Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 01-03-2008 Sono i migliori oli di oliva prodotti in Umbria quelli che si sono affermati nella IX Edizione del Concorso Regionale per gli Oli Extravergini a Denominazione di Origine Protetta (DOP) "Umbria"

01-03-2008

Sono i migliori oli di oliva prodotti in Umbria quelli che si sono affermati nella IX Edizione del Concorso Regionale per gli Oli Extravergini a Denominazione di Origine Protetta (DOP) "Umbria"

 

Sono i migliori oli di oliva prodotti in Umbria quelli che si sono affermati nella IX Edizione del Concorso Regionale per gli Oli Extravergini a Denominazione di Origine Protetta (DOP) “Umbria”.

 

Ventuno le aziende che vi hanno partecipato in rappresentanza delle cinque sottozone a vocazione olearia della regione (Colli Assisi-Spoleto, Colli del Trasimeno, Colli Martani, Colli Amerini e Colli Orvietani).

La giornata conclusiva del Concorso si è tenuta al Museo Archeologico di Amelia. Sono intervenuti Alviero Moretti, presidente della Camera di Commercio di Perugia e del Comitato organizzatore del Concorso, Adriano Garofoli, presidente di Unioncamere regionale umbra, Mario Ruozi Berretta, presidente della Camera di Commercio di Terni, il Sindaco di Amelia Giorgio Sensini, i rappresentanti delle Associazioni imprenditoriali del settore agricolo.

 

Momento centrale della giornata conclusiva della IXa Edizione del Concorso Regionale per gli Oli DOP Umbria, la proclamazione dei vincitori, la punta eccellente di un prodotto che da sempre innerva di sé un territorio – un terroir olivicolo, possiamo dire – il suo paesaggio, finanche la sua cultura, non solo alimentare. La manifestazione di Amelia è stata aperta dall’intervento di Adriano Garofoli, presidente di Unioncamere regionale. Il Presidente Garofoli ha posto l’accento sugli obiettivi che si pongono le iniziative promozionali del sistema camerale connotate e accomunate – ha detto da una “idea guida: creare le condizioni favorevoli per costruire veri e propri “prodotti d’area” e quindi per proporre un’offerta che, oltre ai caratteri della qualità e della tipicità, contenga un valore aggiunto frutto di una sapiente combinazione tra cultura, turismo ed ambiente”. “La valenza del Concorso – ha rimarcato Garofoli - è da individuare negli obiettivi che si pone: favorire tra i produttori di olio una diffusione sempre più ampia della cultura della qualità mediante la certificazione di prodotto; offrire agli operatori del settore un’occasione di approfondimento e di aggiornamento sulla evoluzione del mercato dell’olio”.
“Sin dall’inizio abbiamo deciso di procedere con determinazione e chiarezza sulla via della qualità – ha detto Alviero Moretti, presidente della Camera di Commercio di Perugia e del Comitato di coordinamento del Concorso - ponendoci come obiettivo quello di stimolare i produttori a migliorare continuamente le proprie tecniche produttive e di indirizzare i consumatori verso l’utilizzo dell’ olio di qualità certificato. I risultati ci stanno dando ragione visto che l’Umbria sta sempre più definendosi come produttrice di oli di grande qualità”.
“L’annata 2007/2008 non è stata facile a causa delle avverse condizioni atmosferiche, ha continuato Moretti, e la produzione di olio è scesa a circa 40.000 quintali, ben al di sotto della media annuale degli ultimi anni. In compenso i nostri assaggiatori hanno riscontrato una qualità decisamente alta”.
Soddisfazione per gli esiti dell’edizione del 2008, è stata espressa da Mario Ruozi Berretta, “da cui - ha affermato – esce confermata la straordinaria capacità dei nostri produttori di “fare qualità” in un comparto in cui ci si deve confrontare con una concorrenza molto agguerrita”. “Sia il Concorso Regionale che l’Ercole Olivario, ha detto ancora Ruozi Berretta – sono divenuti strumenti preziosi per la promozione dell’olio umbro non solo all’interno dei confini nazionali, ma anche sui mercati esteri”.
La Giuria del Concorso era composta da 16 assaggiatori ed è stata coordinata da Angela Canale e guidata dal capopanel Giulio Scatolini.
“Nonostante l’annata non sia stata molto clemente – ha dichiarato Giulio Scatolini – abbiamo sentito oli umbri di notevole valenza organolettica, a conferma che la professionalità dei nostri olivicoltori frantoiani è davvero notevole. Gli sforzi fatti da tutta la filiera in funzione della qualità ci permettono di guardare ancora dall’alto molte altre realtà territoriali del nostro paese, più grandi di noi e dotati di maggiori risorse e finanziamenti. Al Concorso di quest’anno gli oli eccellenti erano in numero notevole ed è stato assai arduo selezionare i migliori. Le valenze sensoriali di “fruttato erbaceo”, sommate a quelle tipiche di amaro e piccante, sono nette, precise ed armoniche. Dunque un nuovo passo sulla strada della eccellenza”.
Nella nostra regione gli olivi impiantati sono circa 6.500.000, con una superficie di oliveto specializzato di 27.000 ettari. 250 i frantoi in attività.
La campagna olearia 2007/2008 ha registrato a livello regionale una forte contrazione delle quantità di olio prodotte (circa 40.000 quintali), ma la qualità è risultata molto alta e saranno circa 6.000 i quintali di olio certificati DOP (Denominazione di Origine Protetta), uno dei migliori risultati a livello nazionale.
Nel corso della giornata conclusiva del Concorso si è tenuto un seminario sul tema ““La qualità percepita dell’Olio a Denominazione di Origine Certificata” cui hanno partecipato il Prof. Sergio Sacchi, docente dell’Università degli Studi di Perugia, rappresentanti delle Associazioni di Categoria ed esperti del settore.
Momento culminante della manifestazione la proclamazione dei vincitori del Concorso Regionale, che possono essere considerati i migliori oli extravergini di oliva DOP prodotti in Umbria nell’annata 2007/2008.
Assegnati anche i premi per la categoria “Piccolo Imprenditore” per i frantoi con produzione di almeno 10 quintali e “Qualità e Immagine”, con il quale si è inteso premiare contestualmente la qualità dell’olio e la confezione con la quale viene commercializzato il prodotto.
Questi i vincitori del Concorso 2008.
Il Concorso regionale per i migliori oli Dop è organizzato dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio dell’Umbria e dalle Camere di Commercio di Perugia e Terni. Fanno parte del Comitato di Coordinamento la Regione dell’Umbria, 3° Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria, Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio, il Consorzio di Tutela dell’Olio Extravwergine di Oliva Dop Umbria, la Confederazione Italiana Agricoltori dell’Umbria, la Federazione Regionale Coldiretti dell’Umbria e la Federazione Regionale degli Agricoltori Umbri Confagricoltura.

 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.5/5 (44 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia