Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 21-04-2009 "La crisi morde, ma il tessuto imprenditoriale della provincia di Perugia resiste ed anzi nel primo trimestre del 2009 sono state costituite 1.383 nuove imprese soltanto 23 in meno rispetto a un anno fa e 445 in più dell'ultimo trim. del 2008

21-04-2009

"La crisi morde, ma il tessuto imprenditoriale della provincia di Perugia resiste ed anzi nel primo trimestre del 2009 sono state costituite 1.383 nuove imprese soltanto 23 in meno rispetto a un anno fa e 445 in più dell'ultimo trimestre del 2008


 

“La crisi morde, ma il tessuto imprenditoriale della provincia di Perugia resiste ed anzi nel primo trimestre del 2009 – forse il punto apicale della crisi – sono state costituite 1.383 nuove imprese soltanto 23 in meno rispetto a un anno fa e 445 in più dell’ultimo trimestre del 2008”.
E’ questo il primo commento del Presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti sui dati dell’indagine Movimprese, relativi al primo trimestre del 2009.
Al 31 marzo 2009 lo stock di imprese registrate alla Camera di Commercio di Perugia ammonta a 72.951 unità, in flessione rispetto al IV° trimestre 2008 (- 311), ma in aumento (+ 251) sul dato riferito a un anno fa (I° trimestre 2008).
Preoccupa il dato delle cessazioni: 1.698 nei primi tre mesi del 2009, che superano le nuove iscrizioni di 315 unità, crescono rispetto al IV° trimestre 2008 (+761 unità), ma si mantengono stabili (- 3 unità) sul primo trimestre del 2008.
Nel periodo considerato (gen.-mar. 2009) sono state avviate 34 procedure fallimentari: furono 21 nei corrispondenti periodi del 2007 e del 2008.
 
L’indagine Movimprese, la rilevazione trimestrale sulla natalità e mortalità delle imprese realizzata sul Registro delle Imprese da InfoCamere, la società consortile di informatica del sistema camerale italiano, conferma lo stato di difficoltà del sistema economico provinciale, ma evidenzia una notevole capacità di resistenza delle imprese. Nel primo trimestre del 2009 in provincia di Perugia il numero delle imprese cessate - 1.698 - ha superato le nuove iscrizioni – 1.383 - di 315 unità, con un tasso di crescita negativo dello 0,38%. Il peso della crisi si fa sentire su quasi tutti i comparti produttivi sotto forma di rallentamento delle iscrizioni di nuove imprese e aumento delle cessazioni rispetto all’ultimo trimestre del 2008, con una incidenza ancor più rilevante nell’Artigianato dove il saldo negativo è di 224 unità e il tasso di crescita tocca un - 1,16%.
“Questi dati – ha detto Alviero Moretti, presidente della Camera di Commercio di Perugia – sono lo specchio di una situazione congiunturale ben nota e che forse proprio nel primo trimestre del 2009 ha toccato il suo apice negativo. Tuttavia da una attenta lettura dei dati di Movimprese emerge una realtà in cui trova spazio anche qualche elemento positivo. In primo luogo, il confronto tra il primo trimestre 2009 e il primo trimestre del 2008 - quando ancora la crisi non era alle viste - ci dice che le iscrizioni sono si calate, ma di appena 23 unità - 1.383 nel I° trimestre 2009 contro 1.406 di un anno fa: la contrazione in provincia di Perugia è dell’1,6%, a fronte di un dato nazionale molto più negativo che sfiora addirittura il – 10%. In linea con il risultato nazionale invece le cessazioni scese di 3 unità (1.698 nei primi tre mesi del 2009, 1.701 nel 2008: - 0,17%). Tutto ciò ci consente di affermare che le imprese resistono alla crisi e che anzi la voglia di fare impresa riesce a consolidare una base imprenditoriale che in un anno cresce di 251 unità, 72.951 le imprese registrate al 31 marzo 2009, contro le 72.700 di inizio 2008. E pensare che in questi tempi bui nella nostra provincia ci siano - in appena 3 mesi - 1.383 persone che decidono di avviare una impresa (oltre 18 ogni giorno lavorativo) mi pare un dato molto significativo”.
Su base congiunturale (I° trim. ’09 su IV° trim. ’08), Movimprese registra invece una contrazione dello stock provinciale di imprese che passa da 73.262 a 72.951, con una perdita di 311 unità (- 0,4%). Questo risultato colloca la provincia di Perugia al 24mo posto tra le 105 province italiane.
Risultano in crescita le procedure fallimentari, salite a 34 nel I° trim. 2009 contro le 21 registrate nello stesso periodo dei due anni precedenti.
 
Le forme giuridiche
 
Anche nel I° trimestre 2009 trovano conferma due fenomeni di segno opposto che caratterizzano la dinamica del tessuto imprenditoriale perugino osservato dal punto di vista della forma giuridica assunta dall’impresa. Da un lato la forte espansione delle forme societarie di capitali, ovvero di quelle imprese più strutturate in cui il capitale costituisce l’elemento prevalente intorno a cui si organizza e si realizza l’attività produttiva o di servizio, giunte al 31 marzo 2009 a 12.339 unità (saldo positivo + 102 unità). Dall’altro la riduzione progressiva delle ditte individuali, meno strutturate, in cui l’attività economica ruota intorno alla figura del titolare, che al 31 marzo 2009 sono scese a meno di 40.851 unità (saldo negativo – 326). In lieve diminuzione (saldo – 76 unità) le Società di Persone.
 
Le dinamiche settoriali
 
A parte le variazioni significative in termini relativi ma di scarso rilievo, vista la ridotta dimensione dei settori (come avviene per la produzione e distribuzione di energia elettrica, acque e gas e per la sanità), nel I° trimestre 2009 si registrano saldi negativi (tra imprese nate e cessate) in quasi tutti i settori produttivi: Agricoltura – 98, Manifatturiero in genere (Tessile, Industria Alimentare, Vestiario, Legno esclusi Mobili, Meccanica) – 104, Costruzioni – 70, Commercio – 189, Alberghi e Ristoranti – 35, Trasporti – 23, Attività Immobiliari, Informatica – 47.

 


 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.5/5 (47 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia