25-09-2014

Imprese e Legalità

 

 

Indagine della Camera di Commercio sulla percezione del rischio in provincia di Perugia attraverso un questionario le imprese potranno segnalare e delineare ogni forma di attività criminale. L’indagine è assolutamente anonima e in nessun modo le risposte fornite potranno essere ricondotte a chi compila il questionario. L’indagine, voluta e realizzata dalla camera di commercio di Perugia, e dal suo sportello della legalità, si avvale del supporto dell’Universitas Mercatorum (ateneo del sistema camerale) e di “Libera - Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie”.
            
Conoscenza dei fenomeni, presenza sul territorio, vicinanza alle imprese, realizzazione di servizi di assistenza per coloro che si trovano in una condizione di grave crisi finanziaria ed economica e sono esposti all’insidia delle infiltrazioni criminali”. 
E’ questa la road map tracciata da Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia, per definire le azioni rivolte al contrasto dei fenomeni criminali che il suo ente sta portando avanti da tempo e che oggi amplia con una nuova iniziativa. 
  
“Ultima iniziativa – ha annunciato il Presidente Mencaroni – è una indagine condotta sull’intero sistema imprenditoriale perugino che ci permetta di raccogliere ogni informazione possibile sull’insorgenza di infiltrazioni criminali e ogni altra forma di illegalità. In collaborazione e con il sostegno dell’Universitas Mercatorum (ateneo del sistema camerale) e di “Libera - Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie” chiederemo alle imprese di compilare un questionario che ci permetta di risalire al livello di percezione del rischio nella nostra provincia. Il coinvolgimento delle imprese è forse il passaggio decisivo verso l’approfondimento di una conoscenza reale e non effimera dei processi di criminalizzazione in atto o insorgenti nel nostro territorio”.
 
L’indagine garantirà ovviamente l’assoluta anonimità e in nessun modo le risposte fornite potranno essere ricondotte a chi compila il questionario.
Gli obiettivi. Da un lato si intende promuovere e attivare adeguati strumenti a supporto degli operatori economici già caduti nelle insidie della criminalità. Dall’altro lato si vuole richiamare l’attenzione di tutti gli operatori economici sugli effetti devastanti che le diverse “modalità” in cui la criminalità organizzata si radica nei territori possono produrre sul benessere e sull’economia in genere.
 
“E se fino a pochi anni fa il nostro territorio sembrava immune dalle infiltrazioni dei gruppi criminali - privi dell'attrattiva imprenditoriale ed economica necessaria al riciclaggio del denaro sporco e saldamente sotto il controllo delle istituzioni e delle forze dell'ordine – ha notato Giorgio Mencaroni - purtroppo negli ultimi anni abbiamo assistito alla crescita di fenomeni criminali sia nel tessuto sociale che economico della regione. In ogni caso, forme di illegalità e corruzione sono percepite in crescita da cittadini e imprese, che richiedono chiedono di essere tutelati e garantiti da leggi, eque ma severe, e realmente in grado di fronteggiare ogni forma di malaffare”.
 
La Camera di Commercio di Perugia ha fatto del contrasto all’illegalità uno dei momenti centrale della sua attività, facendosi protagonista di azioni di vario genere come la sottoscrizione di Protocolli di Intesa con la Prefettura di Perugia e con altri enti preposti alla tutela della sicurezza dei cittadini, la costituzione, fra le prime Camere di Commercio in Italia, dello Sportello della Legalità, oltre alla piena e incondizionata collaborazione con Magistratura e Forze di Polizia, cui assicuriamo la disponibilità dei dati conservati nei nostri archivi e data base.
 
Ancora il Presidente Mencaroni: “La legalità, la sicurezza, la trasparenza, oltre ad essere valori in sé, sono precondizioni di crescita e di sano e corretto sviluppo economico. Maggiore trasparenza significa maggiori garanzie per gli operatori economici di potere competere sul mercato in condizioni di leale concorrenza, senza doversi confrontare con imprese scorrette o compromesse che traggono indebita forza dal sostegno o dall’infiltrazione della criminalità. Per questo è imprescindibile conoscere il grado di infiltrazione, come pure la forza di insediamento della criminalità economica nel nostro tessuto socio economico”.
 
La Camera di Commercio chiede dunque a tutti gli attori economici della Provincia di Perugia di partecipare all'indagine rispondendo senza incertezze e senza timori: ogni singolo questionario compilato può fornire un contributo davvero importante. Ultimo giorno utile per l’invio il 15 novembre 2014.
Per eventuali richieste di informazioni è possibile contattare l'Ufficio “Protesti e Legalità” della Camera di Commercio di Perugia al numero 075 5748265, email sportello.legalità@pg.camcom.it.

 

Voci collegatelegalit, trasparenza

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.9/5 (40 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia