Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 12-05-2009 Una iniezione di liquidità per le imprese

12-05-2009

Una iniezione di liquidità per le imprese

 

“Stare vicino alle imprese”: a questo concetto la Camera di Commercio di Perugia ha ispirato le Linee Programmatiche per il 2009, che mettono in campo azioni e interventi quanto più concreti ed incisivi a sostegno del tessuto imprenditoriale provinciale investito dalla crisi economica e finanziaria. Il Credito è tra le macro linee di priorità – seconda soltanto alle Infrastrutture - su cui la Camera di Commercio ha investito di più, due milioni di euro, di cui oltre la metà - 1.200.000,00 euro - da destinare ai Consorzi Fidi operanti in provincia di Perugia.
Per rendere ancor più efficace questo provvedimento la Giunta della Camera di Commercio perugina ha deliberato di rendere immediatamente disponile – e quindi fruibile in tempi brevissimi - il 50% dello stanziamento a favore dei Consorzi Fidi previsto per il 2009. Si tratta di 600.000,00 euro che andranno ad implementare le disponibilità del Fondo Rischi del Consorzi e che, da subito, potranno attivare flussi di finanziamento estremamente interessanti. L’altro 50% dei fondi destinati ai Consorzi verrà invece liquidato a consuntivo dell’attività effettivamente svolta nel corso dell’anno 2009.
Alviero Moretti, presidente della Camera di Commercio di Perugia: “In questo momento così complesso e difficile “Stare vicino alle Imprese” vuol dire capirne i problemi, individuare le possibili soluzioni e predisporre interventi concreti e spendibili con facilità e rapidità. La nostra azione risponde ad ognuna di queste caratteristiche: 600.000,00 di liquidità fresca immessa nel circuito dei Consorzi Fidi, possono dare origine a flussi di finanziamento di entità ben superiore, capaci di dare ossigeno a un tessuto produttivo che, peraltro, sta dimostrando di saper reggere all’impatto della crisi”.
Rendere più agevole l’accesso al credito vuol dire anche assecondare quella voglia di fare impresa che in provincia di Perugia dimostra di non risentire, se non in minima parte, degli effetti della crisi. “Vero è – ha affermato ancora Moretti - che nel primo trimestre del 2009 – forse il momento apicale delle dinamiche recessive - in provincia di Perugia sono nate 1.383 nuove imprese, appena 23 in meno rispetto a un anno fa quando nessuno nemmeno immaginava ciò che sarebbe successo di lì a qualche mese. Senza credito o con credito limitato e fortemente condizionato, queste realtà imprenditoriali rischiano un avvio debole, sofferto che potrebbe addirittura pregiudicarne la stessa sopravvivenza”.
 


 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.6/5 (49 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia