Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 07-04-2008 La Camera di Commercio di Perugia ha varato un piano straordinario per il finanziamento di opere infrastrutturali fondamentali per lo sviluppo del territorio: il Quadrilatero stradale Umbria - Marche e l'Aeroporto dell'Umbria

07-04-2008

La Camera di Commercio di Perugia ha varato un piano straordinario per il finanziamento di opere infrastrutturali fondamentali per lo sviluppo del territorio: il Quadrilatero stradale Umbria - Marche e l'Aeroporto dell'Umbria

 

La Camera di Commercio di Perugia ha varato un piano straordinario per il finanziamento di opere infrastrutturali fondamentali per lo sviluppo del territorio: il Quadrilatero stradale Umbria – Marche e l’Aeroporto dell’Umbria.
L’intervento della Camera di Commercio assicurerà un contribuito aggiuntivo di circa 2 milioni di € l’anno, reperiti attraverso l’aumento del 20% del diritto annuale dovuto dalle imprese della provincia di Perugia.
L’aumento del diritto annuale avrà effetti differenziati per le imprese in ragione della forma giuridica e del volume d’affari.
Alviero Moretti, presidente della Camera di Commercio di Perugia: “Con tali provvedimenti gli amministratori camerali e le categorie economico-produttive hanno assunto un preciso impegno per dare un contributo responsabile alla crescita della collettività e per tracciare un percorso di sviluppo che coinvolga l’intera regione Umbria”.

 

La Camera di Commercio di Perugia ha presentato un piano di intervento straordinario che garantirà un contributo aggiuntivo al finanziamento di opere strutturali di fondamentale importanza per la nostra provincia, come il Quadrilatero stradale Umbria – Marche e l’Aeroporto regionale dell’Umbria.
Alla Conferenza Stampa di presentazione erano presenti il Presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti, il Segretario Generale dott. Andrea Sammarco e i componenti della Giunta e del Consiglio Camerali. Al termine di una attenta fase di consultazione con le Associazioni di Categoria provinciali – dalla quale è emerso un ampio consenso - il Consiglio camerale, il 17 marzo scorso, ha deliberato l’adozione del piano straordinario di intervento e, al tempo stesso, l’aumento del diritto annuale dovuto dalle imprese della provincia di Perugia, che assicurerà la copertura finanziaria del provvedimento.
La maggiorazione del diritto annuale sarà del 20% e determinerà una disponibilità aggiuntiva a beneficio del Quadrilatero e dell’Aeroporto dell’Umbria di poco inferiore ai 2 milioni di Euro.
“Con tale intervento – ha detto il presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti - gli amministratori camerali e le categorie economico-produttive hanno assunto un preciso impegno per dare un contributo responsabile alla crescita della collettività e per tracciare un percorso di sviluppo che coinvolga l’intera regione Umbria, diretto a colmare il divario infrastrutturale della nostra regione, che ha condizionato e continua a frenare lo sviluppo dell’economia locale”. Moretti ha riportato dati significativi: “Secondo una recente stima di Uniontrasporti - che verrà presentata alla Camera di Commercio, in occasione della prossima Giornata dell’ Economia - la provincia di Perugia, nell’area del Centro Italia, presenta una dotazione infrastrutturale fra le più basse, con un indice per la rete stradale pari a 59,5, a fronte del 97,3 dell’area Centro Italia”. “Molto cambierebbe se venissero completate le opere che hanno già avuto il via libera ai finanziamenti statali – e tra queste il Quadrilatero. Nel caso si registrerebbe un notevole miglioramento dello stesso indice per la provincia di Perugia negli scenari 2013 – 2016”.
L’aumento del diritto annuale è finalizzato, ai sensi della legge di riforma delle Camere di Commercio, alla “cattura di valore” collegata al co-finanziamento di iniziative il cui scopo è di aumentare la produzione e migliorare le condizioni economiche del territorio; tale passo segna dunque un sensibile cambiamento nel coinvolgimento delle Camere di Commercio per la realizzazione di grandi opere pubbliche.
Il 50% dei maggiori proventi assicurati dal piano camerale sarà destinato al co-finanziamento del progetto “Quadrilatero Marche Umbria SpA”, il quale ha come scopo il potenziamento degli assi viari che collegano l’Umbria con le Marche e, quindi, con l’Adriatico, superando la barriera naturale degli Appennini.
Gli assi viari potenziati si inseriscono nel sistema delle principali dorsali del Paese – il corridoio adriatico, il corridoio europeo Berlino – Palermo ed il corridoio tirrenico, creando un efficiente collegamento con le regioni circostanti e verso l’Europa, ed aprendo il tanto auspicato asse Mestre – Ancona - Civitavecchia. In particolare risultano interessate la Strada Statale 77 asse Foligno – Civitanova Marche, la Statale 76 e la Statale 318 asse Perugia – Ancona, nonché la Statale 3 asse Foligno – Pontecentesimo.
Come stimato da “Quadrilatero SpA” l’intero investimento genererà subito un significativo impatto economico diretto, indiretto e indotto, con rilevanti ricadute occupazionali.
Nel medio periodo determinerà effetti positivi sullo sviluppo del territorio e della vita quotidiana, tramite la riduzione del deficit infrastrutturale e l’attuazione del Piano di Area Vasta con l’insediamento delle aree produttive che consentono l’attivazione di un “effetto volano” sull’economia. Il nuovo strumento della finanza di progetto rappresenta infatti un moltiplicatore di sviluppo destinato a creare importanti benefici sul sistema industriale ed economico.
Per il Quadrilatero Marche - Umbria i territori interessati concorrono al finanziamento del 18% dell’investimento complessivo che, per il restante 82%, è a carico dello Stato.
Anche la Camera di Commercio di Macerata ha deliberato l’aumento del diritto annuale per le stesse finalità e quella di Ancona sta valutando l’identica misura. L’altro 50% dei maggiori proventi derivanti dal diritto annuale sarà destinato al potenziamento della partecipazione della Camera di Commercio di Perugia all’Aeroporto Umbro (la Camera è già l’azionista di maggioranza della S.A.S.E. S.p.A con il 32% del capitale sociale) nonché al sostegno delle opere che la Regione Umbria ha individuato quali prioritarie nel Documento Annuale di Programmazione 2008 – 2010, tramite l’utilizzo di un fondo finalizzato alle infrastrutture per l’attuazione di tali obiettivi. Il diritto annuale, dovuto alle Camere di Commercio italiane da tutte le imprese iscritte nel Registro delle Imprese, viene determinato ogni anno con decreto ministeriale.
Gli importi dovuti alle Camere di Commercio per l’anno 2008 sono stati determinati con decreto del 1° febbraio 2008, emanato dal Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.54 del 4 marzo scorso.
Pertanto la maggiorazione deliberata dal Consiglio camerale si applica agli importi fissati dal suddetto decreto ministeriale.
L’aumento del diritto annuale avrà effetti differenziati per le imprese della provincia, in ragione della forma giuridica e del volume d’affari.
Le imprese iscritte nel Registro Imprese di Perugia sono quasi 73mila; tra queste, le ditte individuali risultano essere oltre 41mila – quindi più del 50%; dunque, se si prende ad esempio il caso di una ditta individuale, questa, per effetto del nuovo decreto ministeriale, nel 2008 pagherebbe 88 euro, mentre, per effetto del provvedimento camerale, verserà a titolo di diritto annuale complessivamente 106 euro, con una aumento di soli 18 euro. Tuttavia nel 2008 le imprese non saranno interessate in modo generalizzato da maggiori oneri ma, in alcuni casi, addirittura da una diminuzione del diritto annuale, in virtù dei differenti scaglioni di fatturato.


 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.6/5 (48 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia