Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 25-03-2009 L'Ercole Olivario porta in Russia gli oli di qualità italiani ed umbri

25-03-2009

L'Ercole Olivario porta in Russia gli oli di qualità italiani ed umbri

 

L’Ercole Olivario porta in Russia gli oli di qualità italiani ed umbri.
La XVII esima edizione del Concorso in svolgimento nella nostra regione ha realizzato un focus sul mercato russo e sulle opportunità commerciali che esso può offrire ai produttori italiani. Presentazione a cura dell’Ufficio ICE di Roma venerdì 27 marzo (ore 16.00) a Umbriafiere di Bastia Umbra, presente una delegazione di giornalisti russi.
 
Una conferma dal banco assaggi: la qualità degli oli partecipanti all’Ercole 2009 è molto elevata a conferma di una annata eccellente anche sul fronte delle quantità prodotte.
Della XVIIesima edizione dell’Ercole Olivario si parla a Roma (domani giovedì – h 10.00) al Ministero dello Sviluppo Economico: interverranno il Sottosegretario On. Adolfo Urso e il Presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti.

Gli 87 oli finalisti della XVIIesima edizione dell’Ercole Olivario, il concorso per la valorizzazione delle eccellenze olearie territoriali italiane, in corso nella nostra regione, si collocano su un livello qualitativo molto alto. E’ questa la prima indicazione che arriva dai 16 assaggiatori della Giuria nazionale guidata dal Capopanel Giulio Scatolini. L’annata è stata eccellente in tutte le regioni a vocazione olearia e anche in Umbria si è verificata la congiuntura straordinaria dell’alta produzione abbinata ad eccellente qualità. La produzione di olio extravergine di oliva nelle cinque sottozone umbre a vocazione olivicola è stata di circa 105.000 quintali, contro una media di 95.000 quintali registrata negli ultimi cinque anni. Con una superficie olivetta di 27.500 ettari e 6 milioni e mezzo di piante d’olivo, l’Umbria riesce a collocarsi tra le aree a più solida vocazione olearia d’Italia, quindi il meglio del meglio. Dei 105.000 quintali di olio prodotto in Umbria, circa il 60% va all’autoconsumo e alla vendita diretta, il restante 40% è destinato al mercato nazionale e estero. In Umbria – e questo è un altro primato – la produzione certificata DOP (Denominazione di Origine Protetta) è di circa 8.000 quintali, che rappresentano la quantità di DOP più venduta al mondo, seconda soltanto alla Dop pugliese “Terre di Bari”.
Domani giovedì 26 marzo dell’Ercole Olivario si parlerà a Roma nel corso di una conferenza che si terrà con inizio alle ore 10,00 al Minisero dello Sviluppo Economico, cui prenderanno parte il Sottosegretario On. Adolfo Urso e il presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti. Interverranno gli addetti agricoli delle ambasciate estere in Italia e le organizzazioni degli operatori olivicoli nazionali. Nel corso della conferenza sarà fatto il punto sulla situazione del comparto e saranno illustrati i nuovi traguardi legislativi europei sull’etichettatura e le opportunità che riguardano l’olivicoltura italiana di qualità, comprese le iniziative di promozione per uno dei prodotti simbolo del Made in Italy nel mondo.
 
Per l’edizione 2009, l’Ercole ha aperto un focus sul mercato Russo e sulle opportunità commerciali offerte ai produttori italiani di olio di qualità. Nei giorni scorsi è giunta in Umbria una delegazione di giornalisti russi che parteciperà a un workshop in programma venerdì 27 (ore 16.00) a Umbriafiere di Bastia Umbra.
Il mercato russo non è ancora molto ricettivo ed oggi importa olio di oliva di diversa qualità per un importo complessivo pari a 35/45 milioni di dollari. I margini di crescita sono interessanti e dal workshop possono uscire indicazioni utili ai produttori d’olio di qualità.
L’Ercole Olivario è una manifestazione che suscita grande interesse da parte dei media: venerdì 27 alle ore 18.00 la trasmissione radiofonica di Radio Uno “Tornando a casa” di Enrica Buonaccorti si collegherà con l’Ercole e intervisterà in diretta il presidente del Comitato di Coordinamento Alviero Moretti.
 


 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.4/5 (44 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia