Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 16-05-2006 Consegnati alla Camera di Commercio i "Quality Hotels" e i "Quality Restaurants" a 69 alberghi e 63 ristoranti operanti in provincia di Perugia

16-05-2006

Consegnati alla Camera di Commercio i "Quality Hotels" e i "Quality Restaurants" a 69 alberghi e 63 ristoranti operanti in provincia di Perugia

 

Assegnati per l’anno 2005 i marchi di qualità certificata alle imprese alberghiere e ristorative della provincia di Perugia che hanno aderito al “Progetto Qualità” ideato dal sistema camerale italiano e realizzato in collaborazione con l’ISNART ((Istituto Nazionale Ricerche Turistiche”. Dalle verifiche dei parametri fissati da un regolamento estremamente rigoroso e selettivo sono risultate idonee a ricevere il “Quality Hotels” e il “Quality Restaurants” 132 strutture ricettive (69 alberghi e 63 ristoranti) operanti in provincia di Perugia. Dei 69 “Quality Hotel” 17 sono andati a alberghi di Perugia, 8 di Assisi, 7 di Gubbio, 7 di Spoleto, 5 di Foligno3 di Spello, Todi, Norcia, 2 di Cascia, Città della Pieve, Passignano, Forgiano, Trevi e Città di Castello, 1 di Bevagna, Castiglion del Lago, Massa Martana e Bastia Umbra. Dei 63 ristoranti “Quality Restaurant” 24 operano a Perugia, 5 a Spoleto e Castiglione del Lago e Gubbio, 3 a Foligno e Norcia, 2 a Assisi, Todi, Umbertine e Gualdo Tadino, 1 a Campello sul Clitunno, Corciano, S.Anatolia, Passignano sul Trasimeno, Spello, Bettona, Città della Pieve, Città di Castello, Deruta, Gualdo Tadino e Paciano (in cartella stampa vedi elenco completo).

 

Alla cerimonia di consegna degli attestati di qualità è intervenuto il presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti. “Gli obiettivi di questo nostro progetto – ha detto Moretti - sono individuabili a vari livelli: mirare alla creazione di un marchio di qualità quale forma di comunicazione tra domanda e offerta ricettiva, attivare modelli di ospitalità efficaci ed innovativi, trasmettere al mercato nazionale ed internazionale un chiaro segnale di maggiore attenzione da parte delle nostre strutture ricettive verso i sistemi di qualità. I “Quality Hotels” e i “Quality Restaurant” forniscono al cliente una certezza in più che l’albergo da lui scelto non lo deluderà e che la struttura ed i servizi saranno all’altezza delle sue aspettative”. Tra le autorità intervenute l’assessore del Comune di Perugina Ilio Liberati.
Il progetto qualità del sistema camerale raccoglie sempre maggiori adesioni da parte delle imprese. Lanciata nel 1997 - e promossa con successo a livello nazionale da Isnart (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche) - la certificazione di qualità per hotel e ristoranti ha raggiunto ormai 60 province italiane e da qualche anno agli hotel si sono aggiunti ristoranti e agriturismi.
In Italia, dal 1997 ad oggi, i candidati Quality Hotels sono stati 6.000 con 1.304 aziende certificate; i Quality Restaurants 1.900 e 910 premiate con il Marchio.
Ogni anno in occasione della Borsa Internazionale del Turismo, viene presentata la Guida Nazionale che raccoglie tutte le strutture che hanno conseguito il riconoscimento del Marchio di Qualità. Tale guida viene poi distribuita nelle più importanti fiere di settore oltre che dalle Camere di Commercio, con lo scopo di facilitare il turista nell’individuare le strutture che offrono servizi altamente qualitativi, non soffermandosi sul semplice concetto di “come si mangia” o “come si dorme” ma, indirizzandolo verso quella che è la vera ospitalità di qualità.
Il Marchio di Qualità è una scelta volontaria, annuale e rinnovabile. Spetta agli operatori la scelta di presentare richiesta alla Camera di Commercio nel momento in cui viene aperto il bando. Effettuate le verifiche, da parte di esperti valutatori, la Commissione di valutazione camerale, conferisce i marchi “Quality Hotels” e “Quality Restaurants” solo se vengono riscontrati tutti i requisiti necessari.
Per mantenere il certificato, annualmente, le strutture vengono sottoposte a verifiche, sia in loco che attraverso interviste periodiche agli ospiti.
Le strutture che appartengono al circuito godono di una serie di agevolazioni predisposte dalle Camere di Commercio fra cui la partecipazione a corsi di formazione e informazione sulle strategie di qualità, la pubblicazione della propria struttura sulle guide provinciali e la promozione su vari portali specializzati.
Per ampliare la notorietà del Marchio sui mercati esteri è in corso una campagna stampa su riviste delle Camere di Commercio all’estero, quali Francia, Austria, Svizzera, Spagna, Gran Bretagna, Svezia, Belgio, Lussemburgo e Germania.
Da quest’ anno, inoltre, prende avvio il Premio Ospitalità italiana, che vedrà protagonisti gli alberghi e i ristoranti certificati e i loro stessi clienti che esprimeranno una preferenza attraverso sms, telefonata o Sito Internet.
I riconoscimenti saranno assegnati ad ognuna delle 4 categorie alberghiere (dal 2 a 5 stelle) e ad ognuna delle 5 categorie di ristoranti (ristorante gourmet, tipico regionale, italiano, pizzeria e internazionale).


 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.5/5 (45 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia