Home > Comunicazione e Informazione > Comunicati stampa > 30-4-2010 Movimprese 2010 - I Trimestre

03-05-2010

30-4-2010 Movimprese 2010 - I Trimestre

 


Da gennaio a marzo 2010 sono nate in provincia di Perugia 1.426 imprese mentre 1.615 hanno cessato l’attività. Il saldo è negativo per 189 unità, al pari del tasso di crescita che flette dello 0,26%. Questo il dato essenziale dell’indagine trimestrale di Movimprese, la rilevazione condotta per Unioncamere da InfoCamere, la società consortile di informatica delle Camere di Commercio italiane, per il primo trimestre dell’anno 2010 - che dunque si apre sotto il segno meno - presentata stamani alla Camera di Commercio di Perugia.
Al 31 marzo scorso lo stock complessivo delle imprese operanti in provincia di Perugia ammontava a 73.210 unità, in ripresa rispetto a un anno fa quando risultavano iscritte alla Camera di Commercio 72.931 imprese.

 

 

“Pur restando negativo per 189 unità – ha evidenziato Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia - il saldo del primo trimestre del 2010 segna comunque una leggera ripresa rispetto al I° trimestre del 2009, quando il saldo negativo fu di 281 unità. In un anno dunque qualche progresso è stato fatto e c’è da essere ottimisti se centinaia di persone in un solo trimestre decidono di farsi imprenditori, investendo su un futuro tutt’altro che certo, ancora condizionato da turbative che stanno rallentando l’uscita dalla crisi”.
Un fenomeno questo, che è stato valutato e approfondito dalla Camera di Commercio di Perugia attraverso una indagine su un campione di 100 nuove imprese costituite negli ultimi 12 mesi. E il risultato è chiaro: in provincia di Perugia la voglia di fare impresa resta alta, ma a volte appare sospinta da motivazioni e necessità personali, che seppur forti, non bastano per dare all’impresa una gestione corretta, concreta, professionale e in grado di garantirle reali possibilità di crescere e imporsi sul mercato. E non sono infrequenti i casi in cui un progetto d’impresa prenda l’avvio senza l’adozione di strumenti essenziali per il suo sviluppo quali un Business Plan o un Piano Marketing.
I neo imprenditori che nel 2009 hanno dato vita ad una impresa in provincia di Perugia non sono giovanissimi e quasi la metà di essi supera i 40 anni, segno evidente che per molti di essi la scelta imprenditoriale è dettata dalla necessità dell’autoimpiego. .

Ancora su Movimprese 2010. Il confronto tra il I° trimestre del 2010 e lo stesso del 2009 registra un aumento del numero di nuove imprese, risalito dalle 1.383 unità di inizio 2009 a 1.426 al 31 marzo 2010. Al contrario le cessazioni si sono ridotte dalle 1.698 di dodici mesi fa alle 1.615 di oggi.
Va rilevato, comunque – hanno fatto notare gli estensori dell’indagine Movimprese - come tradizionalmente il saldo del primo trimestre di ogni anno risente dell’effetto delle cessazioni decise dalle imprese sul finire dell’anno ma che, potendo essere comunicate alle Camere di Commercio entro trenta giorni, vengono comunicate e quindi contabilizzate nel mese di gennaio. Questo fa sì che il bilancio d'inizio anno chiuda con valori sempre estremamente contenuti, quando non addirittura con il segno meno davanti.

Nella graduatoria nazionale la provincia di Perugia si colloca al 46° posto per tasso di crescita, - 0,26%, nei primi 3 mesi del 2010, contro a fronte del – 0,38% del corrispondente periodo del 2009.

 

 

 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.7/5 (44 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia