Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 01-02-2006 Nel 2005 cresce e si consolida il tessuto imprenditoriale della provincia di Perugia

01-02-2006

Nel 2005 cresce e si consolida il tessuto imprenditoriale della provincia di Perugia

 

A Roma presso la sede di UnionCamere nazionale sono stati presentati i risultati definitivi per l’anno 2005 dell’indagine condotta trimestralmente da Movimprese sulla dinamica nascita\mortalità delle imprese italiane. Buone le indicazioni che arrivano per la provincia di Perugia, dove nel 2005 sono nate 4.850 nuove imprese (+8,1% rispetto al 2004), 938 in più di quante ne sono cessate (3.912). Un saldo positivo che rappresenta un buon risultato, soprattutto se si pensa all’andamento economico del 2005 nel corso del quale il Pil regionale è cresciuto soltanto dello 0,2%
“C’è nella nostra provincia una forte propensione a fare impresa – ha commentato il presidente della Camera di Commercio Alviero Moretti – e i dati riferiti al 2005 confermano che, nonostante persista una situazione segnata da indubbie difficoltà, il nostro tessuto imprenditoriale si mantiene vitale e dinamico, capace di espandersi a un buon ritmo. Nel 2005 lo stock di imprese iscritte alla Camera di Commercio di Perugia ha sfioranto le 72.000 unità (71.972): appena 5 anni fa erano 68.277. Accanto al notevole numero di nuove imprese (4.850) registriamo cessazioni per 3.912 unità, un dato in aumento rispetto al 2004, ma che tuttavia ci permette di chiudere con un saldo attivo di 938 unità”. L’aumento delle cassazioni (+ 9,5%) è evidentemente dovuto agli effetti della crisi congiunturale che anche nel 2005 ha interessato molti settori produttivi della provincia di Perugia.
La dinamica della nascita\mortalità delle imprese rappresenta un parametro significativo nella valutazione dello stato di salute economica di un territorio. La crescita del numero delle imprese va tuttavia interpretata con attenzione e non significa necessariamente che non esistono problemi o disagi economici, ma è indubbio che con l’allargarsi della base imprenditoriale aumentano le possibilità che si generi un sano sviluppo economico.
“Avviare una attività economica – ha sottolineato il Presidente Moretti – è sempre segno di grande fiducia e determinazione e ciò ci fa ben sperare nella possibilità del nostro sistema territoriale di agganciarsi ad una ripresa peraltro ancora incerta, ma di cui si intravede qualche segnale incoraggiante”.

 

Nel dettaglio, la rilevazione di Movimprese per l’anno 2005 riferita alla provincia di Perugia evidenzia variazioni positive (rispetto al 2004) nel numero di imprese registrate alla Camera di Commercio per i settori delle Costruzioni (+ 4,7%), delle Attività Alberghiere e di Ristorazione (+ 3,9%), delle Attività Immobiliari, Ricerca e Informatica (+7%), del settore Sanità e Servizi Sociali (+3,9%), degli Altri Servizi Pubblici, Sociali e Personali (+1,1%), dell’Istruzione (+ 3%). Variazione negativa invece per i settori Manifatturieri (- 1,3%).
Per quanto si riferisce alla forma giuridica delle imprese operanti in provincia di Perugia il 58% del totale è costituito da ditte individuali, il 24% da Società di Persone, il 14,7% da Società di Capitali e il 3% da altre forme societarie. Da sottolineare la continua crescita (+ 5,7%) delle Società di Capitali, mentre restano praticamente invariate (+0,5%) le Ditte Individuali (che peraltro restano lo stock di gran lungo più significativo) e le Società di Persone (+1,2%).
 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.7/5 (45 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia