Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Presentato alla Camera di Commercio di Perugia "Umbria delle mie Trame"

16-04-2015

Presentato alla Camera di Commercio di Perugia "Umbria delle mie Trame"

 

 

Presentato alla Camera di Commercio di Perugia

”Umbria delle mie Trame”
Tessuti, merletti e ricami: gli itinerari dell’alto artigianato artistico

testi a cura di Federico Fioravanti, collaborazione ai testi di Manuela Ferretti e Daniela Querci, progetto grafico dello Studio Fabbri, per la realizzazione di Promocamera, Azienda Speciale dell’ente camerale perugino.

Sono intervenuti alla presentazione Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia e Sergio Mercuri, Presidente Promocamera e il giornalista Federico Fioravanti.

 


L’Arte della Tessitura, del Ricamo e del Merletto, da centinaia di anni è parte imprescindibile della storia dell’Umbria.


L’opera “Umbria delle mie Trame” rappresenta magistralmente i saperi incrociati e le abilità manuali, sedimentati nei secoli, che ogni giorno si sposano con l’intuizione e con la grazia naturale che nasce dall’Intelligenza delle mani.
“Mani umbre, come umbro nel fondo è l’ “Artigianato d’Arte” della Tessitura, di cui - ha detto il Presidente della Camera di Commercio di Perugia Giorgio Mencaroni - abbiamo percepito, quasi inaspettatamente, la ricchezza e la vastità, quasi un mare senza sponde. L’ “Umbria delle mie Trame” porta alla luce i continui rimandi con l’arte, quasi un’osmosi ininterrotta nel corso dei secoli. L’arte - dipinti, sculture, bassorilievi, rosoni - lo ha ispirato e ne è stata, a sua volta, ispirata”. “Il compito della Camera di Commercio, che è la “casa delle imprese” - ha ricordato il Presidente Mencaroni - è anche quello di difendere e proteggere un patrimonio così importante: “Umbria delle mie Trame” è uno degli strumenti più belli che abbiamo creato per questo scopo”.


L’autore dei testi Federico Fioravanti , che è stato coadiuvato nella stesura dei testi da Manuela Ferretti e Daniela Querci, ha evocato un “Umbria da toccare con mano e da accarezzare, un Umbria che sfugge ai viaggi frettolosi e ai riti del turismo di massa”.


“Un’Umbria che possiamo scoprire – questo l’invito di Federico Fioravanti – seguendo l’affascinante percorso che lega insieme l’antica arte della tessitura alla sapienza dei ricami e di merletti eterei , creati da mani pazienti e abilissime”. “Mani di donne, grandi donne capaci di scrivere l’arte attraverso trame delicate, timbri squillanti di un incanto fragile, ma capace di sfidare il tempo”. “Grandi donne artigiane e artiste – ha ricordato Fioravanti - che abbiamo incontrato nei percorsi tracciati in “Umbria delle mie Trame”: Romeyne Ranieri Sorbello, Alice Hallgarten, Anita Belleschi Grifoni, Giuditta Brozzetti, Elvira Tosetti, Elena Guglielmi, tanto per citarne alcune, che hanno utilizzato telai, aghi, uncinetti per creare lavoro, non tanto per sé ma quanto per le giovani prive di dote, hanno creato cultura, ricchezza e hanno saputo porre l’accento sulla nostra Umbria, con operazioni di marketing senza precedenti”.


Sergio Mercuri, presidente di Promocamera, ha voluto sottolineare come con “Umbria delle mie Trame” è stato fatto un grande passo avanti nel modo di comunicare realtà straordinarie, sempre a metà tra arte e produzione. Già dal titolo si nota un’attenzione ed una sensibilità che vanno oltre il mero aspetto promozionale. Non si è voluto fare un catalogo, ma un vero e proprio libro per conservare la memoria e soprattutto per creare emozioni, suscitare curiosità, appassionare il lettore, potenziale visitatore dei nostri territori, attraverso gli itinerari che naturalmente la storia dei tessuti, dei merletti e dei ricami hanno disegnato”.


“Come Camera di Commercio – ha concluso Giorgio Mencaroni – non possiamo che prendere esempio dalle protagoniste di questa storia produttiva, tanto ricca e così affascinante! Copiando la loro capacità di fare impresa utilizzando modelli intramontabili. Il nostro compito è difendere tanta “bellezza”, facendola innanzitutto conoscere, moltiplicando le occasione di fruibilità nelle scuole, nelle associazioni, nei musei e nei laboratori a tema. E perché no, favorendo un turismo di qualità che viene in Umbria per fare esperienza di queste arti. Perché la tessitura, il ricamo e il merletto sanno parlare dell’ “Umbria al pari del paesaggio, dell’arte, della natura e dell’enogastronomia”.


Il volume sarà diffuso tramite i canali del sistema camerale, in occasione di eventi, manifestazioni, mostre in Italia e all’estero.
 

Voci collegateartigianato, pubblicazioni, tessile

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.9/5 (42 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia