Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 22-03-2006 Presentata a Roma al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali la quattordicesima edizione dell?Ercole Olivario, il premio per le eccellenze olearie italiane

22-03-2006

Presentata a Roma al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali la quattordicesima edizione dell?Ercole Olivario, il premio per le eccellenze olearie italiane

 

Roma Conferenza stampa – Vetrina asiatica per gli oli extravergini di oliva vincitori del XIV concorso dell’Ercole Olivario. Le 12 aziende che, quest’anno, risulteranno vincitrici saranno presentate a settembre sui mercati giapponese e coreano, grazie ad un progetto di promozione in cui sono coinvolti, attraverso Unioncamere nazionale, la Camera di Commercio di Perugia, il Centro Estero dell’ Umbria, Promofirenze e l’ICE.
L’edizione 2006 dell’Ercole Olivario è stata presentata oggi a Roma presso il Mipaf dal direttore generale per la tutela del consumatore, avv. Cristiano Carocci, portavoce del ministro delle politiche agricole e forestali, on. Gianni Alemanno.
Riservato agli oli extra vergini di oliva di qualità ottenuti da olive italiane, il premio Ercole Olivario, patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali fin dalla sua nascita, è stato insignito quest’anno di una targa del Presidente della Repubblica.
Il concorso coinvolge tutte le Unioni regionali delle camere di commercio delle aree produttrici di olio extra vergine di oliva. Una commissione nazionale composta da 16 esperti assaggiatori e guidata da un panel leader, si riunisce a Spoleto per analizzare i prodotti finalisti.
“Dal 27 marzo al 1 aprile, l’Umbria diventa la capitale italiana dell’Olio di oliva di qualità, ha detto il Presidente della Camera di Commercio di Perugia Alviero Moretti. Per la quattordicesima volta l’Ercole Olivario si concluderà nella suggestiva cornice di Spoleto: i migliori oli delle regioni olivicole italiane, saranno esaminati da una Giuria Nazionale, che stabilirà quali sono i migliori oli della campagna 2005\2006. Per le rigorose procedure previste dal regolamento nonché per il successo acquisito nei suoi quattordici anni di storia, l’Ercole Olivario si è imposto come il più prestigioso riconoscimento per i produttori di oli di qualità dell’Italia e del mondo.
Quest’anno sono stati iscritti al concorso dell’Ercole Olivario 331 oli, di cui 83 approdati alla fase finale, in programma a Spoleto dal 27 marzo al 1 aprile prossimi. Sono 16 le regioni italiane che esprimono le migliori eccellenze olearie territoriali italiane – così è stato definito il concorso da quest’anno, compreso il Trentino che ha partecipato per la prima volta alla prestigiosa selezione nazionale.
Saranno premiati gli oli che avranno raggiunto i primi due posti nelle due graduatorie finali, degli oli a denominazione di origine protetta e degli oli extravergini, per le singole tipologie: a) fruttato leggero; b) fruttato medio; c) fruttato intenso.
E' altresì prevista l'assegnazione del premio speciale "Amphora Olearia" che sarà assegnato alla migliore confezione da una giuria di esperti. Da quest’anno sarà attribuita la menzione speciale “olio biologico” che sarà assegnata al prodotto, certificato a norma di legge che avrà ottenuto il punteggio più alto tra gli oli biologici finalisti.
Uno spazio promozionale da questa edizione sarà riservato agli oli monocultivar che le unioni regionali hanno la possibilità di inviare a Spoleto per divulgare la conoscenza di questo prodotto, anche se non prenderà parte ad alcuna competizione specifica.
I premi saranno consegnati a Spoleto sabato 1° aprile al Teatro Caio Melisso. Felice coincidenza. È questa la data prevista dal regolamento UE 2080/2005 per l’avvio dei nuovi programmi degli operatori. Sono previste azioni nel settore dell’olio di oliva indirizzati a finanziare azioni di monitoraggio, miglioramento dell’impatto ambientale e della qualità, tracciabilità e diffusione delle informazioni a tutela della qualità dell’olio e delle olive. La quota di finanziamenti UE è quasi di 108 milioni di Euro che, sommati alla quota parte dello Stato italiano e dei privati attiverà investimenti per circa 150 milioni di euro nei prossimi tre anni.

 


 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.4/5 (45 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia