Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Presentata al Senato la XXII edizione del Concorso nazionale Ercole Olivario

21-03-2014

Presentata al Senato la XXII edizione del Concorso nazionale Ercole Olivario

 

Presentata al Senato la XXII edizione del Concorso nazionale Ercole Olivario, OLIO – Cresce export: nel 2013 +10% su 2012. Sabato 29 marzo la premiazione degli Ercole Olivario a Spoleto

 

Nei primi undici mesi del 2013 tutti i settori dell’agroalimentare segnano un incremento del valore delle esportazioni. I comparti che hanno maggiormente contribuito alla buona performance sono stati quelli di “vino e mosti” (+7,6%), ortaggi (+8%), oli e grassi (+10%), latte e derivati (+6,3%). I dati relativi al periodo gennaio-novembre 2013 (elaborazione su fonte Istat) mostrano che l’export agroalimentare italiano ammonta a quasi 31 miliardi di euro, mentre l’import è di circa 37 miliardi di euro. Entrambe le voci mostrano una crescita, rispetto allo stesso periodo del 2012. Il primo del 4,7% ed il secondo del 2,6%. In particolare il valore delle esportazioni di olio d'oliva ammonta a +6,7% nei paesi extra Ue che crescono di più rispetto a quelle rivolte al mercato europeo +3,85%. In totale l'olio d'oliva italiano è cresciuto di oltre il 10% nel 2013 rispetto all'anno precedente. I dati sono stati presentati durante la conferenza stampa di presentazione della XXII edizione dei premi Ercole Olivario che saranno consegnati sabato 29 marzo nel teatro Caio Melisso di Spoleto.

 

“Nonostante la crisi economica e il caro euro, il Made in Italy simbolo di qualità, come l'olio d'oliva, è riuscito a conquistare i mercati internazionali e la crescita lo scorso anno dell'export del 10% è un dato davvero incoraggiante” ha affermato Linda Lanzillotta Vice Presidente del Senato che ha presentato insieme ai presidenti di Uniocamere, Ferruccio Dardanello, e del comitato promotore del premio, Giorgio Mencaroni, la XXII edizione del premio Ercole Olivario. “Adesso non bisogna abbassare la guardia - ha proseguito - e chiederemo al Governo una reale attenzione per il comparto dell'agroalimentare che insieme all'abbigliamento, all'automazione e all'arredo-casa costituiscono le 4A con cui il Made in Italy è conosciuto nel mondo”.

 

Quella del 2014 un’edizione che rispecchia l’andamento produttivo della campagna olearia. “98 i finalisti in gara selezionati tra 251 etichette provenienti da 16 regioni diverse in rappresentanza della migliore produzione di oli extra vergine di oliva e DOP italiana”. Ha affermato Giorgio Mencaroni presidente del comitato promotore dell’Ercole Olivario e della Camera di Commercio di Perugia. “La classifica delle regioni più virtuose – ha poi aggiunto - vede in “maglia rosa” il Lazio con 45 aziende, seguita dall’Umbria (34), la Puglia (32), Sicilia (31) e Abruzzo (25). Questo a dimostrazione, ha concluso Mencaroni, che l’olio è sempre più prodotto dell’identità nazionale che trova nella competizione virtuosa della ricerca della qualità il punto più alto di equilibrio”.

 

Cresce intanto il clima di attesa per conoscere quali saranno i migliori oli extra vergine di oliva della campagna 2013/2014. La giuria composta da sedici assaggiatori stilerà la classifica assegnando i premi per i profili: fruttato leggero, fruttato medio e fruttato intenso nelle categorie extra vergine convenzionale e DOP e IGP. A questi si aggiungono anche quattro premi speciali: il miglior olio biologico, il Premio Amphora Olearia per la migliore etichetta e il Premio Lekythos, concesso ad una personalità con conoscenza delle tecniche di assaggio provenienti da un Paese straniero; e dallo scorso anno istituito anche il premio “il coraggio di fare nuove imprese agricole”, riservato alle aziende finaliste avviate nell’ultimo quinquennio. Alla XXII edizione del premio giunge il conferimento della medaglia della Presidenza della Repubblica da parte del presidente Giorgio Napolitano.
 


“Con 43 indicazioni protette, l’olio di oliva extra vergine è un ambasciatore straordinario dell’eccellenza agroalimentare made in Italy nel mondo” afferma il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, che aggiunge: “una qualità che questa manifestazione promossa dal Sistema camerale concorre da oltre vent’anni a mettere sul podio, contribuendo attraverso la qualificazione della filiera olivicola e dei suoi migliori prodotti ad accompagnare la crescita del settore e delle imprese.”

 

Organizzato dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio, l’Ercole Olivario si svolge con la collaborazione della Camera di Commercio di Perugia, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con il sostegno del sistema Camerale nazionale, degli Enti e le organizzazioni degli operatori olivicoli Cno, Unaprol e Unasco.
Riflettori puntati sul palco del Caio Melisso di Spoleto dove Sabato 29 marzo 2014 saranno consegnati i premi più prestigiosi per l’olio extra vergine di oliva italiano di qualità. Cerimonia dalle 10 del mattino e con una madrina d’eccezione Susanna Petruni, vicedirettore del TG 1 Rai. L’Italia migliore, quella che scommette e vince sul territorio rilancia la sfida dell’alta qualità certificata e garantita del vero prodotto italiano.

 

Voci collegateazione promozionale, premiazioni

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.9/5 (42 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia