Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Movimprese 2013 - Provincia di Perugia - III Trimestre 2013

28-10-2013

Movimprese 2013 - Provincia di Perugia - III Trimestre 2013

 

 

Sono 73.545 le imprese operanti in provincia di Perugia al 30 settembre 2013.
Il dato segna un regresso di 39 unità – lo 0,05% - che inverte la dinamica registrata nel II Trimestre ’13, quando la base imprenditoriale provinciale tornò, seppur di poco, al segno più.
Rispetto a un anno fa il peggioramento è marcato: le iscrizioni mostrano un modesto incremento, mentre le cancellazioni (non d’ufficio) crescono addirittura di quasi il 36%.
Sono sempre più gli scioglimenti e le liquidazioni d’impresa, + 41%, così come i fallimenti e le altre procedure concorsuali, che tuttavia contengono la crescita a un + 3,4%.
Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia: “La contrazione della base imprenditoriale non è un bel segnale, soprattutto quando, al contrario, ci si aspettava qualche indicazione di una ripresa, magari contenuta, ma effettiva. La fiducia in questi momenti vacilla, ma tiene quella di giovani e donne, che sono quelli che danno forza alla voglia di fare impresa nella nostra provincia: un terzo delle nuove imprese sono rosa e un altro terzo under 35”.

 

 


Movimprese – III trimestre 2013
Provincia di Perugia - Il saldo tra iscrizioni e cessazioni

Il terzo trimestre del 2013 mostra una leggera riduzione del numero di imprese nella provincia di Perugia, con le cessazioni “non d’ufficio” che superano le nuove iscrizioni di circa il 5%.
Rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, si osserva un deciso peggioramento: le iscrizioni mostrano un modesto incremento, mentre le cancellazioni (non d’ufficio) aumentano addirittura di quasi il 36%. Aumentano di oltre il 41% gli scioglimenti e liquidazioni d’impresa, anche i fallimenti e le altre procedure concorsuali sono in crescita, anche se solo del 3,4%.
Il dato di questo trimestre trova riscontro in quello dei primi nove mesi che mostra appunto una certa prevalenza delle cessate sulle nuove iscritte. Le tendenze sono in linea con quelle rilevate a livello nazionale, ma, per quanto riguarda cancellazioni e liquidazioni, molto più accentuate in senso negativo.


Il risultato cumulato dei primi nove mesi, mostra un saldo tra iscrizioni e cessazioni negativo, pari a poco più del 3% il numero delle iscrizioni. Rispetto ai primi nove mesi dello scorso anno, le iscrizioni sono diminuite di quasi il 7%, mentre le cessazioni sono aumentate del 4% (vedi grafico 1).
Va sottolineato che tutto il saldo negativo tra imprese nuove e cessate rilevato sia nel terzo trimestre che nei primi nove mesi dell’anno è dovuto al forte squilibrio negativo nell’ambito delle imprese individuali. Per quanto concerne le società di capitali, nell’ultimo trimestre le iscrizioni sono state quasi quattro volte le cessazioni d’ufficio; il saldo risulta positivo anche per le società di persone.


Il dato complessivamente negativo tra iscritte e cessate è in una certa misura bilanciato dalla dinamica delle unità locali. Nel terzo trimestre 2013, le Unità Locali chiuse sono diminuite, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno di oltre il 20%; in valore assoluto, sono, inoltre, state largamente meno di quelle aperte.

 

leggi il comunicato stampa completo di tabelle
 

Voci collegatemovimprese

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.8/5 (37 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia