Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 15-03-2008 La XVI edizione dell'Ercole Olivario 2008 ha emesso i suoi verdetti

15-03-2008

La XVI edizione dell'Ercole Olivario 2008 ha emesso i suoi verdetti

 

La XVI edizione dell’Ercole Olivario 2008 ha emesso i suoi verdetti: i migliori oli extravergini di oliva e a Denominazione di Origine Protetta (DOP) italiani sono:

 

CATEGORIA OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

Fruttato Leggero
CLASSIFICATO - Olio extravergine di oliva Oleificio Venturi Agape di Sassocorvaro (Pesaro- Urbino)
CLASSIFICATO - Olio extravergine di oliva Francesco Atzori di Cabras (Oristano)

Fruttato Medio
CLASSIFICATO – Olio extravergine di oliva di azienda agricola Barbara di Barbara Salvatore di Rilievo (Trapani)
CLASSIFICATO – Olio extravergine di oliva di azienda agricola Cetrone Alfredo di Sonnino (Latina)

Fruttato Intenso
CLASSIFICATO – Olio extravergine di oliva azienda agricola Terre di Shemir di Trapani
CLASSIFICATO - Olio extravergine di oliva di azienda agricola Oleificio di Raffaele Caruso di Zungoli (Avellino)

CATEGORA OLI EXTRAVERGINI A DOP

Fruttato Leggero
CLASSIFICATO olio extravergine IGP Toscano di Frantoio Franci di Montenero D'Orcia (Grosseto)
CLASSIFICATO olio Dop Umbria di Az. Agraria Viola srl di S.Eraclio di Foligno (Perugia), uno dei sei oli umbri che erano stati selezionati per la finale del 2008.

Fruttato Medio
CLASSIFICATO - Olio DOP "Valli Trapanesi" di Azienda Agricola Biologica Titone di Trapani
CLASSIFICATO - Olio DOP "Bruzio" - Colline Joniche presilane delle Fattorie Greco di Cariati Marina (Cosenza)


Fruttato Intenso

CLASSIFICATO - Olio DOP "Monti Iblei" - Montelauro di Soc. Agricola Vernera di Spanò di Buccheri (Siracusa)
CLASSIFICATO - Olio DOP "Monti Iblei" - Gulfi di Rollo Giorgio di Ragusa


MENZIONE SPECIALE PER L’OLIO BIOLOGICO all’olio DOP biologico prodotto dall’Azienda Agricola biologica Titone di Trapani.

Il Premio AMPHORA OLEARIA 2008 assegnato alla migliore confezione ed etichettatura è andato all’Azienda agricola La Tore di Massa Lubrense (Napoli).

Al Teatro del Pavone di Perugia si è chiusa la XVI edizione dell’Ercole Olivario, il concorso per la valorizzazione delle eccellenze olearie territoriali italiane, che dal 1993 premia i migliori oli extravergine di oliva italiani. “La convinta e entusiastica adesione dei produttori italiani anche a questa edizione dell’Ercole – ha detto Alviero Moretti presidente del Comitato Organizzatore e della camera di Commercio di Perugia - consacra questa manifestazione come vetrina di eccellenza per gli oli d’oliva di qualità, provenienti da tutte le aree italiane e come strumento forte di promozione per affrontare le sfide di un mercato sempre più esteso ed articolato”.
“L’Ercole Olivario – ha aggiunto Moretti - ha compiuto un ulteriore passo in avanti, andando a riscoprire quale sia il legame profondo che unisce la qualità, come oggi la intendiamo, con le radici antiche di una coltivazione e di un prodotto che ha segnato nei secoli la vita, la storia e la cultura dei diversi territori e della nostra gente”.
Alla cerimonia di premiazione – condotta da Attilio Romita, giornalista Rai del TG1 – hanno partecipato autorità cittadine e regionali e, ovviamente i produttori - 87 complessivamente, di 16 regioni italiane a vocazione olearia – che avevano superato le selezioni e raggiunto la fase finale che si è tenuta in Umbria dal 10 al 15 marzo. L’Ercole Olivario conferma che l’olio extra vergine di oliva è sempre più protagonista sulla tavola degli italiani ed è motore dello sviluppo economico di un sistema di imprese che trova oggi, nel legame tra origine obbligatoria e territorio, il punto di equilibrio più alto rappresentato dalla qualità. Un legame forte che dà valore al valore del prodotto targato made in Italy.
All’Ercole 2008 hanno trionfato i mille sapori italiani dell’olio di qualità: le Marche, la Sicilia e la Toscana si aggiudicano i primi posti per gli oli extra vergini convenzionali e per gli oli a Dop dell'Ercole Olivario 2008. Seguiti al secondo posto dagli oli extra vergini di oliva prodotti nelle regioni Sardegna, ancora Sicilia, Campania, Umbria e Calabria.
Altro significativo momento della giornata finale dell’Ercole, la conferenza stampa tenuta al Centro Servizi Camerali “Galeazzo Alessi” della Camera di Commercio di Perugia nel corso della quale sono stati presentati, sotto forma di decalogo dettato dal prof. Gianfrancesco Montedoro, divulgatore scientifico del Concorso Nazionale, i “Buoni motivi per acquistare l’olio di oliva di qualità italiano”. “L’olio di oliva “extra vergine” italiano – ha detto il Prof. Montedoro - è diverso dagli altri extra vergini per effetto di una serie di fattori ambientali e varietali che incidono profondamente e spesso in maniera esclusiva o specifica sulla variabile chimica del frutto.
Ciò significa che tutte queste caratteristiche peculiari dell’olio extra vergine di oliva possono essere realmente garantite al consumatore, in funzione del legame di un olio con il territorio in cui le olive vengono prodotte”. Questo è aspetto di importanza fondamentale. Ancora il Prof. Montedoro: “In relazione all'ambiente pedoclimatico, alle varietà di olivo, al grado di maturazione del frutto, alla raccolta e ai tempi di conservazione in attesa della lavorazione, l’olio può presentare una composizione chimica diversa, relativamente ai “componenti minori”; così detti perchè presenti in quantità (concentrazioni) limitate ma tutti dotati di proprietà di fondamentale importanza biologica, nutrizionale, sensoriale e salutistica”. L’olio extravergine di oliva ci aiuta a combattere molte malattie ed è consigliato nelle diete ipocaloriche. È facilmente digeribile, previene l’insorgenza di calcoli e tiene a bada anche il diabete. Potenzia la sensibilità insulinica e rafforza il sistema immunitario. Aiuta a combattere alcuni tipi di tumore. Un vero e proprio elisir che aiuta ad invecchiare meglio.
L’organizzazione del Concorso Nazionale Ercole Olivario si deve alla Unione Italiana delle Camere di Commercio e alla Camera di Commercio di Perugia che possono contare sul contributo delle Unioni Regionali delle Camere di Commercio del Lazio e della Sardegna, il sostegno della Camera di Commercio di Terni e delle Unioni regionali delle Camere di Commercio di Abruzzo, Campania, Marche e Umbria, dell’Unione Nazionale tra le Associazioni dei Produttori di olive, Consorzio Nazionale Olivicoltori, Unione Nazionale Associazioni Coltivatori Olivicole, Istituto Commercio Estero, Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto. Partecipano il Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, l’Accademia Nazionale dell'Olivo e dell'Olio, Agroqualità, Coordinamento degli Assessori all'Agricoltura delle Regioni, Istituto Sperimentale per l’Elaiotecnica. Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero delle Attività Produttive, Ministero dell’Economia e delle Finanze, Consiglio Oleicolo Internazionale.
 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.6/5 (48 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia