Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > A Gubbio le Camere di Commercio del centro Italia, venerdì 9 marzo 2012

07-03-2012

A Gubbio le Camere di Commercio del centro Italia, venerdì 9 marzo 2012

 

 

Venerdì 9 marzo 2012 a Gubbio (Palazzo Pretorio, ore 10) le Camere di Commercio del Centro Italia si incontrano per parlare di Turismo.

Base di discussione un focus realizzato da ISNART (Istituto nazionale Ricerche sul Turismo) su “Punti di forza, debolezze e strategie future per il settore turistico” in 729 comuni e 13 province delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche, Molise, Toscana e Umbria.


Le Camere di Commercio del Centro Italia si ritroveranno venerdì 9 marzo al Palazzo Pretorio di Gubbio (inizio ore 10,00) per discutere di Turismo, dei punti di forza e delle debolezze, delle strateguie future da adottare e condividere in un area decisiva per le sorti del comparto turistico nazionale.


L’iniziativa è dell’Associazione Interregionale delle Camere di Commercio del Centro Italia.

Il programma della giornata sarà aperto dal saluto di Diego Guerrini, sindaco di Gubbio e l’intervento di Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia.

A seguire gli interventi di Flavia Maria Coccia, della direzione operativa Isnart a Roma, che interviene sul tema Identità del territorio e nuovi prodotti turistici nelle regioni del Centro Italia, di Alberto Drudi, presidente dell’Associazione Interregionale Cciaa (Centro Italia e turismo: che cosa cambia) e di Ferruccio Dardanello, presidente di Unioncamere nazionale.
Le conclusioni sono affidate agli assessori regionali al Turismo delle Regioni del Centro Italia.
Modera la giornalista Donatella Bianchi.


«Il nostro progetto – Ha dichiarato il presidente dell’Associazione Interregonale Alberto Drudi – vuole contribuire a nuove forme di promozione applicata al territorio e al turismo di un settore geografico, il Centro Italia, dove le potenzialità di gran parte delle province sono spesso offuscate dai grandi centri attrattori. Qualità, capacità di innovarsi e di specializzarsi sono le carte vincenti di un’area che, come forse nessun’altra nel nostro Paese, offre motivi tanto diffusi e ricorrenti di richiamo turistico: dalla buona cucina all’ambiente ancora bello e sano, dalla cura dei centri urbani alla vastissima disponibilità di eccellenze culturali, dai luoghi e dagli itinerari religiosi alla professionalità e alla tipicità dell’accoglienza».
 

 

 

Voci collegateturismo

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.8/5 (42 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia