per il riconoscimento dello status del candidato ufficiale per l’adesione all’Unione Europea.
Un percorso questo cui il protocollo di intesa non è estraneo – hanno affermato il presidente Djordjevic e il sindaco Pavlicic - visto che in esso si riconosce, fra l’altro, il ruolo strategico della cultura, che si configura, nei suoi molteplici aspetti, come uno straordinario strumento di sviluppo umano, sociale ed economico, e che può avere un ruolo essenziale per il successo delle politiche di prossimità e di vicinato, e, quindi, proporsi come un valido sostegno nell’ambito del processo di unificazione dell’Unione Europea”. 


 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.6/5 (43 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia