Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 21-10-2006 "Valorizzazione energetica delle biomasse - l'esperienza della regione Nord Reno Vestfalia e le possibili collaborazioni"

21-10-2006

"Valorizzazione energetica delle biomasse - l'esperienza della regione Nord Reno Vestfalia e le possibili collaborazioni"

 

“Valorizzazione energetica delle biomasse – l’esperienza della regione Nord Reno Vestfalia e le possibili collaborazioni ”
L’Umbria guarda alla esperienza tedesca per l’utilizzo a fini energetici delle biomasse, una fonte “pulita” e praticamente inesauribile.
Alviero Moretti presidente della Camera di Commercio di Perugia: “questa iniziativa ci ha permesso di offrire una base informativa attuale e di alta qualita’ sulla utilizzazione delle biomasse, attraverso le esperienze maturate in Germania, il paese guida in Europa nella utilizzazione di fonti energetiche alternative”.

 


Frutto di un partenariato fra la Camera di Commercio di Perugia e la Camera di Commercio Italiana per la Germania, ufficio di Berlino, si è tenuta a Perugia (Centro Congressi via Pellas) una conferenza internazionale sul tema “Valorizzazione energetica delle biomasse – L’esperienza della regione tedesca Nord Reno Vestfalia e le possibili collaborazioni”.
La ricerca e lo sviluppo di fonti energetiche alternative rappresentano un impegno inderogabile per tutti i principali paesi industrializzati e tra questi la Germania occupa un posto di primo piano, in particolare sull’utilizzo delle biomasse. L’esperienza maturata nella regione tedesca Nord Reno Vestfalia ha consentito di raggiungere ottimi risultati sia dal punto di vista tecnico-economico che da quello energetico-ambientale. La conferenza che si è tenuta oggi ha offerto un quadro di riferimento – normativo e tecnico – dalla cui conoscenza potranno trarre vantaggio tutti coloro che attualmente sono impegnati in Umbria nella implementazione di politiche regionali di sviluppo dell’approvvigionamento da fonti energetiche rinnovabili.
La direttiva europea 30 del 2003 definisce le biomasse come "la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall’agricoltura (comprendente sostanze vegetali ed animali), dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali ed urbani". Rientra quindi tra le biomasse un novero assai ampio di prodotti che spesso vengono considerati di scarto e come tali alienati. Questi materiali, tuttavia, presentano interesse in quanto conservano un valore intrinseco residuo e possono trovare un impiego alternativo al conferimento in discarica.
“Collegando due diverse realtà locali europee – ha affermato il Presidente della Camera di Commercio di Peurgia Alviero Moretti – si vuole contribuire a stimolare collaborazioni e partenariati transnazionali, come prezioso apporto di valore aggiunto al processo di qualificazione e rafforzamento del sistema produttivo locale e a offrire soluzioni all’approvvigionamento di energia pulita e sicura”.
Alla Conferenza internazionale hanno portato il proprio contributo Frank-Michael Baumann, direttore dell’Agenzia per la “Gestione territoriale dello sviluppo delle bioenergie nel Nord Reno Vestfalia” presso il Ministero per l’Economia e l’Energia del Land e Rolf-Dieter Linden amministratore di una azienda tedesca all’avanguardia nel settore che ha parlato delle “Esperienze pratiche nello sviluppo e gestione dei progetti di utilizzazione di biomasse per la produzione di bioenergie”. La conferenza è stata aperta dal Presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti presenti gli assessori regionali all’agricoltura Carlo Liviantoni e all’ambiente Lamberto Bottini. Ha introdotto i lavori Peter Schelhorn, direttore dell’Ufficio di Berlino della Camera di Commercio italiana per la Germania.
“Con la conferenza di oggi – ha detto ancora Alviero Moretti - la Camera di Commercio Italiana in Germania e la Camera di Commercio di Perugia intendono anche perseguire due finalità più generali: stimolare lo sviluppo delle energie rinnovabili in Umbria per far nascere una nuova industria e nuova occupazione; utilizzare i partenariati internazionali come prezioso apporto di valore aggiunto al processo di qualificazione e rafforzamento del sistema produttivo locale. Mettendo in collegamento diverse realtà locali d’Europa si vuole contribuire a stimolare collaborazioni transnazionali per dare soluzioni all’approvvigionamento di energia pulita e sicura, uno dei problemi più impellenti del nostro tempo”.

Nell’utilizzazione delle biomasse a fini energetici, le statistiche delineano una situazione in cui l’Europa e l’Italia in particolare sono in grave ritardo: nel mondo le biomasse soddisfano quasi il 15 per cento degli usi energetici primari; in Europa tale percentuale scende al 3,5 per cento e l'Italia, con il suo 2 per cento di fabbisogno energetico coperto dalle biomasse, è nettamente al di sotto della media continentale.
La Germania è oggi uno dei massimi produttori europei e mondiali di energie da biomasse e proprio di recente, a facilitare il cammino tedesco di tale settore, è arrivata una nuova legge che incentiva il ricorso alle energie rinnovabili. Contributi e sgravi fiscali sono previsti per tutti gli operatori del settore agricolo che reimpiegano gli scarti e i derivati di produzione (tra cui anche il letame, ad esempio) per la produzione di energia elettrica, calore e biogas.
Ma l’energia pulita rappresenta anche una occasione di forte sviluppo e crescita economica. Sempre in Germania, si stima che le fonti “pulite” (sole, acqua, vento e biomasse) hanno creato circa 160mila posti di lavoro negli anni. Di questi, circa 50mila lavorano nell’eolico, 30mila circa nel solare e 50mila nella produzione di biomasse. Il fatturato del settore è cresciuto del 30%, nel solo 2005, a circa 16 miliardi di euro.

Alla conferenza hanno partecipato rappresentanti della Direzione Agricoltura e Ambiente della Regione dell’Umbria, le Associazioni imprenditoriali e di categoria, in particolare quelle del settore agricolo Coldiretti, Confagricoltura e Cia, l’A.R.P.A., il Centro Ricerche Biomasse e numerosi imprenditori.


 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.4/5 (41 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia