Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 03-03-2009 Osservatorio congiunturale della provincia di Perugia - IV trimestre 2008

03-03-2009

Osservatorio congiunturale della provincia di Perugia - IV trimestre 2008

 

I risultati dell’Osservatorio congiunturale sul Manifatturiero e Commercio presentati alla Camera di Commercio di Perugia dal Presidente Alviero Moretti.
Nel IV° Trimestre del 2008 calano Produzione, Fatturato e Ordinativi, ma a sorpresa si registra una timida ripresa rispetto al trimestre precedente.
Alviero Moretti Presidente della Camera di Commercio di Perugia: “La crisi investe l’intero sistema produttivo provinciale, ma le imprese dimostrano vitalità e capacità di resistenza. E’ significativa e in qualche modo inattesa la ripresa che abbiamo registrato nell’ultimo trimestre del 2008 rispetto al precedente. In provincia di Perugia risultati migliori sia nei confronti della media nazionale che del Centro Italia”.
Nel IV° Trim. 2008, tuttavia, si confermano in calo tutti gli indici del Manifatturiero e del Commercio: Produzione - 3,2%, Fatturato - 2,6% e Ordinativi - 3,2% (rispetto al corrispondente periodo del 2007).
A pagare il prezzo più alto sono le imprese di più piccole dimensioni (fino a 10 dipendenti).
Le vendite delle imprese del commercio crescono dello 0,2%, grazie al buon andamento della grande distribuzione (+4,7%) che compensa i risultati negativi del commercio al dettaglio: - 0,9% per i prodotti alimentari e – 1,9% per i non alimentari.

Manifatturiero e Commercio della provincia di Perugia chiudono il 2008 con il segno meno: nel IV° trimestre dell’anno, come per tutto il 2008, si confermano in flessione Produzione, Fatturato e Ordinativi, ma a sorpresa si registra una timida ripresa rispetto ai tre mesi precedenti. Nel commercio le vendite crescono dello 0,2%, con la grande distribuzione che tira (+4,7%) a fronte delle difficoltà dei negozi al dettaglio: - 0,9% per i prodotti alimentari e – 1,9% per quelli non alimentari.
E’ questa la sintesi dei risultati dell’Osservatorio Congiunturale sul Manifatturiero e il Commercio in Provincia di Perugia, presentati alla Camera di Commercio di Perugia dal Presidente Alviero Moretti. “Nel IV° trimestre del 2008 – ha detto Moretti - nel Manifatturiero calano Produzione, Fatturato e Ordinativi, con l’Artigianato che sconta flessioni anche maggiori e il Commercio che registra vendite in leggero aumento, frutto di una crescita consistente della grande distribuzione e, al contrario, di un arretramento tra le imprese del commercio al dettaglio di prodotti alimentari e non alimentari. Dati negativi, ma a sorpresa riscontriamo una ripresa dei principali indicatori rispetto al III° trimestre 2008. Segno che il nostro sistema delle imprese è reattivo, vitale e capace di fronteggiare una situazione realmente molto seria”.
E infatti non migliorano le previsioni formulate dagli imprenditori perugini del manifatturiero, che continuano ad essere caratterizzate dal segno negativo anche per il I° trimestre 2009. A livello provinciale, la percentuale di imprese che prevedono un incremento della Produzione è inferiore a quelle che si attendono una diminuzione. Il saldo, pertanto, risulta negativo e si attesta a –20; meno negativo, quindi, rispetto al -26 nazionale ma inferiore al -13 del Centro. Il saldo del Fatturato è pari a -21, meno negativo rispetto al -27 registrato a livello nazionale ma peggiore al -17 delle regioni del Centro. Per gli ordinativi interni il saldo si attesta a -19, meno negativo rispetto al –27 nazionale ma inferiore rispetto al -13 del Centro; le previsioni per gli ordinativi esteri registrano il saldo peggiore, pari a -38, più negativo rispetto al –24 nazionale e al -20 delle regioni centrali.

Vediamo il quadro completo dei risultati dell’Osservatorio Congiunturale per il IV trimestre 2008.
 
A chiusura d’anno si confermano i segnali di criticità, provenienti dal settore manifatturiero della provincia di Perugia, che hanno caratterizzato tutto il 2008, anche se appaiono in attenuazione rispetto allo scorso trimestre. La Produzione, il Fatturato e gli Ordinativi delle imprese manifatturiere registrano ancora riduzioni rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, ma meno accentuate di quelle emerse nel III trimestre. Le flessioni provinciali sono meno marcate di quelle nazionali e del Centro. La crisi coinvolge le imprese di tutte le dimensioni, ma sono soprattutto le imprese più piccole a subire i maggiori cali. Questi sono i principali risultati registrati nel IV trimestre 2008 dall’Osservatorio congiunturale sul manifatturiero, realizzato dalla Camera di Perugia in collaborazione con l’Unioncamere Nazionale, su un campione di 285 imprese rappresentative delle piccole e medie imprese (fino a 500 dipendenti) provinciali del settore manifatturiero.
Per la Produzione manifatturiera provinciale si confermano i segnali negativi emersi fin dall’inizio anno: la produzione registra una riduzione tendenziale del 3,2%, in lieve decelerazione rispetto al -3,8%, dello scorso trimestre. La diminuzione della produzione provinciale è meno marcata rispetto a quella nazionale (-6,4%) e a quella delle regioni del Centro (-6,6%).
 
Si attenua la flessione del Fatturato delle imprese manifatturiere della provincia di Perugia, evidenziata lo scorso trimestre. Il fatturato registra una variazione tendenziale del -2,6%, a fronte del –3,6% del III trimestre. La riduzione del fatturato provinciale è inferiore a quella del Centro (- 3,6%), e soprattutto a quella nazionale (–5,3%).
 
Gli Ordinativi delle imprese manifatturiere della provincia nel IV trimestre 2008 registrano una riduzione tendenziale del 3,2% rispetto allo scorso anno, in attenuazione rispetto allo scorso trimestre (-4,8%). La riduzione provinciale risulta meno accentuata di quella delle regioni del Centro (-5%), e soprattutto di quella nazionale (-7,2%).
 
Il bilancio negativo del IV trimestre 2008 è da ricondurre alle difficoltà incontrate dalle imprese di tutte le dimensioni, anche se l’intensità della flessione diminuisce al crescere degli addetti. In questo trimestre a pagare il prezzo più alto sono le imprese più piccole, quelle con meno di 10 dipendenti, che, rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, segnano riduzioni più accentuate: -4,7% nella produzione (-2,7% nel III trimestre), -5,8%nel fatturato (a fronte del -1,6% del precedente trimestre) e –5,1% negli ordinativi (rispetto al –2,8% del III trimestre). Meno consistenti le flessioni per le imprese da 10 a 49 dipendenti e in decelerazione rispetto al III trimestre 2008: -3,3% per la produzione (-3,5% nel trimestre precedente), –2,2% per il fatturato (a fronte del –3,4% del III trimestre) e -3,0% per gli ordinativi (-4,3% lo scorso trimestre). Le imprese più grandi, quelle con 50 e più dipendenti, evidenziano gli andamenti meno negativi. La produzione registra una riduzione tendenziale pari a -2,2% (a fronte del –4,7%del precedente trimestre), e il fatturato scende del 1,4% (a fronte del 4,7% del III trimestre), mentre gli ordinativi risultano in calo del 2,6% (in consistente decelerazione rispetto al –6,1% dello scorso trimestre).
 
I Prezzi praticati nel mercato interno risultano stazionari rispetto allo stesso trimestre del 2007, a fronte di un aumento del 0,9% nazionale. A livello settoriale, sono da segnalare gli aumenti del 9,9% nell’industria del mobile, in flessione del 4,4% i prezzi dell’industria del trattamento dei minerali non metalliferi, del 1,8% quelli del trattamento dei metalli e dei minerali metalliferi. I prezzi dei prodotti artigianali della provincia evidenziano una riduzione dell’ 1%, in controtendenza rispetto ai prezzi praticati a livello nazionale dal settore artigiano (+0,7%).
 
L’Artigianato provinciale nel IV trimestre accentua le riduzioni registrate già lo scorso trimestre: -3,9% per la produzione, a fronte di –3,3% dello scorso trimestre; -4,6% per il fatturato, rispetto al –3,7% del III trimestre; mentre per gli ordinativi si registra –3,6%, meno negativo rispetto al –3,8% dello scorso trimestre. A livello nazionale le imprese artigiane sembrano evidenziare andamenti più critici rispetto a quelli perugini: la produzione registra –8%, il fatturato –6,1% e gli ordinativi –7,6%. Le aspettative relative al IV trimestre 2008 degli artigiani della provincia segnano un -25 per la produzione, per il fatturato, e per gli ordinativi interni e –24 per gli ordinativi esteri.
 
Osservatorio Congiunturale sul settore del commercio
 
Quadro generale del IV trimestre 2008
 
Quasi stazionarie le vendite del settore del commercio della provincia di Perugia. Nel IV trimestre del 2008 le vendite delle imprese commerciali perugine registrano, infatti, un +0,2% rispetto allo stesso trimestre del 2007. Il dato provinciale delle vendite risulta migliore rispetto a quello nazionale e del Centro, che invece registrano ancora andamento negativi. Questi i principali risultati registrati nel IV trimestre 2008 dall’Osservatorio congiunturale, realizzato dalla Camera di Perugia in collaborazione con l’Unioncamere Nazionale, su un campione di 116 aziende, rappresentativo delle imprese del commercio al dettaglio della provincia di Perugia.
 
L’andamento della vendite delle imprese commerciali della provincia nel IV trimestre 2008 si pone poco al di sopra dello zero: la variazione tendenziale registra un +0,2% rispetto all’analogo periodo del 2007, lo scorso trimestre si era attestata a –1,1%. La variazione delle vendite provinciali è comunque positiva a fronte delle flessioni registrate a livello nazionale (-1,5%) e per le regioni del Centro (-1,5%).
 
Il bilancio positivo delle vendite provinciali è da ricondurre essenzialmente ai buoni risultati conseguiti dalla grande distribuzione (+4,7%), che è riuscita a compensare le difficoltà registrate dalle imprese del commercio al dettaglio di prodotti alimentari (-0,9%) e non alimentari (-1,9%). A livello nazionale il comparto alimentare evidenzia andamenti più critici, con variazioni del –2,2%, mentre il commercio al dettaglio di prodotti non alimentari mostra un flessione (–2,1%) in linea con il dato provinciale. La grande distribuzione, con un +4,7% in provincia, registra ancora un incremento delle vendite su base tendenziale, nettamente migliore di quello evidenziato lo scorso trimestre (+0,9%). La crescita provinciale della grande distribuzione risulta superiore alla media nazionale, pari a +1,1%.
 




 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.5/5 (48 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia