Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 13-03-2008 Ercole Olivario guarda al mercato degli Stati Uniti

13-03-2008

Ercole Olivario guarda al mercato degli Stati Uniti

 

Arriva oggi 13 marzo a Spoleto la delegazione di giornalisti statunitensi che conosceranno da vicino le eccellenze olearie italiane ed umbre partecipanti al Concorso nazionale.
A Spoleto la Giuria sta valutando gli 87 oli extravergini di oliva e a Denominazione di Origine Controllata (DOP) che hanno raggiunto la fase finale del Concorso nazionale.
A Perugia sabato 15 marzo prossimo, alle h.10 presso il Centro servizi “Galeazzo Alessi” (ex Borsa Merci) conferenza stampa sui “buoni motivi per comprare l'olio di oliva di qualità italiano” alle h. 11 presso il Teatro Pavone cerimonia finale con la proclamazione e la premiazione dei vincitori.

 

Quest’anno, in collaborazione con l’ICE (Istituto per il Commercio con l’Estero), l’Ercole Olivario allarga lo sguardo sul mercato degli USA, che da solo acquista il 37% del totale delle esportazioni italiane.
Oggi è previsto l’arrivo a Spoleto della delegazione di giornalisti statunitensi (Mr. Joseph Dumas, Ivan Capoferri, Mr. Darrell Corti, Julia Della Croce ), collaboratori di importanti riviste specializzate nel settore gastronomico ed anche di riviste destinato al vasto pubblico, ai quali verrà presentato il programma dell’evento e la Giuria del Concorso.
Domani 14 marzo i
giornalisti parteciperanno in mattinata alle sedute di assaggio degli oli; a seguire visita ad un frantoio ed escursione lungo il “Sentiero degli ulivi”, per un’immersione nella natura umbra e nello spirito del territorio.
Sempre domani 14 marzo dalle ore 17.00, a Trevi, i giornalisti parteciperanno ad altri 2 appuntamenti clou del programma Ercole Olvario. Primo, il seminario su “La valorizzazione energetica delle potature di olivo”, cui parteciperanno fra gli altri il presidente della Camera di Commercio Alviero Moretti e il Sindaco di Trevi Giuliano Nalli, e che sarà tenuto dal direttore del Centro di ricerca sulle biomasse” di Perugia, prof. Franco Cotana (la filiera di recupero delle biomasse residuali rappresenta un settore di fondamentale importanza in quanto consente di recuperare biomasse senza impegnare il terreno per colture energetiche, trasformando i residui da materiale di scarto gravato da costi di smaltimento, a prodotto energetico).
Secondo appuntamento, subito dopo il seminario, la presentazione della ricerca curata dall’ICE (istituto per il commercio estero) sul Mercato USA dell’Olio di Oliva e sul posizionamento del prodotto italiano, relatore Mirella Menglide dell’ufficio Ice di New York: la ricerca analizzerà le caratteristiche principali del mercato usa dell’olio di oliva, le caratteristiche della distribuzione e aspetti della legislazione statunitense in materia, fino ad individuare trend e prospettive di questo mercato e strategie di posizionamento per le aziende italiane del settore.

La 16esima edizione dell’Ercole Olivario coincide con l’entrata in vigore di un provvedimento molto atteso dai produttori: l’obbligo dell’indicazione di origine sulle etichette.
“E’ questo un traguardo che premia gli sforzi di tutti quei produttori che hanno considerato l’Ercole Olivario un traguardo da raggiungere e un trampolino di lancio per promuovere il meglio del meglio del Made in Italy dell’olio extra vergine di oliva nel mondo” ha dichiarato Alviero Moretti, presidente del Comitato di Coordinamento. “Il provvedimento sull’origine obbligatoria – ha detto ancora Moretti - recepisce le esigenze di trasparenza e correttezza dell’informazione nei confronti dei consumatori e le trasforma in opportunità per l’intera filiera dell’olio di oliva italiana”.


L’organizzazione del Concorso Nazionale Ercole Olivario si deve alla Unione Italiana delle Camere di Commercio e alla Camera di Commercio di Perugia che possono contare sul contributo delle Unioni Regionali delle Camere di Commercio del Lazio e della Sardegna, il sostegno della Camera di Commercio di Terni e delle Unioni regionali delle Camere di Commercio di Abruzzo, Campania, Marche e Umbria, dell’Unione Nazionale tra le Associazioni dei Produttori di olive, Consorzio Nazionale Olivicoltori, Unione Nazionale Associazioni Coltivatori Olivicole, Istituto Commercio Estero, Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto. Partecipano il Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, l’Accademia Nazionale dell'Olivo e dell'Olio, . Agroqualità, Coordinamento degli Assessori all'Agricoltura delle Regioni, Istituto Sperimentale per l’Elaiotecnica. Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero delle Attività Produttive, Ministero dell’Economia e delle Finanze, Consiglio Oleicolo Internazionale.
Il provvedimento entrato in vigore da qualche settimana e che è stato illustrato dal Ministro delle Politiche Agricole e Forestali Paolo De Castro, in occasione della presentazione ufficiale dell’Ercole Olivario 2008, obbliga ad indicare in etichetta lo Stato nel quale le olive sono state raccolte e l’indirizzo del frantoio in cui è stato estratto l’olio. Inoltre è previsto, nella fattispecie, che ai fini dei controlli le imprese detengano per ogni stabilimento e deposito, il registro di carico e scarico (le imprese devono dotarsene entro il prossimo 31 maggio) nel quale sono annotati i movimenti per ogni tipo di olio introdotto ed uscito, di cui deve essere dichiarata l’origine. L'Ispettorato centrale per il controllo della qualità dei prodotti agroalimentari predispone, secondo un piano annuale, i controlli svolti presso le imprese e presso gli esercizi commerciali,i frantoi e i fornitori.

Dettaglio sui finalisti ripartiti per regione di provenienza:
Ercole Olivario 2008 Finalisti per regione di provenienza

 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.6/5 (50 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia