Home > La nascita dell'impresa > Iscrizione > Albo delle società cooperative

Albo delle società cooperative

 

L’Albo delle società cooperative è stato istituito presso il Ministero delle Attività Produttive (D.M. del 23 giugno 2004, attuativo del D.lgs. 17 gennaio 2003 n. 6, recante la riforma del diritto delle società di capitali e delle società cooperative).

 

L’Albo si compone di due sezioni:

  • nella prima, si iscrivono le società cooperative a mutualità prevalente;
  • nella seconda, si iscrivono le società cooperative diverse da quelle a mutualità prevalente.

Le società cooperative a mutualità prevalente, iscritte quindi alla prima sezione, hanno diritto ad agevolazioni di natura fiscale (art. 223 duodecies, comma 6, c.c.).

 

Le notizie per l’iscrizione all’Albo vanno presentate all’Ufficio del Registro delle imprese della provincia in cui è ubicata la sede legale, per via telematica o su supporto informatico mediante l’utilizzo della firma digitale (ai sensi dell’articolo 31 della legge 24 novembre 2000 n. 340). L’ufficio provvederà alla trasmissione automatica della domanda al competente Ministero, unico soggetto abilitato alla verifica della richiesta e all’attribuzione del numero e della sezione di appartenenza .

 

Si ricorda che gli estremi di iscrizione all’Albo società cooperative sono presenti nella visura o nel certificato camerale e questi devono essere indicati negli atti e nella corrispondenza della società.

 

Si ricorda inoltre che la mancata richiesta di iscrizione all’Albo società cooperative comporta la non ricevibilità degli atti al registro imprese. Pertanto l’ufficio, verificata questa condizione, procede al rifiuto dell’iscrizione con Provvedimento del Conservatore.

 

Le notizie che le società cooperative sono obbligate a comunicare all’Albo sono quelle relative a:

  • natura di società cooperativa a mutualità prevalente, ovvero di società cooperativa diversa da quella a mutualità prevalente (art. 4, comma 2 del D.M.);
  • appartenenza ad una delle categorie individuate dall’articolo 4, comma 3 suddetto decreto;
  • cooperativa di produzione e lavoro;
  • cooperativa di lavoro agricolo;
  • cooperativa sociale;
  • cooperativa di conferimento prodotti agricoli e allevamento;
  • cooperativa edilizia di abitazione;
  • cooperativa della pesca;
  • cooperativa di consumo;
  • cooperativa di dettaglianti;
  • cooperativa di trasporto;
  • consorzio cooperativo;
  • consorzio agrario;
  • banca di credito cooperativo;
  • consorzi e cooperative di garanzia e fidi;
  • altre cooperative.


Le disposizioni sono contenute nel decreto legislativo n. 310 del 28/12/2004 (Gazzetta Ufficiale n. 305 del 30/12/2004) recante "Integrazioni e correzioni alla disciplina del diritto societario ed al testo unico in materia bancaria e creditizia". 

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.1/5 (81 voti)

Condividi:

Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a Segnalo Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Ma.gnolia Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

 
verificaPAImpresa e giustiziauploaded/Immagini/Primo piano 2018/banner_fatturazione_elettronica_privati.pngregistro impresecontratti di reteStartupe PMI innovativeAeroporto Internazionale Umbria Umbria Touringdiritto annualeUnica Umbriaimpresa italia