Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > La Camera di Commercio di Perugia ha presentato i dati dell'Osservatorio Congiunturale per il II Trimestre del 2015

27-10-2015

La Camera di Commercio di Perugia ha presentato i dati dell'Osservatorio Congiunturale per il II Trimestre del 2015

 

 La Camera di Commercio di Perugia ha presentato i dati dell’Osservatorio Congiunturale sul Settore Manifatturiero perugino per il II Trimestre del 2015.

Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia: “Stavolta la tendenza è chiara: la Manifattura perugina guadagna terreno e ha ripreso a crescere e non più a passo ridotto, ma con ritmo da ripresa vera, incisiva.


Produzione, Fatturato e Ordinativi crescono all’unisono nel II trimestre di quest’anno e i dati confortano: +3,4%, + 2,7%, + 3,5% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa.


E’ significativo anche il consolidarsi del progresso congiunturale sul trimestre precedente, che porta la nostra Manifattura su livelli che non conoscevamo da tempo”.


“E nel II trimestre 2015, ci lasciamo alle spalle il raggruppamento Centro Italia, ma superiamo – e non di poco - anche le medie nazionali”.


“Finalmente in risalita il Manifatturiero Artigiano, che dopo innumerevoli trimestri, evidenzia nel II trimestre 2015, incrementi di Produzione, Fatturato e Ordinativi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, in controtendenza rispetto all’andamento nazionale che manifesta ancora flessioni. Per il nostro sistema imprenditoriale costituito in grande maggioranza di imprese di piccole dimensioni, questa è una iniezione di fiducia, che se confermata negli ultimi due trimestri del 2015, potrebbe segnare la vera uscita dalla crisi”.


Nel secondo trimestre di quest’anno si consolidano i segni positivi emersi nei primi tre mesi del 2015. Presentano incrementi tendenziali significativi sia la Produzione e il Fatturato, che gli Ordinativi dell’Industria Provinciale.

E stavolta segnali finalmente positivi si manifestano anche nelle Imprese Artigiane che, dopo innumerevoli trimestri, evidenziano incrementi di Produzione, Fatturato e Ordinativi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, in controtendenza rispetto all’andamento nazionale che al contrario sconta ancora flessioni.

La Produzione manifatturiera provinciale nel II trimestre del 2015 avanza rispetto al II trimestre del 2014 del +3,4% in termini tendenziali ed evidenzia un miglioramento rispetto al +0,6% del precedente periodo. Il dato perugino è migliore rispetto al dato del Centro Italia (-2%) e al dato nazionale (+0,5%).

Anche il Fatturato perugino nel II trimestre 2015 progredisce: la variazione tendenziale, infatti, rimane positiva e si attesta a +2,7% in miglioramento rispetto al +1,1% dello scorso trimestre e alle variazioni negative registrate in tutto il 2014. Il risultato provinciale è superiore sia rispetto alla variazione fatta registrare dal Centro (+2%), sia rispetto alla media nazionale (+1,5%).

Gli Ordinativi delle imprese manifatturiere della provincia registrano una variazione tendenziale del +3,5%, dato in accelerazione rispetto al +0,1% del precedente trimestre. La provincia fa meglio del Centro, che rimane negativo (-0,8%), ma anche della media nazionale (+0,7%).

 
A beneficiare del buon andamento risultano le imprese di tutte le classi dimensionali, con quelle medie di 50 addetti e oltre, a trainare l’intero sistema.

 
La Produzione nel II trimestre 2015

Si rafforza nel II trimestre dell’anno la buona intonazione della Produzione manifatturiera provinciale, che mette a segno una variazione del +3,4% rispetto allo scorso anno; il precedente trimestre la variazione tendenziale era stata del +0,6%. Il dato perugino è migliore sia del dato del Centro, che rimane in campo negativo e si attesta al -2%, sia di quello nazionale, che varca la soglia positiva ma si ferma a +0,5%.


L’incremento della Produzione è determinato dall’andamento produttivo delle imprese di tutte le dimensioni. Le imprese manifatturiere perugine con oltre 49 addetti mostrano la variazione tendenziale più favorevole (+4,7%) migliorando di quattro punti percentuali rispetto al +0,6% del precedente trimestre. Le imprese tra 10 e 49 addetti registrano, su base annua, una variazione del +2,8%, in progressione rispetto al precedente +1,1%. Le imprese più piccole, con meno di 10 addetti, si attestano a +1,9%, e, pur registrando i risultati più contenuti, segnano una tappa importante entrando in campo positivo, dopo il precedente -0,4%.


A livello settoriale si registrano variazioni tendenziali positive della Produzione in quasi tutti i settori. Gli incrementi più consistenti si manifestano per le industrie operanti nel settore del trattamento minerali non metalliferi, con un +7,3%, ancora più confortante se confrontato con il precedente -3,8%. A poca distanza si trovano le industrie meccaniche e dei mezzi di trasporto, con un +7%. Buono l’incremento delle industrie chimico-farmaceutiche che registrano un +5,2% a fronte del precedente -0,6%. Seguono le industrie dei metalli, che crescono del 4,7%, migliorando il precedente +0,6%, le industrie della carta, stampa, editoria con un incremento del 4,2%, a fronte del precedente -0,3% e le industrie elettriche ed elettroniche con +4%. Sotto la media provinciale il resto dei settori manifatturieri, che si mantengono comunque positivi ad eccezione delle altre industrie che sono le uniche ad evidenziare una flessione, che tra l’altro risulta anche rilevante (-5,2%).


Anche l’Artigianato perugino mostra segnali positivi con una variazione tendenziale della produzione in miglioramento rispetto al precedente trimestre, i cui valori si collocano finalmente in campo positivo. La produzione artigiana nel II trimestre 2015 si attesta, infatti, a +2,1% su base annua, in deciso miglioramento rispetto al precedente -0,7%.


Il Fatturato nel II trimestre 2015

Il Fatturato perugino nel II trimestre del 2015 progredisce ulteriormente: la variazione tendenziale, infatti, rimane positiva e si attesta a +2,7% in miglioramento rispetto al +1,1% dello scorso trimestre e alle variazioni negative registrate in tutto il 2014. Il risultato provinciale è superiore sia rispetto alla variazione fatta registrare dal Centro (+2%), sia rispetto alla media nazionale (+1,5%).


Il dato positivo è generato dall’andamento delle imprese di tutte le dimensioni. Le imprese di dimensioni maggiori, quelle con oltre 49 addetti, fanno meglio di tutte registrando una variazione tendenziale del +4,1%, in crescita di quasi quattro punti percentuali rispetto al dato precedente (+0,4%). Le imprese da 10 a 49 dipendenti, fanno registrare un +2,1%, in lieve frenata rispetto al +2,5% del I trimestre. Positiva anche la variazione del fatturato per le imprese fino a 9 dipendenti e in lieve progressione rispetto al precedente dato: +1% è la variazione tendenziale registrata nel II trimestre 2015, a fronte del precedente +0,4%.

All’interno del settore manifatturiero si registrano variazioni positive soprattutto per le industrie elettriche ed elettroniche: +7,9% la variazione tendenziale in netta progressione rispetto al +2,7% precedente. Buono anche il risultato conseguito dalle industrie meccaniche e dei mezzi di trasporto, che su base tendenziale crescono del 7,2% in linea con il dato del precedente trimestre (7,3%). Segnali positivi anche dalle industrie dei metalli che fanno registrare un +4,6% su base annua a fronte del precedente -1,1%. Aumentano anche le industrie chimiche, petrolifere e delle materie plastiche: la variazione tendenziale nel II trimestre si attesta a +4,2%, in progressione rispetto al precedente +3,5%. Il settore carta, stampa ed editoria segna un +3,9% a fronte del precedente +1,8%. Le industrie tessili, dell’abbigliamento e delle calzature aumentano del 1,1% su base annua, in controtendenza rispetto al -2,1% del I trimestre. L’industria del legno e del mobile ridimensiona la sua crescita, presenta infatti una variazione tendenziale contenuta (+0,4%) dopo l’ottimo risultato dello scorso trimestre (+7,2%). Quasi stazionarie le industrie alimentari, che segnano, come lo scorso trimestre, un +0,1%. All’opposto registrano flessioni le altre industrie (-2,5%, in attenuazione rispetto al precedente -4,9%) e le industrie che si occupano del trattamento di minerali non metalliferi (-1,1% in linea con il precedente dato)

Gli Ordinativi nel II trimestre 2015

Nel II trimestre 2015 gli ordinativi delle imprese manifatturiere della provincia registrano una variazione tendenziale del +3,5%, dato in accelerazione rispetto al +0,1% del precedente trimestre. La provincia fa meglio del Centro, che rimane negativo (-0,8%), ma anche della media nazionale (+0,7%).


In questo trimestre le imprese vedono migliorare il dato relativo agli Ordinativi facendo registrare una crescita superiore al 3%. Le imprese più piccole, fino a 49 addetti mostrano una variazione del 3,4%, in netto miglioramento rispetto al precedente trimestre, in cui si era registrata ancora una flessione. Le più grandi, con oltre 49 dipendenti, registrano una variazione di poco superiore +3,7% tendenziale, che risulta in miglioramento di oltre tre punti percentuali rispetto al +0,6% dello scorso trimestre.

La crescita coinvolge tutti i settori del manifatturiero. Le variazioni tendenziali risultano positive soprattutto per le industrie meccaniche e dei mezzi di trasporto, che registrano un +6% a fronte del precedente +0,1%, e per la carta, stampa, editoria, che con un +5,9% risultano in progressione rispetto al 1,7% del precedente trimestre. Buono l’incremento anche per le industrie dei metalli (+4,6%, a fronte del precedente +0,8%), e per le industrie del trattamento dei minerali non metalliferi (che dal -0,2% del I trimestre, arrivano a +4,4% nel II trimestre 2015). Anche tutti gli altri settori registrano variazioni positive, ma con valori inferiori alla media provinciale. Gli incrementi più bassi vengono conseguiti dalle industrie del legno e del mobile (+1,1%), che peggiorano rispetto al precedente +3,3%, e dal settore della moda, che con un +1,3% segna invece un miglioramento rispetto al precedente trimestre (-4,2%).
 

comunicato con tabelle 

 

Voci collegatecongiuntura, indagini congiunturali, osservatorio specialistico

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.5/5 (30 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia