Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 14-03-2008 L'Ercole Olivario promuove gli oli di qualità italiani e quest'anno un focus è stato aperto sul mercato degli USA, il principale importatore mondiale di olio di oliva

14-03-2008

L'Ercole Olivario promuove gli oli di qualità italiani e quest'anno un focus è stato aperto sul mercato degli USA, il principale importatore mondiale di olio di oliva

 

L’Ercole Olivario promuove gli oli di qualità italiani e quest’anno un focus è stato aperto sul mercato degli USA, il principale importatore mondiale di olio di oliva.
L’Italia si conferma primo fornitore USA di olio di oliva, sia in termini di quantità che di valore.
Domani Sabato 15 marzo a Perugia giornata conclusiva dell’Ercole 2008. Alla ore 10 presso il Centro Servizi Camerali “Galeazzo Alessi (via Mazzini) Conferenza Stampa in cui saranno illustrati, sotto forma di decalogo proposto dal prof. Gianfrancesco Montedoro, i “Dieci buoni motivi per comprare l’olio di qualità italiano”. Moderatore Attilio Romita, giornalista del TG1 RAI. Presenti il presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti, il Segretario Generale Dr. Andrea Sammarco e una delegazione di giornalisti americani intervenuti all’Ercole.
A seguire (inizio ore 11.30) cerimonia di chiusura della XVI Edizione del Concorso con la proclamazione e premiazione dei vincitori del 2008, al Teatro del Pavone, alla presenza delle massime autorità cittadine e regionali.

 

Clima di attesa a Perugia per conoscere i migliori oli extra vergini di oliva d’Italia in concorso alla XVI edizione dell’Ercole Olivario, il premio per le eccellenze territoriali olearie italiane.
Sabato 15 marzo con inizio alle ore 10.00, presso il Centro Servizi Camerali “Galeazzo Alessi” di via Mazzini Conferenza Stampa, moderata da Attilio Romita, giornalista del Tg1 Rai, alla presenza dei giornalisti statunitensi ospiti dell’Ercole, nel corso della quale saranno illustrati - sotto forma di decalogo dettato dal Prof. Gianfrancesco Montedoro, divulgatore scientifico del Concorso nazionale - i “Dieci buoni motivi per comprare l’olio italiano di qualità”. Un anticipazione in tema di salute: l’olio extravergine di oliva combatte molte malattie ed è consigliato nelle diete ipocaloriche. È facilmente digeribile, previene l’insorgenza di calcoli e tiene a bada anche il diabete. Potenzia la sensibilità insulinica e rafforza il sistema immunitario. Aiuta a combattere alcuni tipi di tumore. Un vero e proprio elisir che aiuta ad invecchiare meglio.
A seguire (ore 11.30) al teatro del Pavone, ultimo atto dell’Ercole 2008, con la cerimonia di proclamazione e premiazione dei vincitori.
Il saluto del Comitato di Coordinamento sarà portato dal Presidente Alviero Moretti, presenti le massime autorità cittadine e regionali.
Intanto Perugia ha accolto con grande calore i partecipanti alla fase finale del Concorso e la presenza dell’Ercole in città può essere percepita anche soffermandosi davanti a molte vetrine del centro storico dove fanno bella mostra di sé le bottiglie degli 87 oli finalisti.
L’Ercole ha toccato un'altra città dell’Olio, Trevi, dove si sono svolti al Teatro Comunale, un seminario sulla “Valorizzazione energetica delle potature di olivo” e un educational riservato ad una missione di giornalisti statunitensi che per iniziativa dell’ICE (Istituto per il Commercio con l’Estero) ha toccato i temi della presenza dell’olio di oliva sul mercato USA. L’olio d’oliva è il secondo prodotto agro-alimentare maggiormente esportato dall’Italia negli Stati Uniti. La classifica generale per il 2007 vede la leadership italiana con 575,7 milioni di dollari di olio di oliva: da sola l’Italia copre oltre il 60% dell’import USA. L'olio di oliva ha conquistato la popolarità negli Stati Uniti a partire dagli anni '80 e la sua diffusione non conosce sosta, con vendite in continuo aumento. Le principali ragioni di questo successo sono da ricercare nei fattori: salutistico, che ha avuto uno stimolo nell’aumento della domanda di prodotto; nel mutamento di stili alimentari, grazie alla popolarità della dieta Mediterranea; di promozione in generale che hanno stimolato il consumatore mantenendo alti i livelli di domanda di prodotto soprattutto di quello made in Italy.
“Per le aziende che sono interessare a sviluppare la loro presenza sul mercato statunitense – ha ricordato Alviero Moretti, presidente del comitato di coordinamento del premio nazionale e della Camera di Commercio di Perugia - l’Ercole Olivario può rappresentare una marcia in più per promuovere i mille sapori dell’olio targato made in Italy, proprio facendo leva sulla grande offerta e sulla diversità e tipicità territoriale”.
Le Redazioni sono invitate a partecipare alla giornata conclusiva dell’Ercole Olivario 2008

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.8/5 (46 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia