Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Venerdì 28 marzo a Perugia, Sala Consiglio Provinciale, ore 16.30 Ercole Olivario

26-03-2014

Venerdì 28 marzo a Perugia, Sala Consiglio Provinciale, ore 16.30 Ercole Olivario

 

Alla prova degli assaggiatori gli extravergini d’oliva e i gli oli Dop finalisti della 22esima edizione dell’Ercole Olivario, il concorso nazionale per la valorizzazione delle eccellenze olearie territoriali italiane.


251 le etichette di 16 regioni italiane a vocazione olearia che si sono iscritte all’edizione 2014.
98 i finalisti e tra questi 10 imprese umbre, 8 in concorso per gli oli DOP - Decimi, Marfuga, Mascio, Calvarone, Viola, Frantoio di Spello, Eugenio Ranchino e Cuore Verde – e 2 per gli extravergini - Ciarletti e Azienda Agricola Faena.


Venerdì 28 marzo a Perugia (Sala Consiglio Provinciale – ore 16.30) Ercole Olivario propone “Un filo d’olio: Extra Vergine di Oliva - EVO una comunicazione da ripensare” incontro diretto tra produttori di olio di qualità ed esperti di comunicazione. Coordinati da Marco Oreggia, giornalista e critico enogastronomico, interverranno Stefano Carboni, Giuliano De Risi, Alessandro Scorsone e Oliviero Toscani. In sala i disegnatori della Biblioteca delle Nuvole- Biblioteca Comunale dei Fumetti di Perugia.

 

Sabato 29 marzo a Spoleto (Teatro Caio Melisso – ore 10.00) premiazione dell’Ercole Olivario 2014.

 

L’Ercole Olivario 2014 è entrato nella fase decisiva. Alla Camera di Commercio di Perugia il panel guidato da Lorenzo Natale ha iniziato le operazioni di assaggio e valutazione degli oli extravergini di oliva e degli oli Dop che hanno superato le selezioni della ventiduesima edizione e sono approdati alla finale, in corso in questi giorni a Perugia da dove sabato 29 marzo raggiungerà Spoleto, per la cerimonia di premiazione dei vincitori al Teatro Caio Melisso (ore 10.00).
I Tempietti d’Argento dell’Ercole Olivario vengono assegnati alle categorie fruttato leggero, fruttato medio e fruttato intenso per l’extra vergine convenzionale, gli oli DOP e IGP. A questi si aggiungono anche quattro premi speciali: il miglior olio biologico, il Premio Amphora Olearia per la migliore etichetta e il Premio Lekythos, concesso ad una personalità con conoscenza delle tecniche di assaggio proveniente da un Paese straniero. Dallo scorso anno inoltre si premia “il coraggio di fare nuove imprese agricole”, riservato alle aziende finaliste avviate nell’ultimo quinquennio.


Alla XXII edizione dell’Ercole è arrivato il conferimento della medaglia della Presidenza della Repubblica da parte del presidente Giorgio Napolitano.

 

Il panel di assaggiatori, che ha iniziato ieri le sue sedute, è composto da sedici membri provenienti ognuno dalle sedici regioni italiane a maggiore vocazione olearia.
Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia e del Comitato Organizzatore: “Dal 1993 l’Ercole Olivario riconosce, sostiene e premia lo spirito di impresa dei produttori olivicoli e al tempo stesso offre un contributo di fondamentale importanza alla educazione al consumo del nostro olio di oliva di eccellenza, in Italia, ma anche nel mondo”.


L’Ercole è stato il primo premio nazionale dedicato al settore dell’olivicoltura, strumento di affermazione del concetto di qualità inteso come elemento distintivo di una produzione inimitabile. Ne è uscito un movimento che ha saputo fare sistema, con risultati eccellenti. Con 43 indicazioni protette, l’olio di oliva extra vergine è un ambasciatore straordinario dell’eccellenza agroalimentare made in Italy nel mondo. Ancora Mencaroni: “Basta guardare ai dati dell’export. Nel 2013 il valore complessivo delle esportazioni di olio d'oliva italiano è salito del 10%, il 6,7% in più nei paesi extra Ue, il 3,85% nei paesi della Comunità Europea”.


Tra le regioni più presenti all’Ercole Olivario c’è l’Umbria che all’edizione di quest’anno ha portato 34 aziende, superata soltanto dal Lazio con 45.
Venerdì 28 marzo a Perugia presso la Sala del Consiglio Provinciale (ore 16.30) appuntamento con “Un filo d’olio: Extra Vergine di Oliva - EVO una comunicazione da ripensare” incontro tra produttori di olio di qualità ed esperti di comunicazione. Coordinati da Marco Oreggia, giornalista e critico enogastronomico, interverranno Stefano Carboni, Giuliano De Risi, Alessandro Scorsone e Oliviero Toscani. In sala i disegnatori della Biblioteca delle Nuvole- Biblioteca Comunale dei Fumetti di Perugia.


Organizzato dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio e dalla Camera di Commercio di Perugia, l’Ercole Olivario si avvale della collaborazione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Ministero dello Sviluppo Economico e del sostegno del Sistema Camerale Nazionale e degli Enti e le organizzazioni degli operatori Cno, Unaprol e Unasco.
 

Voci collegateagricoltura, assaggiatori olio, azione promozionale, promozione

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.0/5 (47 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia