Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > Excelsior, i programmi occupazionali delle imprese operanti in provincia di Perugia

08-08-2018

Excelsior, i programmi occupazionali delle imprese operanti in provincia di Perugia

 

La Camera di Commercio di Perugia ha diffuso i dati sui programmi occupazionali delle imprese operanti in provincia di Perugia rilevati dal  Sistema Excelsior  per il trimestre agosto – ottobre 2018.

 

9.130 le unità lavorative che le imprese hanno in previsione di assumere nel trimestre agosto -  ottobre di quest’anno, il 4,5% in più rispetto a un anno fa.

 

Nel solo  mese di agosto in corso le necessità occupazionali  delle imprese toccano quota 2.110  unità,  dato che conferma quello di un anno fa (2.140).

 

Ma resta molto difficile l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

 

Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia: “Preoccupa il dato sul  mismatching tra domanda e offerta di lavoro: le imprese perugine incontrano difficoltà crescenti per reperire i profili professionali di cui hanno necessità. Come dire, le imprese creano lavoro, ma non riescono a trovare i lavoratori adatti.  Rispetto all’agosto di un anno fai casi di ricerca problematica di lavoratori  idonei sono saliti di sei punti percentuali, dal 26 al 32%”.

 

Ad agosto sarà difficile per le imprese trovare soprattutto:  Tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione; Cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici; Operai nelle attività metalmeccaniche richiesti in altri settori.

 

Le assunzioni a tempo determinato, comunque a durata predefinita,   prevalgono largamente su quelle a tempo indeterminato e di apprendistato: 73% contro 27%.

 

Dei  2.110  contratti che saranno attivati in questo mese di agosto 739,  il  35%,   andranno  a  giovani con meno di 30 anni -  dato stabile su agosto 2017.

 

E’ di 3 punti percentuali più bassa rispetto alla media nazionale,  l’offerta di posti di lavoro per profili  High Skill (Dirigenti, Specialisti e Tecnici):  14% in provincia di Perugia, 17% Italia.

 

Ad Agosto i posti di lavoro destinati ai  Laureati saranno l’8% del totale, 169 su 2.110.

 
 

La Camera di Commercio di Perugia ha presentato i dati sui  bisogni occupazionali delle imprese della provincia di Perugia,  elaborati dal sistema Excelsior, relativi al trimestre agosto - ottobre 2018. 

 

Nei novanta giorni a cavallo tra estate e autunno, il sistema delle imprese della provincia di Perugia prevede di attivare 9.130 nuovi contratti di lavoro, il 4,5% in più sullo stesso trimestre di un anno fa.  

 

Le entrate al lavoro previste nel solo mese di agosto sono 2.110, praticamente lo stesso numero (-1,4%) sul mese di agosto del 2017.   

 

Il 27% dei contratti attivati ad agosto ’18 sarà stabile, ossia a Tempo Indeterminato e di Apprendistato, a fronte del 73%  rappresentato da contratti a Tempo Determinato, comunque di durata predefinita. 

 

Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia: “I dati Excelsior  riferiti al trimestre agosto – ottobre 2018  parlano di un consolidamento dell’offerta di lavoro da parte del sistema delle imprese della provincia di Perugia. I 9.130 posti di lavoro che saranno creati  in questo trimestre superano del 4,5% il dato riferito allo stesso trimestre di un anno fa”.

“Resta su livelli alti invece, il dato sul  mismatching tra domanda e offerta di lavoro” ha commentato il Presidente Mencaroni. “Le imprese perugine incontrano difficoltà crescenti per reperire i profili professionali di cui hanno necessità. Come dire, le imprese creano lavoro, ma poi non riescono a trovare i lavoratori adatti.  Rispetto all’agosto di un anno fa i casi problematici di reperimento di lavoratori idonei sono saliti di sei punti percentuali, dal 26 al 32%”.

 

In questo mese di agosto, in provincia di Perugia, sarà molto difficile trovare queste professioni: Tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione; Cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici; Operai nelle attività metalmeccaniche richiesti in altri settori.

 

 

Le PMI con meno di 50 dipendenti si confermano le più dinamiche nella creazione di lavoro: l’80% di tutti i posti di lavoro creati ad agosto proviene dalle PMI. Il lavoro si concentra soprattutto  nei Settori dei Servizi capaci di offrire il 63% del totale dei  posti di lavoro. 

Voci collegateexcelsior

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.8/5 (28 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia