Home > Comunicazione e Informazione > Primo piano > Emergenza Coronavirus, proroga del Protocollo di Intesa con la Prefettura di Perugia

Emergenza Coronavirus, proroga del Protocollo di Intesa con la Prefettura di Perugia

uploaded/Immagini/Icone/logo_piccolo_colori.jpg

 

 
 
Disposta dal nuovo DPCM  firmato il 1 aprile 2020,dal  Presidente del Consiglio Conte  la   proroga al 13 aprile  2020  delle misure anticoronavirus.
 
Rinnovata, di conseguenza,  la durata del Protocollo di Intesa sottoscritto da Prefettura di Perugia e da Comando Provinciale Guardia di Finanza di Perugia, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Perugia, Confindustria Umbria, Confcommercio Umbria, Confederazione Nazionale dell’Artigianato,  Sezione di Perugia, CGIL, CISL e UIL, per l'attuazione e razionalizzazione delle procedure di verifica delle condizioni per la prosecuzione delle attività produttive da parte delle imprese.
 
Si tratta di tutte quelle imprese provinciali che hanno comunicato al Prefetto della provincia di Perugia di voler continuare la propria attività ai sensi della lettera D del DPCM del 22 marzo 2020, in quanto funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività necessarie
 
“La sottoscrizione del Protocollo di Intesa da parte della Camera di Commercio di Perugia – ha sottolineato il Presidente dell’Ente camerale Giorgio Mencaroni – intende sostenere e favorire l’attività di verifica della puntuale osservanza, da parte delle imprese, delle condizioni necessarie alla prosecuzione dell’attività, fissate dai vari decreti che in successione sono stati emanati dal Governo. Allo stesso tempo, in tutta evidenza, viene assicurata alle imprese la legittimità di procedere alla prosecuzione della propria attività sulla base di quanto autorizzato dai decreti governativi”.
 
Il Protocollo stabilisce che la Guardia di Finanza abbia il compito di verificare e monitorare l’osservanza delle prescrizioni del dpcm. Il Prefetto potrà chiedere alla Guardia di Finanza mirati controlli, in relazione a segnalazioni di irregolarità, abusi, non conformità alle norme.
 
L’andamento dell’attività ispettiva sarà oggetto di esame da parte di un Comitato di monitoraggio con la partecipazione delle Parti Sociali firmatarie del presente Protocollo, presieduto da un dirigente della Prefettura UTG di Perugia, anche al fine di individuare possibili integrazioni alla documentazione fornita dalle aziende interessate alla prosecuzione dell’attività economica.
 
Camera di Commercio, Associazioni di categoria e Sindacati sono chiamati a svolgere una attività propulsiva ed è stata perciò prevista l'istituzione di un Tavolo di monitoraggio, con la partecipazione di tutti i firmatari, presieduto dalla prefettura.
 
Lo strumento, per effetto dell'accordo, punta a contemperare la finalità primaria della protezione sanitaria della popolazione con quella, pure assai rilevante, del mantenimento delle attività imprenditoriali ritenute necessarie.

Voci collegateprotocollo di intesa, registro delle imprese

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.7/5 (21 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia