Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Umbria e Calabria più vicine

04-05-2017

Umbria e Calabria più vicine

 

 

Protocollo di Intesa tra Camera di Commercio di Cosenza e Camera di Commercio di Perugia
 

L’Accordo - Quadro consentirà  l’organizzazione di forme di collaborazione rivolte alla valorizzazione e allo sviluppo economico dei rispettivi territori.

 

La Camera di Commercio di Cosenza e la Camera di Commercio di Perugia hanno firmato oggi un accordo quadro finalizzato ad individuare forme di collaborazione per la valorizzazione e lo sviluppo dei rispettivi territori e per incentivare la stipula di accordi commerciali finalizzati, ad esempio, alla produzione di prodotti ottenuti tramite l’impiego delle eccellenze alimentari delle due province.

 

L’intesa tra i due Enti vuole essere il punto di partenza anche per il coinvolgimento degli altri principali attori istituzionali territoriali, affinché possano impegnarsi nel promuovere, progettare ed attuare azioni sinergiche nei settori dello sviluppo economico e della cultura della legalità, della ricerca scientifica, delle infrastrutture di comunicazione e del trasporto.

 

E' per questo motivo che la firma dell’Accordo è stata accompagnata anche da una dichiarazione in calce sottoscritta dai rappresentanti delle istituzioni, tutte presenti alla cerimonia: i Prefetti di Cosenza e di Perugia, Gianfranco Tomao e Raffaele Cannizzaro, gli Assessori Loredana Pastore e Michele Fioroni, rispettivamente delegati dai Sindaci delle due città, l’Assessore alle Infrastrutture della Regione Calabria, Roberto Musmanno, l’Assessore ai Trasporti Regione Umbria, Giuseppe Chianella, il Presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, il Rettore dell’Università della Calabria, Gino Mirocle Crisci, Elena Stanghellini, professore Ordinario Università degli Studi di Perugia delegata dal Rettore dell’Università degli Studi di Perugia Franco Moriconi, Ernesto Cesaretti, Presidente dell’Aeroporto Internazionale dell'Umbria S. Francesco d'Assisi.

 

«L’accordo con la Camera di Commercio di Perugia – afferma Klaus Algieri, Presidente della Camera di Commercio di Cosenza – rappresenta un’ulteriore occasione per intraprendere reciproche azioni di promozione e sostegno dei nostri territori, puntando sulle sinergie generate da una cooperazione virtuosa tra Istituzioni. In questo senso, abbiamo voluto coinvolgere anche gli altri principali protagonisti istituzionali, allo scopo di sollecitare il loro intervento nel migliorare gli scambi turistici, i percorsi universitari e lo sviluppo dei collegamenti, ad esempio tramite l’attivazione di voli diretti tra Lamezia Terme e Perugia.»

 

Soddisfazione per l’avvio della collaborazione anche da parte del Presidente della Camera di Commercio di Perugia, Giorgio Mencaroni. «La volontà di attivare un accordo ad ampio raggio tra i nostri due enti – ha  sottolineato il Presidente Mencaroni – oltre a rappresentare un’iniziativa legittimata dal ruolo istituzionale che anche la recente riforma della pubblica amministrazione ci ha assegnato, nasce dall’idea che le nostre province, pur nelle loro diversità, abbiano numerosi punti di contatto su cui fare leva per la valorizzazione reciproca dei territori e delle eccellenze enogastronomiche, per lo sviluppo delle dotazioni infrastrutturali, l’incremento dei percorsi universitari e, non ultimo, per il consolidamento di rapporti di natura socio culturale, peraltro già molto profondi, anche per la presenza in Umbria di un’attiva e  dinamica comunità calabrese.»

 

Ancora il Presidente Mencaroni: “In base all’accordo tra le Camere di Commercio di Perugia e Cosenza,  individueremo gli eventi più significativi che si svolgono nelle due province e ad essi chiameremo a partecipare le aziende. In Umbria saliranno quelle cosentine, che in appositi spazi espositivi presenteranno i prodotti più tipici e rappresentativi dell’agroalimentare cosentino: la patata della Sila DOP, la lenticchia di Mormanno, il fagiolo poverello del Pollino, il peperone crushko di Roggiano, il riso di Sibari, olio extravergine di oliva, vini.  In maniera speculare,  nel corso delle principali manifestazioni calabresi, sarà la Camera di Commercio di Cosenza a dare spazio alle imprese perugine. E nei nostri stand sarà il festival del  gusto umbro! In esposizione i nostri prodotti di qualità con marchio di certificazione DOP, DOC e IGT:  la lenticchia di Castelluccio, il farro di Monteleone, la patata di Colfiorito, la fagiolina del Trasimeno, la cipolla di Cannara. Particolare rilievo sarà dato ai prodotti per i quali la Camera di Commercio di Perugia ha realizzato, nel corso degli anni, attività di promozione specifica come, il cioccolato, i tartufo, i formaggi, lo zafferano”.

 

Da domani, le due Camere di Commercio lavoreranno insieme per diffondere i contenuti dell’accordo e per coinvolgere attivamente imprese e Associazioni di categoria nella realizzazione dei suoi aspetti esecutivi. Le imprese umbre e cosentine avranno modo di partecipare agli eventi organizzati dai due enti per presentare i loro prodotti, intervenire alle manifestazioni con degustazioni guidate, laboratori e show cooking e usufruire di spazi espositivi appositamente dedicati alla promozione delle eccellenze enogastronomiche, artigianali, artistiche e turistiche dei due territori. 

 

“L’accordo Perugia – Cosenza è aperto a svariati ambiti di collaborazione,  come quello fondamentale di un potenziamento dei collegamenti tra l’Umbria e la Calabria – ha sottolineato il Presidente Mencaroni -   a cominciare da quelli aerei attraverso gli scali aeroportuali di Lamezia Terme e di Perugia “San Francesco. E’ nostra convinzione che sia necessario fare di tutto per accorciare la distanza tra Umbria  e Calabria: solo così potremo incrementare gli scambi turistici,  in particolare quello religioso,  i percorsi universitari e il turismo culturale ed enogastronomico”.

 

L’Accordo camerale Perugia – Cosenza, inoltre, intende essere propedeutico al coinvolgimento dei principali Enti e Istituzioni territoriali: le Regioni Umbria e Calabria,  i Comuni di Cosenza e di Perugia,  le Prefetture,  l’ Università degli Studi di Perugia e l’Università della Calabria, gli Enti di gestione degli Aeroporti di Lamezia Terme e di Perugia “San Francesco”.  

 

“Tutti insieme – ha concluso Gorgio Mencaroni - ferma restando l'autonomia delle rispettive Amministrazioni,  possiamo realizzare i rapporti di collaborazione delineati nell’Accordo, così da promuovere la progettazione e l’attuazione di azioni sinergiche nei settori dello sviluppo economico e della cultura della legalità, della ricerca scientifica, delle infrastrutture di comunicazione e del trasporto”. 

Voci collegateimprenditori, territorio

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.0/5 (35 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia