Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 21-03-2010 SISTRI - 8000 le imprese interessate all'adesione

21-03-2010

SISTRI - 8000 le imprese interessate all'adesione

 

Il tema della gestione dei rifiuti ha assunto una rilevanza sempre maggiore, che riguarda non solo la tutela dell’ambiente ma anche la difesa della legalità. Questo vale in special modo per i rifiuti pericolosi che sono spesso oggetto di traffici illegali che causano gravi danni al territorio e possono mettere in pericolo la salute pubblica. L’istituzione del SISTRI – Sistema Integrato di Controllo per la Tracciabilità dei Rifiuti - con DM 17/12/2009 consentirà di seguire elettronicamente ogni tipo di rifiuto e i rifiuti speciali in particolare, in ogni fase della filiera produttiva, senza alcuna possibilità di occultamento. Il Sistema nasce per garantire una maggiore efficacia all’azione di contrasto di fenomeni illegali connessi al settore della gestione dei rifiuti e per semplificare le procedure attuali attraverso l’informatizzazione di processi già a carico delle imprese con modalità cartacea (Modello dichiarazione Ambientale, registri di carico e scarico, Formulari di identificazioni).
La gestione del Sistri è affidata al Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente e il sistema sarà interconnesso telematicamente con ISPRA (Ist, Sup. Protezione e Ricerca Ambientale) – che fornirà tramite il Catasto Telematico i dati sulla produzione a vari soggetti quali Agenzie Reg.li e Prov.li di Protezione dell’ambiente - e l’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali.
In provincia di Perugia sono circa 8.000 le imprese che operano nel settore rifiuti e che pertanto dovranno aderire ed iscriversi al SISTRI, secondo un calendario definito sulle dimensioni delle aziende.
La prima scadenza per l’iscrizione al SISTRI è stata fissata al 30 marzo prossimo.
Questo il primo Gruppo di Soggetti che dovrà adempiere all’iscrizione il prossimo 30 marzo:
- i produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi con più di 50 dipendenti;
- le imprese e gli Enti produttori iniziali di rifiuti speciali non pericolosi con più di 50 dipendenti;
- commercianti ed intermediari senza detenzione;
- consorzi per il recupero e il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti che organizzano la gestione di tali rifiuti per conto dei consorziati;
- imprese che raccolgono e trasportano rifiuti speciali;
- imprese ed Enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento di rifiuti;
- i Comuni, gli Enti e le Imprese che gestiscono i rifiuti urbani della Regione Campania;
- i terminalisti concessionari dell’area portuale, i raccomandatari marittimi e le imprese portuali ai quali sono affidati i rifiuti in attesa dell’imbarco o del successivo trasporto;
- i responsabili degli uffici di gestione merci e gli operatori logistici presso le stazioni ferroviarie, gli interporti e gli impianti di terminalizzazione e gli scali merci ai quali sono affidati i rifiuti in attesa della presa in carico degli stessi da parte dell’impresa ferroviaria o dell’impresa che effettua il successivo trasporto.
Per altri due Gruppi l’adeguamento alla normativa SISTRI scatterà il 29 aprile 2010 e il 12 agosto 2010. Il sistema sarà definitivamente operativo a seconda del Gruppo al quale si appartiene. Per le imprese del Gruppo obbligato all’iscrizione entro il 30.3.2010 il sistema diventerà operativo dal 13.7.2010; per le imprese che dovranno iscriversi entro il 29.4.2010 il sistema diventerà operativo dal 12.8.2010.
La Camera di Commercio di Perugia ha sottoscritto una convenzione con ASSONET - società partecipata dall’Ente Camerale e dalle Associazioni di Categoria che ha lo scopo di sostenere lo sviluppo tecnologico delle imprese e incentivare la semplificazione dei procedimenti amministrativi – che consentirà di assistere le imprese nella fase di adesione e iscrizione al SISTRI e di effettuare la consegna ad ognuna di esse del dispositivo USB indispensabile per interagire con il sistema SISTRI, trasmettere dati, firmare elettronicamente le informazioni da fornire e memorizzarle all’interno del dispositivo stesso.
I dispositivi USB dovranno essere consegnati 30 gg. prima dell’operatività del SISTRI e dunque entro il 13.6.2010 (I Gruppo) e entro il 12.7.2010 (II Gruppo).
Attraverso Assonet, presente con proprie postazioni e 75 operatori in 19 comuni della provincia di Perugia, le associazioni di categoria e le loro società di servizi di diretta emanazione, potranno svolgere l’attività di distribuzione dei dispositivi USB.
Grazie alla Convenzione le imprese interessate potranno indicare sul modello di iscrizione al SISTRI l’associazione o la società di servizi presso la quale desiderano andare a ritirare i dispositivi USB.
Qualora l’impresa non indichi nulla nell’apposito riquadro o indichi un soggetto non Convenzionato con la CCIAA di Perugia dovrà necessariamente ritirare il dispositivo presso la CCIAA competente senza possibilità di poter modificare la domanda di iscrizione già presentata.
Le Associazioni coinvolte sono Confcommercio, CNA, Confesercenti, Confartigianato, Coldiretti, Confapi, Confagricoltura, CIA e alle stesse sarà necessario rivolgersi per avere conferma e indicazioni in merito alla domanda di iscrizione.
Quali gli elementi innovativi del Sistema SISTRI? Innanzitutto il controllo della legalità di tutti i processi che interessano la gestione dei rifiuti, con ricadute positive anche sul piano pratico operativo:
- sostituzione del “Formulario di identificazione dei rifiuti”, del “Registro di carico/scarico” e del “Modello unico di dichiarazione ambientale” con dispositivi elettronici;
- gestione informatica della documentazione;
- semplificazione degli adempimenti amministrativi/burocratici per le imprese;
- riduzione dei costi che gravano sulle imprese;
- celerità negli adempimenti;
- verifica, in tempo reale, dei dati inseriti nella documentazione, con riduzione degli errori;
- supporto costante e continuativo all’utente;
- conoscenza, in tempo reale, della movimentazione dei rifiuti nel territorio italiano, anche per quelli che provengono da altri Paesi o che vengono trasportati verso altri Paesi;
- inserimento informatico nella scheda SISTRI dei certificati analitici, ove richiesto dall’attuale legislazione.
La mancata iscrizione al SISTRI comporterà l’adozione di sanzioni a carico di tutti coloro che violano gli obblighi di registrazione e comunicazione prevista dalla norma, sanzioni che saranno indicate in un decreto legislativo di prossima emanazione.

 

 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.5/5 (45 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia