Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Domani a Perugia prende il via la XX Edizione dell'Ercole Olivario

26-03-2012

Domani a Perugia prende il via la XX Edizione dell'Ercole Olivario

 

Tutte le strade dell’Olio Extravergine di Oliva portano in Umbria.

 

Domani a Perugia si inaugura la XX Edizione dell’Ercole Olivario, il concorso per la valorizzazione delle eccellenze olearie territoriali italiane.

Giorgio Mencaroni, presidente del Comitato Organizzatore: “In venti anni l’Ercole Olivario è divenuto il Concorso più qualificato e autorevole del settore olivicolo nazionale. 275 le aziende olivicole iscritte alla edizione del ventennale, 89 i finalisti di 17 regioni italiane. Tra queste 6 aziende umbre in concorso per la categoria Olio DOP (Denominazione di Origine Protetta)”.

Alla Camera di Commercio di Perugia, domani martedì, insediamento della Giuria Nazionale guidata dal Capo Panel Maria Regina Mucciarella e inizio delle operazioni di assaggio.

Per il ventennale, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il Presidente del Senato Renato Schifani hanno conferito all’Ercole Targa e Medaglia commemorativa.


Era il 1993 quando la Camera di Commercio di Perugia e l’Unioncamere regionale, con una felice intuizione, idearono l’Ercole Olivario, un concorso che avrebbe dovuto portare promuovere uno dei prodotti più caratteristici dell’agricoltura italiana: l’olio extravergine di oliva.
Da allora l’Ercole Olivario è cresciuto per prestigio, credibilità e seguito e con esso è cresciuto l’intero settore olivicolo italiano che oggi si estende su ben 17 regioni italiane e realizza un prodotto in cui la qualità si è fatta eccellenza.


Domani martedì 27 marzo, l’Ercole Olivario inaugura la sua ventesima edizione a Perugia dove si insedierà la Giuria Nazionale guidata dal Capo Panel Maria Regina Mucciarella, che inizierà subito i lavori di assaggio degli oli finalisti.


“La ventesima edizione dell’Ercole Olivario – ha detto il Presidente del Comitato Organizzatore e della Camera di Commercio di Perugia, Giorgio Mencaroni – ha visto la partecipazione di 275 imprese provenienti dalle 17 regioni italiane a vocazione olearia. 89 imprese hanno superato le selezioni e sono approdate alla finalissima che consegnerà i Tempietti di Ercole Olivario, simbolo della vittoria, sabato prossimo 31 marzo al Teatro Nuovo “Menotti” di Spoleto”.


Tra i finalisti, 6 imprese umbre, le vincitrici del recente Premio regionale per l’olio DOP Umbria, le punte di diamante di un comparto che riesce ad esprimersi su livelli qualitativi assoluti e difficilmente imitabili. Ecco i magnifici sei oli umbri approdati alla finale dell’Ercole 2012: Contessa Geltrude di Amelia, Azienda Agraria Le Mandrie di Assisi, Azienda Agraria Viola Srl di Sant'Eraclio di Foligno, Baccio Noemio di Gualdo Cattaneo, Batta Giovanni di Perugia e Ranchino Eugenio di Orvieto.


Al loro fianco, in una sfida di sapori e saperi, altri 83 oli extravergini di 16 regioni italiane che condividono con l’Umbria la vocazione dell’Olio fatto soltanto di olive, olive spremute e null’altro.
“Anche quest’anno, pur tra mille difficoltà a tutti note - ha commentato con soddisfazione il presidente Giorgio Mencaroni – abbiamo avuto una partecipazione molto alta a conferma di quanto sentito sia questo nostro concorso. Che gode di unanme riconoscimento, reso quest’anno ancor più pieno e significativo dal conferimento alla XXesima Edizione dell’Ercole della Targa della Presidenza della Repubblica e della Medaglia del Senato”.


“Fin dalla prima edizione, l’Ercole Olivario – ha ricordato il presidente Mencaroni – non solo promuove e valorizza i migliori oli extravergine di oliva italiani, ma stimola e sensibilizza gli olivicoltori e le imprese - dal piccolo frantoiano alle aziende di più grandi dimensioni - a perseguire un continuo miglioramento della qualità del prodotto, a beneficio di consumatori sempre più attenti e sensibili ai pregi sensoriali, salutistici e nutrizionali dell’olio extravergine di oliva. L’Ercole non ha certo inventato l’olio, ma è innegabile che ha contribuito a renderlo migliore e a farlo conoscere e apprezzare anche in paesi con diversi usi e culture alimentari”.


E la promozione dell'olio umbro di qualità, va avanti con tutta una serie di iniziative messe in campo da Unioncamere Umbria e dalle Camere di Commercio di Perugia e Terni.
A partire da “Pane ed Olio”: fino al prossimo 1 aprile nei ristoranti regionali che aderiscono alla promozione dell'ente camerale verrà offerto alla clientela, come parte integrante del coperto, la bruschetta con l’olio DOP “Umbria”.


Tutti gli oli che hanno partecipato al Premio regionale olio Dop 2012 verranno poi presentati ad AgriUmbria, la mostra mercato nazionale della Agricoltura, Zootecnia e dell'Alimentazione, che si svolgerà a Bastia dal 30 marzo al 1 aprile.
Degustazioni libere dell'olio di qualità dell'Umbria anche durante il Festival del Giornalismo, la grande manifestazione prevista a Perugia, dal 25 al 29 aprile che riunisce giornalisti ed esperti di comunicazione da tutti i paesi del mondo.


A Lione il sistema camerale umbro ha invece organizzato una serie di incontri tra i produttori di olio regionale e potenziali acquirenti francesi.
E a maggio, dal 7 al 10 del mese, Unioncamere Umbria accompagnerà un qualificato gruppo di aziende olearie dell'Umbria al Cibus di Parma, il salone internazionale dell'alimentazione che è ormai l'evento di riferimento dell'agroalimentare italiano.

 

Voci collegateagricoltura, assaggiatori olio

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.6/5 (46 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia