Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Visita del Questore Nicolò Marcello D'Angelo alla Camera

24-07-2012

Visita del Questore Nicolò Marcello D'Angelo alla Camera

 

Questore di Perugia in visita istituzionale alla Camera di Commercio di Perugia.
Il prefetto Vincenzo Cardellicchio, colpito da un lutto familiare, non è potuto intervenire personalmente ma ha inviato un messaggio al Presidente Giorgio Mencaroni.

 

Accolto dal Presidente Giorgio Mencaroni, il Questore Nicolò Marcello D’Angelo, ha incontrato la Giunta dell’ente camerale riunita in seduta straordinaria.

Sicurezza e legalità, unità di intenti e collaborazione istituzionale i temi affrontati nel corso dell’incontro.

Giorgio Mencaroni: “Sicurezza e legalità sono le precondizioni essenziali dello sviluppo sociale ed economico di una comunità: ad esse mirano le istituzioni qui rappresentate, nello spirito di una collaborazione aperta e costruttiva”.

Il Questore di Perugia Marcello Nicolò D’Angelo: “La legalità deve essere intesa oggi come concetto superiore alla semplice osservanza delle leggi, al semplice timore della pena insita nella norma”.

Il Prefetto di Perugia Vincenzo Cardellicchio, nel suo messaggio: “Siamo fermamente convinti della necessità di favorire e rinsaldare rapporti di collaborazione e sinergia sempre più stretti per il perseguimento degli obiettivi che appartengono all’intera collettività”.

Nicolò Marcello D’Angelo, Questore di Perugia: “Non dobbiamo essere soli nella ricerca della legalità: il rispetto delle regole poste alla base del nostro stare insieme non è soltanto affare di polizia, ma faccenda che riguarda e coinvolge tutti”.

 

 

 

Visita istituzionale del Questore Nicolò Marcello D’Angelo alla Camera di Commercio di Perugia.


Il Prefetto di Perugia Vincenzo Cardellicchio non è potuto intervenire a causa di un lutto familiare.


Accolto dal Presidente Giorgio Mencaroni e dal Segretario Generale dell’Ente, dr. Mario Pera, il Questore si è incontrato con la Giunta dell’ente camerale riunita in seduta straordinaria. La visita odierna ha rappresentato la prima presa di contatto ufficiale della Camera di Commercio sia con il Questore che con il Prefetto, entrambi nominati di recente nelle sedi di Perugia.


Al centro dell’incontro i temi della sicurezza e della legalità “precondizioni essenziali - ha affermato il Presidente Mencaroni - dello sviluppo sociale ed economico di una comunità”.
“La Camera di Commercio sostiene e favorisce ogni azione tesa all’innalzamento dei livelli di sicurezza e legalità – ha continuato Mencaroni - e ad esse affianca - per quanto di sua competenza - iniziative rivolte alla “creazione e regolazione di mercati efficienti” e alla “leva della trasparenza”.
“Come sempre, la Camera di Commercio di Perugia offre incondizionatamente piena disponibilità alla collaborazione e alla interazione tra sistema imprenditoriale e servizi della sicurezza pubblica, nella consapevolezza che da esse derivi un valore aggiunto decisivo per il progresso economico e sociale della nostra terra”.
“Il sistema imprenditoriale provinciale è sano e fonda su valori forti e radicati” – ha detto convinto il presidente della Camera di Commercio - “ma non siamo immuni da infiltrazioni criminali, come hanno dimostrato alcuni recenti episodi verificatesi nel comune di Perugia. Che, tuttavia, hanno anche messo in luce l’alta capacità di reazione delle forze dell’ordine e della magistratura”.
“Alla indispensabile azione di repressione occorre abbinare una costante e diuturna attività di prevenzione della illegalità, che renda migliore la vita di tutti i cittadini e anche delle nostre imprese. Dall’incontro tra la domanda di sicurezza espressa da chi ogni giorno lavora per creare lavoro e benessere e l’offerta di sicurezza erogata dalle forze dell’ordine può scaturire, infatti, un
innalzamento del livello di tranquillità percepita. Ed è superfluo sottolineare quanto questo processo possa influire positivamente sulle scelte di chi deve programmare una attività produttiva con i relativi investimenti”.


“In un momento in cui la parola d’ordine per far fronte alle difficoltà internazionali con cui si misura il nostro Paese è ‘fare sistema’ – si legge nel messaggio inviato dal Prefetto di Perugia Cardellicchio - risalta ancor di più la centralità ed attualità dell’istituzione camerale, quale luogo di composizione e rappresentanza unitaria delle istanze e degli interessi dei comparti economici e produttivi, che – attraverso la capacità di visione strategica, le iniziative di promozione e valorizzazione del territorio, l’erogazione di servizi tecnologicamente evoluti, la costante apertura al nuovo - anche a Perugia si pone come interlocutore essenziale ed insostituibile di tutte le Istituzioni che hanno a cuore lo sviluppo ed il benessere delle comunità locali”.


“Nella consapevolezza di questa centralità della Camera di Commercio - ha scritto il Prefetto, accennando a sue pregresse esperienze professionali con diverse Camere di Commercio - c’è anche tutto il mio convinto impegno a favorire e rinsaldare rapporti di collaborazione e sinergia sempre più stretti per il perseguimento degli obiettivi che appartengono all’intera collettività”.

“La legalità deve essere intesa oggi come concetto superiore alla semplice osservanza delle leggi, al semplice timore della pena insita nella norma” - ha affermato il Questore di Perugia Marcello Nicolò D’Angelo. “E noi non dobbiamo essere soli in questa ricerca della legalità; giacché essa è soprattutto una questione di cultura, occorre il concorso di tutta la parte sana della società, affinché metta radice nelle coscienze la convinzione intima che il rispetto delle regole poste alla base del nostro stare insieme non sia soltanto affare di polizia, ma faccenda che riguarda e coinvolge tutti”.

 

In chiusura di incontro il presidente Mencaroni ha presentato tutti i componenti la Giunta Camerale: ALDO AMONI in rappresentanza del settore Servizi alle Imprese; ROBERTO GIANNANGELI, in rappresentanza del settore Artigianato, GIAMPIERO BIANCONI, in rappresentanza del settore Industria; MARCO CAPRAI, in rappresentanza del settore Agricoltura; DOMENICO BRUGNONI, in rappresentanza del settore Commercio; ANDREA FORA, in rappresentanza del settore Servizi alla persona; AURELIO FORCIGNANO', in rappresentanza del settore Servizi alle imprese, MASSIMO NOCETTI, in rappresentanza del settore Artigianato; LUCA PANICHI, in rappresentanza del settore Agricoltura.

 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.8/5 (37 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia