Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Indagine Excelsior provincia di Perugia, I trimestre 2015

16-01-2015

Indagine Excelsior provincia di Perugia, I trimestre 2015

 

Le opportunità di lavoro in provincia di Perugia previste nel I trimestre 2015 


Nel primo trimestre del nuovo anno restano negative la domanda di lavoro e i fabbisogni professionali e formativi espressi dalle imprese della provincia di Perugia.

In provincia di Perugia, tra gennaio e marzo 2015 troveranno una qualsiasi occupazione nei diversi settori produttivi 2.050 lavoratori, ma saranno 2.990 quelli che usciranno dai cicli produttivi.
Il saldo risulterà negativo di 930 unità.

Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia: “Il nostro sistema economico non riesce ancora a produrre lavoro per quanto servirebbe a restituire slancio all’occupazione, ma qualcosa si sta muovendo.
Rispetto al trimestre precedente, l’ultimo del 2014, le entrate al lavoro sono aumentate di 300 unità (+17%) e le uscite sono scese di 340 (- 10%).
Il saldo resta negativo, ma si riduce di 640 unità, da 1.580 a 940, come dire che dall’ultimo trimestre 2014 al primo di questo 2015, le imprese perugine offriranno 640 posti di lavoro in più”.

 

Questi alcuni dei risultati del Sistema informativo per l’Occupazione e la Formazione ”Excelsior”, che ricostruisce annualmente e trimestralmente il quadro previsionale della domanda di lavoro e dei fabbisogni professionali e formativi espressi dalle imprese, presentato stamane alla Camera di Commercio di Perugia dal Presidente dell’Ente Giorgio Mencaroni
 

Per il primo trimestre del 2015, l’Indagine Excelsior conferma le difficoltà del sistema produttivo della provincia di Perugia nel fornire risposte adeguate a una offerta di lavoro sempre più pressante e consistente. Il saldo tra entrate e uscite dal lavoro è ancora una volta negativo: - 930 unità.


Da gennaio a marzo del nuovo anno, a Perugia troveranno una qualsiasi occupazione 2.050 lavoratori, 940 in meno dei 2.990 che invece usciranno dai cicli produttivi per scadenza di contratti, licenziamenti, pensionamento o altri motivi.


Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia: ”Una situazione ancora pesante, ma non in peggioramento, anzi in ripresa dai livelli di fine anno. E questo ci rende fiduciosi. Se confrontiamo i dati di questo I trimestre del 2015 con quelli del trimestre immediatamente precedente, l’ultimo del 2014, rileviamo un generale miglioramento: gli ingressi al lavoro crescono del 17%, da 1.750 a 2.050 unità, le uscite, al contrario, calano del 10%, da 3.330 a 2.990 e il saldo, pur restando negativo, migliora del 40%, passando da – 1.580 a – 940.

Come dire che le nostre imprese, in appena 3 mesi, sono state in grado di offrire 640 posti di lavoro in più”. 

 

Leggi il comunicato completo di tabella per conoscere il totale dei lavoratori in ingresso, in uscita e saldo distinti per provincia.

 


 

Allegati

Voci collegateexcelsior, fabbisogni formativi, lavoro

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.6/5 (36 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia