Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 12^ Giornata dell'Economia e Premiazione del Lavoro e dell'Impresa

11-06-2014

12^ Giornata dell'Economia e Premiazione del Lavoro e dell'Impresa

 

 

12° Giornata dell’Economia e Premiazione del Lavoro e dell'Impresa
62° Edizione

 

Lavoro, Impresa, Persone Motori dello Sviluppo Storie straordinarie


12° Giornata dell’Economia
La Camera di Commercio di Perugia traccia lo stato dell’economia provinciale

Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia:
“Stentano a trovare vigore i cenni di ripresa emersi tra fine 2013 e inizio 2014.
E restano pesanti la situazione occupazionale, il livello dei consumi e anche l’allargamento della base imprenditoriale.
Le imprese perugine mostrano una vitalità maggiore di quelle nazionali, con un tasso di sopravvivenza superiore alla media Italia, ma complessivamente il tessuto imprenditoriale provinciale si è indebolito e al 31 marzo 2014 lo stock di imprese ha toccato il punto più basso dell’ultimo quinquennio”. “La provincia di Perugia appare ancora lontana da una ripresa apprezzabile e, purtroppo, è complessivamente più povera, con il tenore di vita che si attesta al di sotto della media nazionale”.

Catiuscia Marini, presidente della Giunta Regionale dell’Umbria: “Per la ripartenza dell’economia regionale è essenziale che l’Umbria riesca ad agganciare i primi accenni di ripresa che si stanno manifestando in Italia e nelle regioni del centro nord. Essenziale accelerare sul fronte delle grandi riforme delineate dal Governo e sviluppare azioni più incisive verso l’Europa. Necessario rivedere le regole che fissano gli equilibri del Bilancio Europeo e cominciare a sottrarre ai limiti di bilancio le risorse destinate agli investimenti pubblici”. “In Umbria, come in Italia, la prima emergenza è il lavoro, soprattutto quello dei giovani. Al piano “Garanzia Giovani” che destina all’Umbria circa 20 milioni di euro, in appena otto giorni hanno aderito oltre 2000 giovani”.

Ferruccio Dardanello, presidente Unioncamere nazionale: “La crisi è ancora forte, ma stiamo risalendo. Perché si sono attivate nuove energie e sono emerse nuove esigenze: di sostegno alla competitività, di rappresentanza degli interessi, di redistribuzione delle risorse, di più equa gestione dei beni comuni. Rivelando un’Italia che ha la volontà e la forza per farcela. Sono tornati in campo positivo la produzione e il fatturato: +1,2% e +1,4% tra gennaio e marzo 2014. E’ tornata positiva anche la dinamica di quelle imprese di piccole dimensioni sopravvissute al “profondo rosso” della crisi: fatturato (+0,2%) e +4,1% le esportazioni, che continuano a rappresentare il traino della nostra economia”. ”Con questo nutriamo una ragionevole speranza di chiudere il 2014 con un incremento del PIL anche superiore al + 0,6% intorno al quale si attesta il consensus degli organismi internazionali”.

Analisi economica svolta dal Segretario Generale della Camera di Commercio di Perugia Mario Pera.

 

Assemblea di Premiazione del Lavoro e dell’Impresa
62° Edizione

39 imprese premiate per i risultati conseguiti nei loro settori di appartenenza.

 

Riconoscimenti per 5 Lavoratori dipendenti di aziende private, che si sono distinti per impegno, capacità e senso del dovere, per almeno 30 anni, di cui 25 alle dipendenze della stessa azienda.
Hanno conseguito il Premio del Lavoro anche 8 Dipendenti della Camera di Commercio di Perugia che hanno raggiunto i 25 anni di servizio.

I Premi al Merito 2014 per aver raggiunto alti obiettivi di progresso economico e civile a Gino Sirci, fondatore di Sir Safety System S.p.a. di Santa Maria degli Angeli e Presidente della società di Pallavolo Sir Safety Perugia e alla impresa Fabiana Filippi S.p.A. di Giano dell’Umbria.

Attestati di Merito per i brillanti risultati ottenuti nel campo della ricerca medica e scientifica a due ricercatori dell’Università di Perugia Diego Perugini, Dottore in Geologia e Enrico Tiacci, Medico-ricercatore dell’Istituto di Ematologia di Perugia, diretto dal Prof. Brunangelo Falini.

 

La Camera di Commercio di Perugia ha tenuto la 12° Giornata dell’Economia, appuntamento istituzionale durante il quale tutte le Camere di commercio, in contemporanea, fotografano e presentano lo stato di salute dell’economia italiana.
Quest'anno la Giornata si è tenuta congiuntamente alla 62° Assemblea di Premiazione del lavoro e dell'impresa, che dal 1952 conferisce un pubblico riconoscimento a Lavoratori e Imprese e a Benemeriti che hanno saputo dare un significativo contributo allo sviluppo socio economico della provincia di Perugia. Lo slogan dell’edizione 2014: "Lavoro, imprese, Persone, motori dello sviluppo, storie straordinarie”.


“L’originalità della nostra Giornata dell’Economia – ha ricordato Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia - sta nel leggere l’evoluzione dei fenomeni attraverso la lente dei sistemi economici territoriali e dei milioni di piccole e piccolissime imprese che rendono il nostro Paese unico al mondo. Dunque, non l’economia della finanza ma l’economia reale: quella che muove l’Italia e che, come Camere di commercio, interpretiamo e sosteniamo come nessuno, al nostro posto, potrebbe fare. Perché siamo da sempre le istituzioni dei territori, espressione delle imprese. Di tutte le imprese”.
Il quadro delineato dal Presidente Mencaroni rimanda ancora ad una condizione di forti difficoltà, soltanto minimamente attenuate da qualche sporadico accenno di miglioramento.


“Senza impresa non si esce dalla crisi, e senza impresa non si crea occupazione” ha detto Mencaroni. “In provincia di Perugia su questo fronte avevamo resistito, fino a un anno fa, meglio che nel resto d’Italia, ma il 2013 è stato molto pesante. Nonostante le imprese perugine mostrino una vitalità maggiore di quelle nazionali, con un tasso di sopravvivenza superiore alla media Italia, il tessuto imprenditoriale complessivamente ha avuto risultati poco incoraggianti: il 2013 si è chiuso con uno stock d’imprese (73.451) inferiore a quello dell’anno precedente e si è anche verificata una accelerazione del tasso di mortalità. Male anche il I trimestre 2014, con una stock complessivo di imprese che al 31 marzo 2014 ha toccato il punto più basso dell’ultimo quinquennio”. “In provincia la ripresa appare ancora tutt’altro che vicina e ci scopriamo un provincia “povera” , dove il tenore di vita si attesta al di sotto della media nazionale. Il valore aggiunto a prezzi correnti pro-capite del perugino risulta infatti pari a 21.462 euro, inferiore ai 23.333 euro nazionali e, soprattutto, ai 25.830 euro del Centro italia. Nell’ultimo anno Perugia ha registrato una variazione del prodotto interno lordo pro-capite, in termini correnti, pari a -1%”.


Il Commercio Estero, ancora una volta, rappresenta l’unica voce realmente positiva. Nel 2013 si è registrata una forte crescita tendenziale delle esportazioni, con il valore dell’export pari a circa 2,4 miliardi di euro e una variazione del +8,4% rispetto al +4,3% dello scorso anno. Peraltro la variazione dell’export provinciale è decisamente superiore a quella registrata dal Centro e dall’Umbria (di segno negativo), e anche a quella nazionale. “Esistono ancora ampi margini di miglioramento della propensione all’export e del livello d’internazionalizzazione delle imprese – ha notato Mencaroni – e pertanto occorre sostenere le imprese che hanno i numeri per esportare e far sì che superino la ‘paura dell’ignoto’ legata ai mercati esteri. Una azione fatta propria dalla Camera di Commercio, per mezzo dello sportello Worldpass, di appositi bandi, e tramite l’attività del Centro Estero dell’Umbria che propri nei giorni scorsi ha inaugurato 'Casa Umbria” a Shanghaì, un progetto grazie al quale undici aziende umbre del settore dell'arredamento e del design, sono approdate nella metropoli cinese. Un punto di partenza per la creazione di joint venture strategiche”.


L’Occupazione, è questo il problema anche per Perugia. Nel primo trimestre 2014 il nostro Paese ha registrato il record storico di disoccupazione con un 13,6%, più alto di un punto percentuale rispetto all’Umbria, dove però si è registrato l’incremento più ampio in un anno, dal 10,5 al 12,6%, superato soltanto dalla Sicilia e dall’Abruzzo.
“Per quanto riguarda poi i movimenti occupazionali delle imprese dell’industria e dei servizi – ha concluso il presidente Mencaroni - i primi dati provenienti dal Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro mostrano per la provincia di Perugia un saldo negativo che, a fine 2014, sarà di oltre 2.000 posti di lavoro (2.150)”.


Catiuscia Marini, presidente della Giunta Regionale dell’Umbria, ha raccolto e condiviso l’analisi del Presidente della Camera di Commercio, sostenendo che “Per la ripartenza dell’economia regionale è essenziale che l’Umbria riesca ad agganciare i primi accenni di ripresa che si stanno manifestando in Italia e nelle regioni del centro nord. Essenziale accelerare sul fronte delle grandi riforme delineate dal Governo e sviluppare azioni più incisive verso l’Europa. Necessario rivedere le regole che fissano gli equilibri del Bilancio Europeo e cominciare a sottrarre ai limiti di bilancio le risorse destinate agli investimenti pubblici”. “In Umbria, come in Italia, la prima emergenza è il lavoro, soprattutto quello dei giovani. Al piano “Garanzia Giovani” che destina all’Umbria circa 20 milioni di euro, in appena otto giorni hanno aderito oltre 2000 giovani”. Dunque secondo la Governatrice Marini “grande attenzione al fronte europeo e alle possibilità offerte dai fondi, che comunque, come ovvio, “non sono e non possono essere, l'unico strumento per uscire dalla crisi”.


Ferruccio Dardanello, presidente nazionale di Unioncamere, pur nella consapevolezza delle difficoltà ancora irrisolte, si è appellato all’ottimismo tipico di chi fa impresa “perché senza ottimismo e fiducia ogni sforzo risulterà vano”. Dardanello ha chiamato a sostegno le cifre sull’andamento delle imprese manifattuiriere nazionali, dove “tornano in positivo la produzione e il fatturato, che erano inchiodati sotto il segno meno dal dicembre 2011 e che hanno registrato, rispettivamente, +1,2% e +1,4% tra gennaio e marzo 2014”.
“E, finalmente, - ha aggiunto il presidente di Unioncamere - torna positiva anche la dinamica di quelle imprese di piccole dimensioni sopravvissute al “profondo rosso” della crisi: a un modesto ma significato incremento per il fatturato (+0,2%) si affianca un egregio +4,1% delle esportazioni, che continuano a rappresentare il traino della nostra economia. Risultati grazie ai quali possiamo nutrire una ragionevole speranza di chiudere l’anno con un incremento del PIL anche superiore a quel magro +0,6% intorno al quale si attesta il consensus degli organismi internazionali”.

 

 

Il Segretario Generale della Camera di Commercio di Perugia Mario Pera ha fornito l’Analisi Economica della situazione congiunturale della provincia di Perugia, che alleghiamo in versione integrale.

 

 


Assemblea di Premiazione del Lavoro e dell’Impresa 62° Edizione


Nata nell’immediato dopoguerra per iniziativa del sistema delle Camera di Commercio, la Premiazione del Lavoro e dell’Impresa si tiene a Perugia dal 1952 e da allora, sono stati premiati più di 3.100 lavoratori dipendenti e imprese.
La 62° Edizione ha assegnato riconoscimenti e attestati a 39 imprese operanti in provincia di Perugia, a 5 dipendenti del settore privato e 8 dipendenti della Camera di Commercio di Perugia.

 

I Premi al Merito 2014 per aver raggiunto alti obiettivi di progresso economico e civile sono andati a Gino Sirci, fondatore di Sir Safety System S.p.a. di Santa Maria degli Angeli e Presidente della società di Pallavolo Sir Safety Perugia e alla impresa Fabiana Filippi S.p.A. di Giano dell’Umbria.

Attestati di Merito per i brillanti risultati ottenuti nel campo della ricerca medica e scientifica a due ricercatori dell’Università di Perugia Diego Perugini, Dottore in Geologia e Enrico Tiacci, Medico-ricercatore dell’Istituto di Ematologia di Perugia, diretto dal Prof. Brunangelo Falini.

 

Imprese premiate

Premi ai dipendenti del settore privato

Premi ai dipendenti della Camera di Commercio di Perugia

Premi al Merito

Attestati di merito
 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.1/5 (19 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia