Home > Comunicazione e Informazione > Primo piano > Camera di commercio di Perugia: crescono le imprese straniere

Camera di commercio di Perugia: crescono le imprese straniere

uploaded/Immagini/Primo piano 2019/imprese_straniere.jpg

 

Crescono le imprese di stranieri in provincia di Perugia, + 0,7% tra il mese di aprile e quello di giugno 2019.
 
Al 30 giugno 2019 sono 6.640 le imprese straniere registrate, il 9,3% del totale, un dato che risulta di poco inferiore rispetto alla media nazionale che si attesta al 10%.
 
Quasi una impresa su 10 è straniera.
 
E’ quanto risulta dalla fotografia scattata da Unioncamere e InfoCamere sulle imprese di stranieri nel periodo aprile - giugno dell’anno in corso, illustrata stamane dal Presidente della Camera di commercio di Perugia Giorgio Mencaroni.
 
 “L’analisi delle ditte individuali per le quali è possibile associare il paese di nascita al titolare, mostra che le componenti più consistenti sono quelle del Marocco con 949 Ditte, il 18,2% del totale. Al secondo l’Albania, 715 Ditte, il 13,7% del totale. Sul terzo gradino del podio la Romania con 685 ditte individuali, il 13,1%. Da segnalare la quarta posizione raggiunta dalla Cina: in provincia di Perugia cittadini cinesi gestiscono 356 Ditte Individuali, che  rappresentano il 6,8% dell’intero stock di imprese straniere. Quinta la Nigeria, 255 ditte individuali registrate e 4,8%, come la Svizzera che si attesta sulla stessa quota percentuale. Per trovare il secondo paese comunitario, dopo la Romania,  occorre scendere fino alla settima posizione occupata dalla Francia, con 184 Ditte, il 3,5% del totale.”
  
Netta dunque la prevalenza delle extracomunitarie, 71,6%, rispetto alle comunitarie, 28,4%.
 
Nel secondo trimestre di quest’anno il tasso di crescita delle imprese straniere - + 0,7% - supera di oltre il doppio quello registrato dall’intero stock delle imprese perugine fermo a + 0,33%.
  
Le imprese straniere sono in larga maggioranza ditte individuali, 5.205 pari al 78,3%.   
 
“In larga misura gli imprenditori stranieri prediligono gli stessi settori che frequentano i colleghi perugini. Oltre duemila (2005), quasi uno su tre (30,1%) operano nel commercio. Il 26,3% (1751 imprenditori) lavorano nel settore delle costruzioni, l’8,9% nelle attività manifatturiere, il 7,9% nelle attività di servizi di alloggio e ristorazione  e il 6,5% in agricoltura”.

Voci collegatedinamica imprenditoriale

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.2/5 (25 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia