Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 02-08-2007 Dopo gli ottimi risultati del 1° trimestre 2007, il manifatturiero della provincia di Perugia consolida la crescita

02-08-2007

Dopo gli ottimi risultati del 1° trimestre 2007, il manifatturiero della provincia di Perugia consolida la crescita

 

Dopo gli ottimi risultati del 1° trimestre 2007, il manifatturiero della provincia di Perugia consolida la crescita: segno positivo per Produzione, Fatturato e Ordinativi anche nel 2° trimestre (apr. – giu. ’07, rispetto al corrispondente periodo del 2006). E’ questa l’indicazione che emerge dall’indagine dell’Osservatorio Congiunturale sul Settore Manifatturiero relativa al 2° trimestre del 2007.
Alviero Moretti, presidente Camera di Commercio: “Nei primi due trimestri dell’anno le imprese manifatturiere della provincia hanno dimostrato di saper sfruttare al meglio le opportunità offerte dalla ripresa in atto nel nostro paese. L’apporto più importante alla crescita viene dalle imprese di maggiori dimensioni (50 e più dipendenti e da 10 a 49) mentre permangono difficoltà tra le piccole imprese che accusano nel 2° trimestre 2007 flessioni nella Produzione, nel Fatturato e negli Ordinativi. Debole l’artigianato che non conferma il miglioramento del primo trimestre 2007”.
E ora il Manifatturiero della provincia di Perugia cresce più della media nazionale e di quella delle altre regioni del Centro Italia.

 

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Perugia ha presentato i risultati dell’indagine condotta dall’Osservatorio Congiunturale sul Settore Manifatturiero della provincia relativi al II° trimestre del 2007. Condotta su un campione di 300 imprese manifatturiere da 1 a 500 dipendenti operanti in provincia di Perugia, l’indagine registra le variazioni della Produzione, del Fatturato e degli Ordinativi.

Quadro generale del II trimestre 2007

Emergono ancora segnali positivi dal settore manifatturiero della provincia di Perugia nel II° trimestre dell’anno. La produzione, il fatturato e gli ordinativi delle imprese manifatturiere registrano una crescita tendenziale positiva, anche se con andamenti meno sostenuti di quelli particolarmente buoni evidenziati lo scorso trimestre.
“Dopo la performance molto positiva del 1° trimestre di quest’anno - ha evidenziato il Presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti – poteva verificarsi una pausa che invece non c’è stata, visto che l’ulteriore espansione – pur meno evidente – supera sia la media nazionale che quella del Centro Italia. Questo dato è molto significativo: il manifatturiero della provincia di Perugia è in controtendenza rispetto al Centro Italia in calo sia per produzione che per fatturato e ordinativi”.
Nel II° trimestre 2007 la Produzione provinciale fa segnare un incremento del 1,5% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, contro una media nazionale pari a + 1,1% e, soprattutto, a quella del Centro Italia caratterizzata da una brusca riduzione (-1,1%).

Positivo l’andamento del Fatturato con una crescita dell’1,4%, meno accentuato rispetto al +3% del I° trimestre dell’anno, ma anche in questo caso al di sopra di quello nazionale (+0,6%), e in controtendenza rispetto a quello del Centro, che evidenzia un calo del 2,2%.

Gli Ordinativi delle imprese manifatturiere della provincia nel II trimestre 2007 registrano un incremento tendenziale dello 0,9%, identico al dato nazionale, ma molto distante dal – 1,8% registrato nel Centro Italia.
La crescita delle variabili economiche è il risultato degli incrementi delle imprese di maggiori dimensioni e della riduzione delle imprese più piccole.
“Purtroppo, ancora oggi, le imprese con meno di 10 dipendenti non riescono ad “agganciare” la ripresa – ha detto Alviero Moretti – e registrano flessioni intorno al 2% in tutte e tre le categorie considerate. Al contrario, le imprese con 50 e più dipendenti evidenziano un incremento del 2,7% della Produzione, del 2,2% del Fatturato e del 1,4% degli Ordinativi. Analogo andamento si manifesta per le imprese da 10 a 49 dipendenti con un +2% per la Produzione, un +2,2% per il Fatturato a un +1,7% per gli Ordinativi”.
“Debole l’Artigianato – ha detto ancora Moretti -: dopo i risultati positivi registrati ad inizio anno, nel II° trimestre registriamo flessioni nelle principali variabili economiche: -2,7% per la Produzione, -2,3% per il Fatturato e –2% per gli Ordinativi. Certo avevamo sperato in un consolidamento della ripresa, ma comunque anche in presenza di questi dati continuo a ritenere che il nostro artigianato racchiuda in se tutte le potenzialità e le capacità necessarie a superare questo difficile momento, che peraltro ci accomuna alle altre province visto che anche su scala nazionale si registrano dati negativi”.

A livello settoriale buoni risultati si segnalano per le industrie del trattamento dei metalli e minerali metalliferi (+ 4,7% nella produzione e + 4,5% negli ordinativi) e per il trattamento dei minerali non metalliferi con un aumento del fatturato pari al +4,4%. Dal settore della moda provengono nuovi segnali di sofferenza, con flessioni della Produzione del 2,7%, del Fatturato del 3,8% e degli Ordinativi del 3,7%.
Dopo un semestre complessivamente positivo, le previsioni delle imprese per il prossimo trimestre sono improntate a una sostanziale cautela. Il saldo tra attese d’incremento e di diminuzione della Produzione, a livello provinciale, si attesta a +6, comunque al di sopra del +2 nazionale e in linea con il +7 del Centro. Anche per il Fatturato, il saldo è pari a +6, di poco superiore al +4 registrato a livello nazionale e al +5 di ripartizione territoriale Centro Italia. Il saldo degli Ordinativi interni si attesta a +6, migliore rispetto al +1 nazionale e al –3 del Centro. Per gli Ordinativi esteri, il saldo provinciale è nullo e risulta inferiore al +6 nazionale e, soprattutto, al +16 registrato nelle regioni centrali.
Poco incoraggianti le aspettative relative al III° trimestre 2007 per l’artigianato perugino. Per l’immediato futuro, tra gli imprenditori artigiani prevalgono le attese di decrementi della Produzione, del Fatturato e degli Ordinativi interni. Lievi segnali positivi dovrebbero arrivare dagli Ordinativi esteri.


 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.5/5 (45 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia