Tachigrafi digitali

 

Tachigrafi digitali, prorogata la scadenza della revisione  


 

Emergenza Covid - 19: nuove modalità di erogazione del servizio  

Le richieste di rilascio, rinnovo e sostituzione di tutte le tipologie di Carte tachigrafiche (Conducente, Azienda, Officina, Controllo) devono essere inviate esclusivamente a mezzo posta, mail e pec. La consegna delle carte avverrà esclusivamente a mezzo raccomandata all’indirizzo indicato dal richiedente: è momentaneamente esclusa la modalità di ritiro presso l’Ufficio Carte Tachigrafiche; inoltre non saranno accettate le richieste con versamenti dei diritti inferiori a € 40,17 previsti per la spedizione della carta. Ricordiamo che - ai sensi dell’art. 8 comma 3 del Decreto 23 giugno 2005 - l’obbligo della restituzione delle carte in scadenza, che dovrà avvenire esclusivamente a mezzo posta. Questa amministrazione, in ottemperanza alle misure straordinarie relative all’emergenza sanitaria, declina ogni responsabilità per il caso di inadempienza da parte degli utenti relativamente all’obbligo di riconsegna della carte in scadenza.  

 

Solo nel caso di sostituzione della carta per malfunzionamento la consegna avverrà presso l’Ufficio Carte Tachigrafiche, previo appuntamento da concordare al numero 075 5748451 o all'indirizzo mail cartetachigarfiche@pg.camcom.it .  


 

Sui veicoli adibiti al trasporto su strada di viaggiatori o merci, immatricolati in uno stato membro della Comunità Europea, devono essere montati ed utilizzati apparecchi di controllo, denominati tachigrafi, soggetti all'omologazione di uno degli Stati Membri.

Tali strumenti, disciplinati dal Regolamento (CEE) n. 3821/85 del 20/12/1985, registrano velocità e distanze percorse da un veicolo e i relativi tempi di guida, al fine di controllare gli impieghi temporali dei veicoli nel settore dei trasporti.

 

Principali riferimenti normativi

  • Regolamento (CEE) n. 3820/85 del 20/12/1985
  • Regolamento (CE) n. 2135/98 del 24/9/1998
  • Regolamento (CE) 1360/2002 del 13/06/2002
  • Regolamento (UE) n.165/2014 del 04/02/2014
  • Regolamento (UE) n.799/2016 del 18/03/2016
  • Regolamento (UE) n. 502/2018 del 28/02/2018
  • Regolamento (UE) n.1054/2020 del 15/07/2020
  • D.M. 31 ottobre 2003, n. 361
  • D.M. 11 marzo 2005
  • D.M. 23 giugno 2005
  • Decreto 29 luglio 2005
  • Decreto 3 agosto 2005

 

Campo di applicazione

L'apparecchio di controllo deve essere installato ed utilizzato su tutti i veicoli con esclusione dei seguenti veicoli elencati nell'articolo 4 del Regolamento (CEE) n. 3820/85 del 20/12/1985: 

 

  • Veicoli adibiti al trasporto di merci il cui peso massimo autorizzato è inferiore a 3,5 tonnellate
  • Veicoli adibiti destinati al trasporto viaggiatori (massimo 9 persone compreso il conducente)
  • Veicoli adibiti al trasporto viaggiatori con servizi di linea inferiori il cui percorso è inferiore a 50 km
  • Veicoli la cui velocità massima autorizzata non supera i 30 chilometri orari
  • Veicoli adibiti al servizio, o posti sotto il controllo, di forze armate, protezione civile, vigili del fuoco e forze responsabili del mantenimento dell'ordine pubblico
  • Veicoli adibiti ai servizi delle fognature, di protezione contro le inondazioni, dell'acqua, del gas, dell'elettricità, della rete stradale, delle nettezza urbana, dei telegrafi, dei telefoni, delle spedizioni postali, della radiodiffusione, della televisione e della rilevazione di emittenti o riceventi di televisione o radio
  • Veicoli utilizzati per emergenze temporanee o nel corso di operazioni di salvataggio
  • Veicoli speciali adibiti ad usi medici
  • Veicoli che trasportano materiale per circhi o parchi di divertimenti
  • Carri attrezzi;
  • Veicoli sottoposti a prove su strada a fini di miglioramento tecnico, riparazione o manutenzione, e veicoli nuovi o trasformati non ancora messi in circolazione
  • Veicoli adibiti al trasporto non commerciale dei beni per uso privato
  • Veicoli adibiti alla raccolta del latte presso le fattorie e alla riconsegna alla fattoria di contenitori di latte o di prodotti a base di latte per l'alimentazione animale.

 

Il legislatore comunitario, allo scopo di adeguare il tachigrafo al progresso tecnico, ha adottato il Regolamento (CE) n. 1360/2002 del 13/06/2002 integrando il Regolamento (CEE) n. 3821/85 del 20/12/1985 con l'allegato tecnico I B; questo allegato prevede la realizzazione di un nuovo strumento tachigrafico di tipo elettronico in grado di memorizzare le informazioni su supporto informatico. Il nuovo tachigrafo digitale, a decorrere dal 5 agosto 2005, dovrà essere installato obbligatoriamente sui veicoli:

  • che sono immessi in circolazione per la prima volta dopo tale data
  • che sono già in circolazione a tale data e immatricolati dopo il 1/1/1996, se la trasmissione dei segnali all'apparecchio è effettuata esclusivamente in modo elettrico e si proceda alla sostituzione di tale apparecchio, qualora adibiti al trasporto di passeggeri (oltre 9 compreso il conducente) e con peso superiore a 10 tonnellate o di merci e di peso massimo superiore a 12 tonnellate. 

Centri tecnici autorizzati

L'installazione, la riparazione, la taratura e la verifica periodica dei tachigrafi digitali e dei tachigrafi intelligenti possono essere eseguite esclusivamente dai "centri tecnici" autorizzati dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Possono essere autorizzati in qualità di centri tecnici:

 

 

    1. I fabbricanti e i rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di veicoli con impianti di produzione in Italia, sui cui veicoli vengono montati tachigrafi digitali e intelligenti;
    2. I fabbricanti di carrozzerie per autobus e autocarri, nelle cui carrozzerie vengono montati tachigrafi digitali e intelligenti;
    3. I fabbricanti e i rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di tachigrafi digitali e intelligenti, nonché le officine concessionarie;
    4. Le officine di riparazione dei veicoli nel settore meccanico o elettrico.

    È necessario disporre di un sistema di gestione per la qualità (ISO 9001) rilasciato da organismi di certificazione accreditati, che preveda l'attività di taratura e prova di strumenti di misura, per svolgere anche i controlli periodici e le riparazioni, oltreché l’installazione.
    I soci, i dirigenti e il personale del centro tecnico non possono partecipare a imprese che svolgono attività di trasporto su strada.

    Le imprese aventi unità operativa nelle province di Perugia che intendono ottenere l'autorizzazione presentano domanda in bollo al Ministero per il tramite della Camera di Commercio, allegando attestazione del versamento sul c/c postale n. 134.064, intestato a Camera di Commercio Perugia oppure attestazione di eseguito oppure con bonifico su c/c bancario intestato CCIAA Perugia IT11X0311103008000000002248 Ubi Banca fil. via della pescara Perugia – Ufficio Metrico, dell'importo di:

    • 370 EUR (prima autorizzazione) 
    • 260 EUR (autorizzazioni successive)
    • 185 EUR (rinnovo annuale)

    L'autorizzazione ha la durata di un anno ed è rinnovabile. La domanda di rinnovo deve essere trasmessa alla Camera di Commercio entro i 30 giorni che ne precedono la scadenza.

    I centri tecnici già autorizzati per i tachigrafi digitali, per poter operare sui tachigrafi intelligenti, presentano domanda di estensione dell’autorizzazione al Ministero per il tramite della Camera di Commercio (autorizzazione successiva).

     Moduli di richiesta rilascio e rinnovo dell’autorizzazione


    Alla domanda di rilascio, rinnovo ed estensione dell'autorizzazione, il legale rappresentante, il responsabile tecnico e i tecnici allegano:

    • Dichiarazione sostitutiva di certificazione del casellario giudiziale (art. 46 D.P.R. 445/2000) di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa; - di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali.
     Modello Dichiarazione casellario giudiziale 
    • Dichiarazione sostitutiva di certificazione di comunicazione antimafia (art. 46 D.P.R. 445/2000) che nei propri confronti non sussistono le cause di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all'art. 67 del D.Lgs 06/09/2011, n. 159.

    Modello Dichiarazione di comunicazione antimafia 

    • Dichiarazione di atto notorio a cura di titolari/soci/amministratori ed anche tecnici (Art. 47 D.P.R. 445/2000)

    Modulo atto notorio N.1

    • Dichiarazione di atto notorio a cura del titolare/amministratori/soci (Art. 47 D.P.R. 445/2000)

    Modulo atto notorio N.2

     

    Avvertenze
    L’Amministrazione procederà ad idonei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni ai sensi della normativa vigente. Qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade immediatamente dai benefici eventualmente acquisiti sulla base della dichiarazione non veritiera e l’Amministrazione procederà all'inoltro degli atti alla competente Procura della Repubblica ai fini dell'esercizio dell'azione penale.
     

    Il Centro tecnico comunica le eventuali variazioni dell’organigramma tecnico alla Camera di Commercio.

    Il Centro tecnico comunica al Ministero e alla Camera di Commercio le eventuali variazioni di elementi essenziali (assetto societario, cessione o affitto di ramo d’azienda, donazione, acquisizione per eredità, sede operativa) e presenta al Ministero domanda in bollo di autorizzazione all’uso del codice identificativo già ottenuto (autorizzazione successiva), allegando se del caso:

    • Copia dell’atto notarile
    • Copia dell’atto di successione o donazione
    • Comunicazione antimafia
    • Dichiarazione di continuità aziendale
    • Dichiarazione di continuità dell’organigramma e delle apparecchiature di intervento tecnico
    • Nuova planimetria catastale

    Variazioni di sede legale, toponomastica e compagine sociale saranno comunicate alla Camera di Commercio senza istanza in bollo, perché non costituiscono variazioni di elementi essenziali dell’autorizzazione.

     

    Informativa sul trattamento dei dati personali relativa a tutti i soggetti coinvolti

    Informativa sul trattamento dei  dati personali, in relazione all’autorizzazione ad operare sui tachigrafi, ai sensi degli artt. 13 E 14 del Regolamento UE N. 679/2016 da stampare e consegnare a tutti i soggetti interessati/coinvolti nel procedimento.

     

    Compiti di sorveglianza affidati alle Camere di Commercio

    La sorveglianza sui centri tecnici è esercitata dalle Camere di Commercio ed è finalizzata a verificare che siano adempiuti gli obblighi previsti nel provvedimento di autorizzazione con particolare riferimento a quelli del mantenimento del sistema di garanzia della qualità. E' inoltre affidato alle Camere di Commercio il compito di accertare:

    • la conformità degli apparecchi di controllo, dei fogli di registrazione e delle carte tachigrafiche ai rispettivi modelli omologati;
    • la rispondenza delle apparecchiature metrologiche (utilizzate dalle officine e dai montatori autorizzati) alle disposizioni regolamentari e a quelle particolari fissate nel provvedimento di autorizzazione o di abilitazione;
    • la regolarità delle operazioni metrologiche effettuate dalle officine e dai montatori in sede di montaggio, riparazione, verificazione e controllo.

     

    Rilascio delle Carte

    Le Carte Tachigrafiche sono dispositivi elettronici che registrano le attività degli automezzi adibiti al trasporto di persone o merci. Le Carte Tachigrafiche vengono rilasciate dalle Camere di Commercio, secondo le modalità disciplinate da apposito decreto interministeriale (Decreto 23 giugno 2005) ed hanno una validità di 5 anni, tranne la Carta Officina che ha scadenza annuale.

    L'Ufficio Metrico,preposto al rilascio delle carte, è aperto nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì dalle 9.00 alle 12.30

    Esistono quattro diverse tipologie di Carte Tachigrafiche:

    • Carta del Conducente (di colore bianco)
    • Carta Azienda per la lettura dei dati registrati dallo strumento (di colore giallo)
    • Carta dell'Officina per la verifica e manutenzione dello strumento (di colore rosso)
    • Carta di Controllo (di colore azzurro)
    Validità

    Il periodo di validità delle Carte Tachigrafiche è di cinque anni, tranne la Carta dell’Officina che va rinnovata ogni anno. Alla scadenza le Carte devono essere obbligatoriamente restituite all’Ufficio emittente.

    La domanda di primo rilascio della sola Carta del Conducente va presentata allo sportello nei giorni addetti o inviata a mezzo raccomandata, per tutte le altre tipologie di Carta è possibile l’invio all’indirizzo:

     

    Primo rilascio della carta del conducente

    I soggetti residenti nella provincia di Perugia, che utilizzano dei mezzi muniti di cronotachigrafo digitale, e sono in possesso dei  requisiti:

    • residenza nella provincia di Perugia
    • titolarità di patente di guida valida e di categoria superiore alla B
    • non essere titolari di altra Carta Tachigrafica in corso di validità
    • non aver inoltrato analoga domanda ad altro Stato Membro dell'Unione Europea

    chiedono il rilascio della Carta Tachigrafica, presentando il modulo reperibile dal  Sito, al quale va allegata la seguente documentazione:

    • modulo da compilare , stampare e firmare successivamente nei 5 spazi indicati
    • fototessera del formato minimo mm 35 per 45 incollata nell’apposito spazio (non usare graffette metalliche). La foto è necessaria solo per la prima emissione della Carta.
    • copia di un documento d’identità in corso di validità.
    • fotocopia della Patente di Guida con categoria superiore alla B

    I conducenti extracomunitari dovranno presentare oltre ai documenti sopraindicati:

    • fotocopia della Carta di soggiorno,
    • copia dell’Attestato del Conducente per coloro che viaggiano oltre il confine Nazionale,
    • oppure autocertificazione del datore di lavoro sull’utilizzo del dipendente nell’attività di autotrasporto solo nell’ambito dei confini nazionali, allegando copia del documento d’identità del dichiarante,
    • autocertificazione del datore di lavoro, sull’effettiva sussistenza di un rapporto lavorativo, allegando copia del documento d’identità del dichiarante,

    in presenza dell'iscrizione documentata ai servizi per l'impiego e/o dell'imminente stipula di un contratto di lavoro, l’Ufficio accetta l’istanza, con obbligo di ritiro della Carta, presso lo sportello e consegnerà la Carta al richiedente o ad un suo delegato solo dietro presentazione di un’autocertificazione rilasciata dal Titolare della Ditta sull’effettiva assunzione del soggetto, allegando copia del documento d’identità del dichiarante in corso di validità.

    Il versamento effettuato sul c/c 134064 intestato a: CCIAA di Pg- Ufficio Metrico con causale “rilascio carta Tachigrafica” è di

    • euro 37,00 con il ritiro della Carta presso l’Uff. Metrico, sede di Perugia, v. c. delle Alpi, 42,
    • euro 40,17 con l’invio della Carta a mezzo raccomandata all’indirizzo prescelto.

    La domanda può essere inviata all'indirizzo: cciaa.perugia@pg.legalmail.camcom.it

     
     

    Sostituzione Carte malfunzionanti

    La Carta da sostituire va restituita allo sportello per le opportune veriche, solo successivamente andrà presentata la modulistica, completa di tutti i documenti richiesti a seconda della Nazionalità del richiedente.

    La sostituzione è gratuita entro i primi 6 mesi dal rilascio, successivamente è previsto il pagamento di € 17,00 che sarà autorizzato dall’Ufficio una volta constatata l’integrità della Carta ed il suo reale malfunzionamento. 

    La domanda può essere inviata all'indirizzo: cciaa.perugia@pg.legalmail.camcom.it

      

    Sostituzione carte per furto o smarrimento

    Oltre ai documenti previsti, è necessario allegare la copia della denuncia effettuata presso le Autorità competenti.

    Il versamento effettuato sul c/c 134064 intestato a: CCIAA di Pg- Ufficio Metrico con causale “sostituzione Carta Tachigrafica” è di

    • euro 37,00 con il ritiro della Carta presso l’Uff. Metrico, sede di Perugia, v. c. delle Alpi, 42,
    • euro 40,17 con l’invio della Carta a mezzo raccomandata all’indirizzo prescelto.

    La domanda può essere inviata all'indirizzo: cciaa.perugia@pg.legalmail.camcom.it

    Qualora anche la Patente di Guida sia stata oggetto di furto o smarrimento occorre attendere l’arrivo del nuovo documento prima di presentare la richiesta di sostituzione.

     

    Rilascio della Carta dell'Azienda

    Il rilascio della Carta Azienda deve essere richiesto dal Titolare o dal Legale Rappresentante dell’ Impresa (con sede principale o secondaria o unità locale nella Provincia di Perugia) che sia in possesso dei seguenti requisiti:

    • avere una sede operativa nel territorio italiano,
    • essere regolarmente iscritta nel Registro delle Imprese,
    • dichiarare di possedere almeno un veicolo equipaggiato con l'apparecchio di controllo.


    Gli interessati chiedono il rilascio della Carta Tachigrafica, presentando il modulo reperibile dal  Sito, al quale va allegata la seguente documentazione:

    • modulo da compilare online (non a penna),  successivamente stampato e firmato nei 4 spazi,
    • copia di un documento d’identità in corso di validità.

    Il versamento effettuato sul c/c 134064 intestato a: CCIAA di Pg- Ufficio Metrico con causale “rilascio rinnovo carta Tachigrafica” è di

    • euro 37,00 con il ritiro della Carta presso l’Uff. Metrico, sede di Perugia, v. c. delle Alpi, 42
    • euro 40,17 con l’invio della Carta a mezzo raccomandata all’indirizzo prescelto
    La domanda può essere inviata all'indirizzo: cciaa.perugia@pg.legalmail.camcom.it
     

    Rilascio della carta dell'officina

    La Ditta che presenta una domanda di  Carta Officina, deve possedere i seguenti requisiti:

    • essere regolarmente iscritta nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio territorialmente competente;
    • aver ottenuto l'autorizzazione ad effettuare le operazioni di montaggio e riparazione sui cronotachigrafi;
    • non deve svolgere attività o servizi di trasporto che potrebbero motivare la richiesta di una Carta Azienda.

    Gli interessati richiedono la Carta Tachigrafica mediante l'apposito modulo, al quale va allegata la seguente documentazione:

    • modulo da compilare,  stampare e firmare negli spazi indicati;
    • copia leggibile di un documento d’identità in corso di validità del Titolare dell'Officina o del Rappresentante Legale;
    • copia leggibile di un documento d’identità  in corso di validità del Responsabile Tecnico;
    • attestazione dell'avvenuto pagamento di € 40,17 - indicare la causale ”rilascio Carta dell'Officina)- sul conto corrente n. 134064 intestato a Camera di Commercio di Perugia per ritirare la Carta presso l’Ufficio Metrico, nei tempi previsti.

    Unitamente alla Carta verrà rilasciato il codice di accesso per l’utilizzo (PIN).

    La domanda può essere inviata all'indirizzo: cciaa.perugia@pg.legalmail.camcom.it

     

    Rilascio della Carta di Controllo

    E' la Carta per le Forze dell'Ordine e pubbliche amministrazioni deputate ai controlli tecnico/amministrativi. Permette l'accesso alla memoria dei tachigrafi digitali e ai dati delle carte dei conducenti.
    Mantiene in memoria i dati delle ultime 230 operazioni di controllo eseguite. E' di colore blu ed è personalizzata con il nome dell'Organismo di Controllo.  La richiesta va presentata dal Legale Rappresentante dell’Autorità interessata alla quale vanno allegati:

    • modulo da compilare,  stampare e  firmare negli spazi indicati,
    • copia leggibile di un documento d’identità in corso di validità del firmatario.

    Il rilascio della Carta di Controllo è subordinato al versamento di € 17,50 + IVA corrente, più € 3,17 se richiesta la spedizione ad indirizzo prescelto, sul conto corrente n. 134064 intestato a Camera di Commercio di Perugia.

    La domanda può essere inviata all'indirizzo: cciaa.perugia@pg.legalmail.camcom.it

     
    Rinnovo delle carte

    Il possessore della Carta è tenuto a restituirla alla scadenza della validità. La Carta deve inoltre essere restituita qualora il possessore non la utilizzi o in seguito alla perdita dei requisiti previsti dalla Legge. Il rinnovo di tutte le tipologie di Carta, è soggetto alle stesse modalità del I° rilascio (la causale da indicare nel bollettino di c/c/p sarà appunto “rinnovo Carta …”) L’apposizione di una fototessera sul Modulo di rinnovo della Carta Conducente  non è obbligatoria, ma vincola alla presentazione diretta o a mezzo racc. a/r anziché via mail della domanda.

     

    La domanda può essere inviata all'indirizzo: cciaa.perugia@pg.legalmail.camcom.it

  •  

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Allegati

    icona allegatoCarta azienda
    (pdf, 1.3MB )
    icona allegatoCarta conducente
    (pdf, 1.6MB )
    icona allegatoCarta controllo
    (pdf, 1.6MB )
    icona allegatoCarta officina
    (pdf, 397.2kB )
     

    Voci collegateapparecchiature di misurazione, carte tachigrafe, regolazione del mercato, tachigrafo

    Esprimi il tuo voto:

    Rating: 2.3/5 (105 voti)

    Condividi:

    Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
    Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

     
    verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia